Diritto commerciale

  • A.A. 2019/2020
  • CFU 15
  • Ore 75
  • Classe di laurea LMG/01
Laura Marchegiani / Professoressa di ruolo - II fascia / Diritto commerciale (IUS/04)
Dipartimento di Giurisprudenza
Prerequisiti

Una completa conoscenza delle istituzioni di diritto privato costituisce presupposto
necessario per la frequenza del corso e per il superamento dell'esame. Si consiglia
quindi di intraprendere lo studio del diritto commerciale solo dopo aver sostenuto
con esito positivo l'esame di Diritto privato 1.

Obiettivi del corso

Obiettivi. L'insegnamento fa parte dell'area delle discipline di diritto positivo ed
intende far conseguire allo studente una conoscenza adeguata delle istituzioni di
diritto commerciale e del corrispondente linguaggio specialistico. Si intende anche
consolidare l'abilità di comprensione e sviluppare l'attitudine ad elaborare dati e
informazioni e a instaurare nessi tra i fenomeni giuridici rilevabili nell'esercizio
dell'impresa, organizzata in forma individuale e societaria.
Risultati. Lo studente, una volta conseguite le adeguate conoscenze e capacità di
comprensione, e avendo fatto proprio il linguaggio specialistico, dovrà essere in
grado
di applicare in senso funzionale conoscenza e comprensione e di sottoporre il
fenomeno imprenditoriale ad una corretta qualificazione giuridica, con
consapevolezza dei dati problematici, organizzando il proprio sapere nello sviluppo
di
una fluida e coerente argomentazione orale e scritta.

Programma del corso

Il corso comprende la disciplina
dell'imprenditore, dell'impresa nel mercato, delle società, dei contratti bancari e finanziari, dei titoli di credito e di alcuni profili
sostanziali della crisi d'impresa.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) G.F. Campobasso Diritto commerciale. 1. Diritto dell'impresa Utet, Torino, 2013 » Pagine/Capitoli: per intero
  • 2.  (A) G.F. Campobasso Diritto commerciale. 2. Diritto delle società Utet, Torino, 2015 » Pagine/Capitoli: per intero
  • 3.  (A) G.F. Campobasso Diritto commerciale. 3. Contratti. Titoli di credito. Procedure concorsuali Utet, Torino, 2014 » Pagine/Capitoli: da pag. 97 a pag. 341
  • 4.  (C) G. De Nova Codice civile e leggi collegate Zanichelli, Bologna, 2019
  • 5.  (A) G. FERRI Manuale di diritto commerciale Utet, Torino, 2016 » Pagine/Capitoli: Parte Prima, Seconda e Terza: per intero; Parte Quarta: limitatamente al Capitolo IV; Parte Quinta limitatamente al Capitolo I
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Gli studenti possono scegliere tra i due manuali adottati: G. Ferri, Manuale di diritto commerciale e G.F. Campobasso, Diritto commerciale, 1-2-3. Alle edizioni indicate vanno sempre preferite le ultime edizioni che si rendessero nel frattempo disponibili. Data la continua evoluzione della legislazione in materia, si consiglia di non acquistare i manuali prima dell'inizio del corso e di attendere le più precise e aggiornate indicazioni che potranno essere fornite a lezione.

Si specificano inoltre i PROGRAMMI PER ALTRI CORSI DI LAUREA e per l'INTEGRAZIONE DI CFU:
1) Corso di laurea specialistica in Giurisprudenza:
- M. CERA, Le società con azioni quotate nei mercati, Bologna, 2018, per intero
- F. VELLA - G. BOSI, Diritto dell'impresa e dell'economia, Bologna 2014, per intero.

2) Corso di laurea triennale in Scienze giuridiche:
- G.F. CAMPOBASSO, Manuale di diritto commerciale, Sesta edizione, Utet, 2015, per intero;

3) Corso di laurea quadriennale in Giurisprudenza:
- G.F. CAMPOBASSO, Manuale di diritto commerciale, Utet, 2010, per intero;
- P. SPADA, Diritto commerciale II. Elementi, Cedam, 2009.

4) Integrazioni di 2 CFU: V. MANGINI-A.M. TONI, Manuale breve di diritto industriale, Quinta edizione, Cedam, 2019, per intero.

5) Integrazioni di 3 CFU: - F. VELLA - G. BOSI, Diritto dell'impresa e dell'economia, Bologna 2014, per intero.

6) Integrazioni di 5 CFU: V. MANGINI - A.M. TONI, Manuale breve di diritto industriale, Quinta edizione, Cedam, 2019, per intero e - F. VELLA - G. BOSI, Diritto dell'impresa e dell'economia, Bologna 2014, per intero.

7) Integrazioni di 6 e 7 CFU: V. MANGINI- A.M. TONI, Manuale breve di diritto industriale, Quinta edizione, Cedam, 2019, per intero e M. CERA, Le società con azioni quotate nei mercati, Bologna, 2018, per intero e F. VELLA - G. BOSI, Diritto dell'impresa e dell'economia, Bologna 2014, con esclusione del cap. VI.

A tutti si consiglia G. DE NOVA, Codice civile e leggi collegate, Zanichelli, 2019.

Metodi didattici
  • La didattica frontale, svolta con il supporto di presentazioni, è diretta a sviluppare le conoscenze e le capacità di
    comprensione del sistema del diritto commerciale e soprattutto a favorire l'acquisizione del linguaggio di specialità che lo
    rappresenta. Per favorire il coinvolgimento dello studente e stimolarne la capacità
    di rielaborazione critica, mediante un uso corretto del linguaggio specialistico, sarà proposta, durante il corso, la redazione di testi sui
    temi trattati. Al termine del corso gli studenti potranno, su base volontaria, redigere un paper di approfondimento su uno degli argomenti oggetto del programma di esame.
Modalità di valutazione
  • La modalità di valutazione degli studenti consiste in un esame orale su tutti gli
    argomenti oggetto del programma di esame in cui si valuterà la conoscenza
    completa delle principali istituzioni della materia, la capacità di esporre in modo
    sicuro e appropriato gli argomenti, la capacità di riconoscere e di esprimere
    correttamente gli interessi sottesi alle regole di disciplina. Oggetto di valutazione
    saranno altresì l'esaustività delle informazioni apprese, la capacità di evidenziare
    gli aspetti problematici, con attenzione particolare ai profili evolutivi della
    disciplina dell'impresa in relazione al contesto economico. Gli studenti dovranno
    altresì dimostrare di essere in grado di applicare le conoscenze acquisite nella
    soluzione di quesiti casistici.
    Non sono previste prove parziali durante lo svolgimento del corso.
    Gli studenti che opteranno per la redazione del paper di approfondimento sosterranno su tale tema parte del colloquio orale.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Inglese, francese