Diritto dell'immigrazione

  • A.A. 2019/2020
  • CFU 8
  • Ore 40
  • Classe di laurea L-36
Laura Salvadego / Ricercatrice T.D. / Diritto internazionale (IUS/13)
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
Prerequisiti

Non sono previste propedeuticità. È comunque preferibile la conoscenza del Diritto internazionale.

Obiettivi del corso

Il corso mira a consentire allo studente di orientarsi fra le fonti (internazionali, dell'Unione europea e nazionali) che regolano l'immigrazione di cittadini di Paesi terzi verso l'Europa, familiarizzando con le regole relative all'ingresso, al soggiorno e all'allontanamento di migranti economici e di beneficiari di protezione internazionale.
L'analisi della giurisprudenza e di alcuni casi pratici e la discussione in aula favoriranno lo sviluppo di un approccio critico alle tematiche oggetto del corso, consentendo agli studenti di maturare la propria chiave di lettura anche rispetto a questioni di attualità.

Programma del corso

Parte introduttiva:
1. Le fonti del diritto delle migrazioni negli ordinamenti internazionale, dell'Unione europea e nazionale.
2. L'attribuzione e la perdita della cittadinanza.
3. La condizione giuridica dello straniero nel diritto internazionale.

La migrazione forzata di cittadini di Stati terzi:
1. Le norme internazionali ed europee per la protezione dei rifugiati e dei richiedenti protezione internazionale.
2. La lotta contro la tratta di esseri umani e il traffico di migranti.

La migrazione volontaria di cittadini di Stati terzi:
1. Il sistema dei visti UE.
2. L'ingresso e la circolazione dei lavoratori migranti e degli studenti nell'UE.
3. Il ricongiungimento familiare.
4. La protezione internazionale dei lavoratori migranti.
5. Lo status dei migranti di lungo periodo nell'UE.
6. Le norme in materia di espulsione.
7. La lotta contro l'immigrazione clandestina.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Calamia, Di Filippo, Gestri (a cura di) Immigrazione, Diritto e Diritti: profili internazionalistici ed europei Cedam, Padova, 2012 » Pagine/Capitoli: limitatamente ai capitoli II, IV, V, VI (escluse sezioni seconda e sesta), XI, XII (esclusa sezione prima), XIV, XV, XVI.
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Gli studenti frequentanti possono preparare l'esame affiancando agli appunti delle lezioni e ai materiali didattici distribuiti a lezione e caricati sul sito web del corso lo studio del volume:
Calamia, Di Filippo, Gestri (a cura di), Immigrazione, Diritto e Diritti: profili internazionalistici ed europei, Cedam, Padova, 2012, limitatamente ai capitoli II, IV, V, VI (escluse sezioni seconda e sesta), XI, XII (esclusa sezione prima), XIV, XV, XVI.

Gli studenti non frequentanti possono preparare l'esame studiando il volume:
Calamia, Di Filippo, Gestri (a cura di), Immigrazione, Diritto e Diritti: profili internazionalistici ed europei, Cedam, Padova, 2012, limitatamente ai capitoli II, IV, V, VI (escluse sezioni seconda e sesta), XI, XII (esclusa sezione prima), XIV, XV, XVI.

In entrambi i casi per la preparazione dell'esame è indispensabile la consultazione dei testi normativi di riferimento, che saranno messi a disposizione sulla pagina web del corso.

Metodi didattici
  • Il corso si svolge principalmente in una serie di lezioni frontali, con l'ausilio di slides e altri materiali didattici caricati nel sito web del corso (36 ore).
    Sono previsti alcuni seminari di approfondimento e la discussione in aula di casi pratici (4 ore) secondo il modello della didattica dialogata. Questi metodi didattici integrativi sono volti a stimolare la capacità di analisi critica degli studenti e la capacità di discutere con padronanza delle categorie giuridiche pertinenti le problematiche poste dalla materia. La partecipazione attiva degli studenti in aula nel corso dei seminari è considerata ai fini dell'esame in sede di verifica di apprendimento.


Modalità di valutazione
  • Esame scritto in italiano di 1 ora e 30 minuti, che si articola in tre domande a risposta aperta sul programma del corso. Ogni domanda pesa per un terzo nella valutazione complessiva. La prova d'esame è volta a stabilire le conoscenze e le competenze acquisite dallo studente e la sua capacità di argomentare in senso critico.
    Gli studenti frequentanti avranno la facoltà di svolgere una prova intermedia scritta in italiano di 1 ora e 30 minuti sulla prima parte del corso, che si articola in due domande a risposta aperta. La prova parziale pesa complessivamente per due terzi nella valutazione finale.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Inglese