Diritto delle procedure concorsuali

  • A.A. 2015/2016
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-63
Livia Di Cola / Professoressa di ruolo - II fascia / Diritto processuale civile (IUS/15)
Dipartimento di Giurisprudenza
Prerequisiti

Da Regolamento didattico (art. 7):
Non sono previste propedeuticità e quindi l'accesso agli esami è libero a prescindere dall'anno di iscrizione al corso.

Obiettivi del corso

OBIETTVI FORMATIVI: Il corso di studio, inserito nel percorso formativo Business Law incentrato sulle discipline relative all'organizzazione e al funzionamento dei mercati, si propone di contribuire alla formazione di un laureato con un livello avanzato di conoscenze ed una sviluppata capacità di comprensione dell'evoluzione delle dinamiche dei rapporti economici e commerciali e del ruolo dello Stato e degli enti sovranazionali nella disciplina dei rapporti in questione.
Il corso di studio in diritto delle Proceduere concorsuali, in particolare, si propone di attribuire allo studente le conoscenze necessarie per comprendere e governare i meccanismi giuridici che entrano in gioco in un momento della vita di un'impresa (pubblica o provata che sia) assai compesso, quello della crisi economica.
RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI: Il corso vuole contribuire a formare un laureato con un'elevata capacità manageriale, spendibile anche nei momenti di crisi dell'impesa, pubblica o privata.

Programma del corso

Il corso si articolarà sui seguenti argomenti:

1) Il fallimento:
a) I presupposti soggettivi ed oggettivi del fallimento;
b) L'istruttoria prefallimentare ed i possibili esiti;
c) La sentenza dichirativa del fallimento ed i suoi effetti;
d) Gli organi della procedura fallimentare;
e) Gli effetti del fallimento: per il fallito, per i creditori, sui rapporti giuridici preesistenti;
f) L' accertamento del passivo e dei diritti reali dei terzi;
g) L'esercizio provvisorio e la liquidazione dell'attivo;
h) La ripartizione dell'attivo;
i) La cessazione della procedura del fallimento e l'esedebitazione;

2) Le soluzioni negoziate della crisi:
a) Il concordato preventivo;
b) Gli accordi di ristrutturazione dei debiti;

3) Le procedura concorsuali amministrative
a) La liquidazione coatta amministravica;
b) L'amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Guglielmucci, aggiornato da Padovini Diritto fallimentare Giappichelli, Tprino, 2015
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Per i frequentanti sono esclusi: il capitolo nono; la parte quarta del capitolo dodicesimo

Metodi didattici
  • Allo scopo di assicurare il perseguimento degli indicati obiettivi in termini di conoscenza e comprensione, l'attività didattica è organizzata in lezioni frontali, che contemplano anche lo studio e la discussione di casi pratici.
    Sono previste, inoltre, attività seminariali volte a capitalizzare l'esperienza proveniente da figure professionali di alto livello, operanti in organizzazioni pubbliche e private.
Modalità di valutazione
  • La prova di accertamento è orale. Si articolerà in una serie di domande tese ad accertare la conoscenza teorica da parte dello studente degli argomenti presentati a lezione.
    La valutazione mirerà ad accertare le competenze acquisite e la corretta
    esposizione degli argomenti richiesti, nonché la proprietà nell'uso della terminologia.
    Per i frequentanti son previste delle esercitazioni scritte intermedie sugli argomenti spiegati a lezione.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Italiano