Diritto della circolazione dei beni

  • A.A. 2015/2016
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-14
Luca Barchiesi / Professore di ruolo - I fascia / Diritto privato (IUS/01)
Dipartimento di Economia e Diritto
Prerequisiti

Non è prevista alcuna propedeuticità necessaria, ma è consigliabile aver superato gli esami di diritto costituzionale, diritto privato e diritto commerciale.

Obiettivi del corso

Obiettivi. Il corso si inserisce nel nuovo percorso formativo di consulente per i trasporti, sollecitato da organizzazioni e associazioni professionali di categoria. E' volto alla valorizzazione di una nuova figura professionale che costituisce l'intemediario, qualificato sul piano di competenze e abilità giuridiche ed economiche, tra l'impresa di trasporti e i vari stakeholders.
Risultati. Lo studente deve saper coniugare conoscenze generali e specialistiche con l'esigenza di trattare e risolvere problematiche operative.

Programma del corso

Parte generale: modi di acquisto della proprietà e riserva di legge; modi di acquisto a titolo derivativo; la disciplina sostanziale degli atti di disposizione sui beni mobili registrati; usucapione dei beni mobili registrati; il mandato all'acquisto e alla vendita dei beni mobili registrati; la pubblicità degli atti e delle vicende relativi ai beni mobili registrati; privilegi marittimi e aeronautici; ipoteca su navi e aeromobili; pignoramento, sequestro e vincoli di indisponibilità su beni mobili registrati.
Parte speciale: la vendita di cose mobili (disciplina nazionale e internazionale)

Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Testi e materiali di studio, relativi alla parte generale e alla parte speciale del corso, verranno indicati in occasione della prima lezione.

Metodi didattici
  • Le lezioni frontali sono caratterizzate da scambi di opinioni e riflessioni, tesi a coinvolgere costantemente lo studente sui temi trattati. Particolare attenzione viene riservata all'uso di un linguaggio interdisciplinare e alla utilizzazione di un metodo, attraverso il quale il singolo istituto, anche se specialistico, viene appositamente collocato nel quadro sistematico di riferimento.
Modalità di valutazione
  • La valutazione finale dello studente consiste in un esame orale che verte in particolare sulla verifica della acquisizione delle conoscenze relative al fenomeno giuridico della circolazione dei beni mobili registrati e non, quale fenomeno connesso ai vari aspetti operativi della impresa e della attività dei trasporti. Viene verificata altresì la capacità di comunicare efficacemente nel linguaggio di specialità.
    Agli studenti frequentanti sono proposti argomenti singoli da trattare mediante brevi dissertazioni scritte che saranno altresì oggetto di discussione e di valutazione nell'esame finale.