Comunicazione pubblica

  • A.A. 2014/2015
  • CFU 8
  • Ore 40
  • Classe di laurea LM-59
Lucia D'Ambrosi / Ricercatore / Sociologia dei processi culturali e comunicativi (SPS/08)
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
Prerequisiti

Dimostrare una buona conoscenza dei principali modelli della comunicazione

Obiettivi del corso

Obiettivo principale del corso è fornire una conoscenza di base dei fondamenti concettuali e dei principali campi di applicazione della comunicazione pubblica, in ambito nazionale e europeo. Gli studenti svilupperanno lo spirito critico in relazione alla disciplina d'insegnamento e acquisiranno le tecniche e gli strumenti operativi utili a gestire l'attività di informazione e comunicazione nelle Pubbliche Amministrazioni.

Programma del corso

Il corso si divide in due parti. La prima parte approfondisce l'ambito generale della comunicazione pubblica in Italia con riferimento ai seguenti argomenti: le definizioni e gli approcci interpretativi; il quadro normativo; i modelli, le funzioni ed i campi di applicazione della comunicazione pubblica ( Urp, Ufficio Stampa); il linguaggio, le tecniche e gli strumenti della comunicazione pubblica; la partecipazione del cittadino e i processi decisionali inclusivi; l'egovernment e l'uso delle nuove tecnologie nella Pubblica Amministrazione. La seconda parte del corso si sofferma sulle Istituzioni Europee e sugli attori principali che gestiscono l'attività di informazione e comunicazione.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Priulla G. La comunicazione delle pubbliche amministrazioni Laterza, Milano, 2008
  • 2.  (A) D'Ambrosi Lucia, Giardina Valentina Pubblica Amministrazione e Partecipazione Carocci, Roma, 2006
  • 3.  (A) D'Ambrosi L., Maresi A. 2013 Communicating Europe in Italy Eum, Macerata, 2013
  • 4.  (A) Harrison J., Wessels B. Mediating Europe. New Media, Mass Communications, and the European Public Sphere Berghahn, Oxford, 2012
  • 5.  (A) Bellucci P., Conti N. Gli italiani e l'Europa. Opinione pubblica, élite politiche e media Carocci, Roma, 2012
  • 6.  (A) Cornia A. Notizie da Bruxelles. Logiche e problemi della costruzione giornalistica dell'Unione europea, FrancoAngeli, Roma, 2011
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Altre informazioni / materiali aggiuntivi
Il programma da 8 CFU prevede lo studio di tre testi:
1.Priulla G., La comunicazione delle pubbliche amministrazioni, Laterza 2008
2.D'Ambrosi L., Pubblica Amministrazione e partecipazione, Carocci, 2006
Un terzo libro a scelta tra:
D'Ambrosi L., Maresi A., Communicating Europe in Italy, Eum, 2013
Harrison J., Wessels B., Mediating Europe. New Media, Mass Communications, and the European Public Sphere Berghahn, 2012
Bellucci P., Conti N., Gli italiani e l'Europa. Opinione pubblica, élite politiche e media, Carocci, 2012
Cornia A., Notizie da Bruxelles. Logiche e problemi della costruzione giornalistica dell'Unione europea, FrancoAngeli, 2011

Il programma da 6 CFU prevede lo studio di due testi:
1. Priulla G., La comunicazione delle pubbliche amministrazioni, Laterza 2008
2. D'Ambrosi L., Pubblica Amministrazione e partecipazione, Carocci, 2006

STUDENTI ERASMUS: Gli studenti possono studiare uno dei seguenti testi:
L. D'Ambrosi, A. Maresi, Communicating Europe in Italy. Shortcomings and opportunities, Eum, Macerata, 2013
Harrison J., Wessels B., Mediating Europe. New Media, Mass Communications, and the European Public Sphere Berghahn, 2012
Gli studenti Erasmus devono, inoltre, realizzare una tesina su un argomento a scelta che sia trattato nel testo d'esame.

Metodi didattici
  • - Lezioni frontali dialogate
    - Esercitazioni in piccolo e medio gruppo
    - Visione di materiali audio-video
    - Presentazione e discussione di studi di caso
Modalità di valutazione
  • La verifica dell'apprendimento è orale e verte sulla conoscenza degli argomenti trattati a lezione e sullo studio dei testi e dei materiali disponibili nella web cattedra. Nell'ambito del corso verranno proposte esercitazioni di gruppo e/o individuali che faranno parte della valutazione finale.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Italiano

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Inglese