Comunicazione di massa e nuovi media

  • A.A. 2017/2018
  • CFU 8
  • Ore 40
  • Classe di laurea L-20
Lucia D'Ambrosi / Ricercatrice / Sociologia dei processi culturali e comunicativi (SPS/08)
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
Prerequisiti

Il corso non richiede il possesso di prerequisiti specifici. Si consiglia la conoscenza dei
principali modelli della comunicazione e degli approcci di ricerca della Sociologia e della
Semiotica caratterizzanti lo studio dell'interazione comunicativa.

Obiettivi del corso

Il corso Comunicazione di massa e nuovi media è rivolto agli studenti del secondo anno
per gli indirizzi di studio "Comunicazione di Massa" e "Comunicazione di impresa."
Il corso si pone l'obiettivo di studiare i processi di produzione e analisi dell'interazione
comunicativa nei sistemi complessi, in relazione all'evoluzione delle teorie più
significative della comunicazione di massa e dei nuovi media.
Risultati attesi: Gli studenti acquisiranno conoscenze teoriche sulle trasformazioni
socioculturali e tecnologiche che hanno caratterizzato l'evoluzione dei mezzi di
comunicazione. Saranno, inoltre, in grado di comprendere le specificità e le potenzialità
dei media tradizionali e delle tecnologie digitali nonché di applicare strumenti di analisi
critica dei linguaggi della comunicazione di massa e dei nuovi media.

Programma del corso

Il corso approfondisce lo studio delle teorie dei mezzi di comunicazione a partire dai primi
decenni del XX secolo fino ai cambiamenti introdotti a livello socioculturale dai media
digitali. Il corso si articola in tre moduli. Il primo modulo esamina il ruolo dei mezzi di
comunicazione nelle società moderne e le teorie più significative. Gli argomenti principali
riguardano le interazioni mediate, le teorie sugli effetti dei media e i modelli comunicativi, gli
usi sociali dei media (3 CFU). Il secondo modulo privilegia lo studio dei nuovi media e delle
diverse forme di interazione comunicativa attivate nella network society (3 CFU). Tra gli
argomenti principali: le caratteristiche e gli effetti sociali dei media digitali, gli usi creativi
della rete, la ricerca qualitativa sull'Audience 2.0.
Il terzo modulo approfondisce lo sviluppo dei nuovi movimenti sociali, quali la rivolta
egiziana, gli indignados spagnoli, gli occupy negli Stati Uniti, focalizzando lo studio sulle
forme innovative di auto- organizzazione e partecipazione favorite dalle tecnologie digitali
(2CFU).
In linea con la tematica trasversale (condivisa lo scorso anno con le altre aree dell'ambito
sociologico e delle scienze umane) "Pregiudizio e diversità", si approfondirà la questione
delle asimmetrie comunicative e relazionali in contesti online e offline.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Capecchi S. L'audience attiva Carocci, Roma, 2015
  • 2.  (A) Stella, R., Riva, C., Scarcelli, M., Drusian, M. Sociologia dei New Media Utet Università , Milano, 2014
  • 3.  (C) Boccia Artieri G. Gli effetti sociali del web FrancoAngeli, Milano, 2015
  • 4.  (C) Castells M. Reti di indignazione e speranza. Movimenti sociali nell'era di internet Università Bocconi, Milano, 2015
  • 5.  (C) Couldry N. Sociologia dei nuovi media. Teoria sociale e pratiche mediali digitali Pearson, Milano, 2015
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Il programma per gli studenti frequentanti e non frequentanti è lo stesso.

Il programma da 8 CFU prevede lo studio di due testi:
1. Capecchi S., L'audience attiva, Carocci, 2015 ( fino a pag. 200)
2. Stella, R., Riva, C., Scarcelli, M., Drusian, M. (2014). Sociologia dei New Media. Utet Università

Il programma da 6 CFU, (riservato a studenti che hanno nel proprio piano di studi l'insegnamento offerto da 6 cfu) prevede lo studio di due testi: prevede lo studio di un testo:
1.Capecchi S., L'audience attiva, Carocci, 2015

Durante le lezioni saranno suggerite agli studenti alcune letture di approfondimento.

Tali materiali saranno disponibili nella pagina web della docente alla voce materiali. Il numero di pagine dei testi di studio corrisponde ad un carico didattico congruo alla materia d'esame.

Per gli studenti iscritti ai "servizi aggiuntivi di didattica on-line", oltre alle presentazioni in ppt, saranno rese disponibili le audioregistrazioni delle lezioni e alcuni materiali di approfondimento. La docente è disponibile per video-chiamate da concordare con il tutor tecnico.


STUDENTI ERASMUS. Gli studenti devono studiare il seguente testo:
Arvidsson A., Delfanti A.,Introduzione ai media digitali, Il Mulino (seconda edizione), 2016. Gli studenti devono, inoltre, realizzare una tesina su un argomento a scelta che sia trattato nel testo d'esame

Metodi didattici
  • - Lezioni frontali dialogate
    - Visione di materiali audio-video
    - Esercitazioni e analisi di studio di caso per accrescere soft skill personali

Modalità di valutazione
  • La verifica dell'apprendimento è orale e sarà espressa in voto. Le domande saranno tese ad
    accertare la conoscenza delle teorie della comunicazione di massa, gli approcci di studio in
    cui si inseriscono nonchè la capacità critica-argomentativa dello studente .
    Nell'ambito del corso saranno, inoltre, previste prove semistrutturate per frequentanti e non
    frequentanti, con domande a risposta chiusa e aperta, che faranno parte della valutazione
    finale. Le prove saranno utili per valutare la conoscenza degli argomenti trattati a lezione,
    verificare la capacità di sintesi argomentativa dello studente nonché ad accertare la
    competenza d'uso di strumenti d'analisi dei testi mediali.

Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Italiano

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Inglese