Didattica delle scienze filosofiche - Mod. 2

  • A.A. 2018/2019
  • CFU 2
  • Ore 10
  • Classe di laurea LM-78
Luigi Alici / Professore di ruolo - I fascia / Filosofia morale (M-FIL/03)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Competenze filosofiche tipicamente maturate in un corso di laurea triennale in filosofia

Obiettivi del corso

Attraverso l'analisi di alcuni paradigmi filosofici fondamentali, il corso di Didattica delle Scienze filosofiche intende favorire l'acquisizione delle competenze tematiche fondamentali finalizzate all'insegnamento della Filosofia nella Scuola secondaria superiore. Sul piano metodologico, il corso tende a promuovere capacità di analisi e sintesi, flessibilità cognitiva, autonomia di progettazione e ricerca delle fonti, abilità relazionali e cooperative, competenze comunicative elevate. Nello specifico, questo modulo ha l'obiettivo di far acquisire capacità di analisi, argomentazione e valutazione critica in relazione a questioni complesse, favorendo una conoscenza articolata dei principali paradigmi filosofici e delle loro più importanti implicazioni didattiche.

Programma del corso

Il corso di Didattica delle Scienze filosofiche si compone di tre moduli, opportunamente coordinati tra di loro:
1. Stili della filosofia e suoi insegnamenti
2. Paradigmi filosofici e modalità di insegnamento
3. Filosofia e pluralità dei linguaggi.

Il modulo (2. Paradigmi filosofici e modalità di insegnamento) ha la seguente articolazione:
- La filosofia nel mondo classico: scuole e condizioni di comunicabilità
- Teoria e pratica dell'insegnamento filosofico secondo Kant e Hegel.
- Il dibattito contemporaneo
- Individuazione, elaborazione e comparazione di unità didattiche

È prevista la mutuazione di questo corso, con un valore di 3 CFU, da parte del Percorso formativo per il conseguimento dei 24 CFU (PF24) necessario per l'accesso al concorso nazionale, per esami e titoli, di selezione dei candidati da ammettere al percorso FIT su posti comuni e di sostegno nella scuola secondaria, sulla base delle disposizioni contenute nel Decreto legislativo del 13 aprile 2017, n. 59 e nel Decreto ministeriale del 10 agosto 2017, n. 616.
Per gli studenti del PF24 ciascun modulo ha il valore di 1 CFU e il relativo programma e la parte delle lezioni che è opportuno frequentare sono conseguentemente ridotti secondo quanto di seguito specificato.
Per tali studenti le lezioni da frequentare sono esclusivamente quelle del 30 ottobre (ore 15-17), 6 novembre (ore 15-17), 13 novembre (ore 15-16).


Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) L. Illetterati (a cura di) Modelli di pensiero e pratiche didattiche Utet, Torino, 2007 » Pagine/Capitoli: Seconda parte
  • 2.  (C) Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la valutazione del Sistema nazionale di istruzione del MIUR Orientamenti per l'apprendimento della Filosofia nella società della conoscenza disponibile online: http://www.indire.it/wp-content/uploads/2017/12/Documento-Orientamenti.pdf, MIUR, 2017
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Avvertenze
I. Programma da 2 CFU
1) Gli studenti che assicurano una presenza attiva saranno guidati nella stesura di un breve elaborato scritto (al massimo 2000 parole, da consegnare almeno una settimana prima dell'esame), in cui si spiega come progettare un'unità didattica su uno degli argomenti trattati in classe (o eventualmente su un altro argomento concordato con il docente), evidenziando l'indicazione degli obiettivi formativi, delle metodologie di apprendimento e dei criteri di valutazione. L'elaborato sarà oggetto di valutazione finale, insieme alla conoscenza di almeno due saggi del testo di riferimento
2) Gli studenti non frequentanti, previo accordo con il docente, potranno preparare in forma scritta (al massimo 2000 parole, da consegnare almeno una settimana prima dell'esame), un'unità didattica su almeno due saggi a scelta tra quelli indicati nel testo di riferimento e dimostrare la conoscenza dell'intera seconda parte del medesimo testo.
II. Programma da 1 CFU
1) Gli studenti che assicurano una presenza attiva saranno guidati nella stesura di un breve elaborato scritto (al massimo 2000 parole, da consegnare almeno una settimana prima dell'esame), in cui si spiega come progettare un'unità didattica su uno degli argomenti trattati in classe (o eventualmente su un altro argomento concordato con il docente), evidenziando l'indicazione degli obiettivi formativi, delle metodologie di apprendimento e dei criteri di valutazione. L'elaborato sarà oggetto di valutazione finale
2) Gli studenti non frequentanti, previo accordo con il docente, potranno preparare in forma scritta (al massimo 2000 parole, da consegnare almeno una settimana prima dell'esame), un'unità didattica su almeno un saggio a scelta tra quelli indicati nel testo di riferimento e dimostrare la conoscenza di almeno tre saggi della seconda parte del medesimo testo.

Metodi didattici
  • - Lezioni frontali dialogate e partecipate
    - Approfondimento seminariale e gruppi di discussione
    - Guida nella produzione di testi scritti

Modalità di valutazione
  • L'esame finale è unico, ma sono previste valutazioni parziali all'interno dei tre moduli, che concorreranno con percentuali uguali alla determinazione del voto finale.
    La valutazione specifica del Modulo 2 prevede:
    - 60 % del voto: elaborato scritto
    - 40% del voto: esame orale consistente in una breve discussione dell'elaborato scritto e di due saggi del volume indicato (dell'intera seconda parte per gli studenti non frequentanti), volto ad accertare competenze cognitive e comunicative e - per gli studenti frequentanti - le attitudini relazionali manifestate negli approfondimenti seminariali e nei gruppi di discussione.
    Indicatori per la valutazione di entrambe le modalità d'esame:
    - Correttezza e completezza delle conoscenze acquisite (50%).
    - Organizzazione logica, capacità di sintesi e chiarezza espositiva (50%)