Etica fondamentale - Mod. 2 - etica pubblica

  • A.A. 2018/2019
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-78
Luigi Alici / Professore di ruolo - I fascia / Filosofia morale (M-FIL/03)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Conoscenza completa della Storia della filosofia e possesso di nozioni fondamentali intorno ai metodi, obiettivi e tradizioni della Filosofia morale. Capacità di comprendere criticamente testi filosofici e stabilire connessioni teoriche

Obiettivi del corso

Attraverso l'analisi di due opere di Habermas, l'obiettivo è:
- favorire una conoscenza articolata della problematica
- essere in grado di discuterne le implicazioni etiche e politiche
- far acquisire capacità di analisi e sintesi, argomentazione logica e valutazione critica di questioni complesse
- sviluppare competenze comunicative elevate e abilità relazionali.

Programma del corso

Etica e alterità: Habermas e l'inclusione dell'altro

1. Orizzonti: liberalismo politico e visioni del mondo nella postmodernità

2. "Teoria della morale":
a) Etica del discorso e ragione pratica
b) Giustizia e solidarietà

3. "L'inclusione dell'altro":
a) Democrazia e diritti umani
b) Inclusione: coinvolgere o assimilare?



Ai sensi del Regolamento didattico di ateneo, concernente la "possibilità di autorizzare (soprattutto per i corsi di laurea magistrale e di formazione avanzata) progetti di sperimentazione, ispirati a principi di innovazione didattica, che prevedano anche attività svolte in forme interdisciplinari e cooperative, sulla base di un coinvolgimento collegiale di più docenti" (art. 6, come 6, lett. C), la collaborazione fra gli insegnamenti di "Ermeneutica testuale nel pensiero antico" (prof.ssa Arianna Fermani) e di "Etica Fondamentale", modulo II, "Etica pubblica" (Prof. Luigi Alici) concorre allo sviluppo di un modulo interdisciplinare sul tema: "Ospitalità e inclusione: tra antico e moderno".? Il modulo, di cui verranno concordate con gli studenti forme e modalità, intende sviluppare attitudini cooperative, flessibilità cognitiva, capacità di articolare e coordinare temi e problemi in prospettiva interdisciplinare, favorendo il confronto di categorie e metodologie a partire da diversi ambiti del sapere e lo sviluppo di paradigmi argomentativi plurali. NON si richiede che gli studenti frequentino obbligatoriamente i due corsi.


Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) J. Habermas Teoria della morale Laterza, Roma-Bari , 2016 » Pagine/Capitoli: per intero, in alternativa a "L'inclusione dell'altro"
  • 2.  (A) J. Habermas L'inclusione dell'altro. Studi di teoria politica Feltrinelli, Milano, 2013 » Pagine/Capitoli: per intero, in alternativa a "Teoria della morale"
  • 3.  (A) S. Petrucciani Introduzione a Habermas Laterza, Roma-Bari, 2004 » Pagine/Capitoli: per intero, in alternativa a Ceppa
  • 4.  (A) L. Ceppa Il diritto della modernità. Saggi habermasiani Trauben, Torino, 2018 » Pagine/Capitoli: per intero, in alternativa a Petrucciani
  • 5.  (C) D. Rasmussen Leggere Habermas. Con una bibliografia di René Görtzen Liguori, Napoli, 1993
  • 6.  (C) W. Privitera Il luogo della critica: per leggere Habermas Rubbettino, Soveria Mannelli , 1996
  • 7.  (C) H. Honneth Critica del potere. La teoria della società in Adorno, Foucault e Habermas Dedalo, Bari, 2002
  • 8.  (C) G. Cunico Lettura di Habermas: filosofia e religione nella società post-secolare Queriniana, Brescia, 2009
  • 9.  (C) A. De Simone, L. Alfieri Per Habermas Morlacchi, Perugia, 2009
  • 10.  (C) S. Mollicchi Politica, verità e consenso. Saggio su Habermas e Putnam ETS, Pisa, 2012
  • 11.  (C) L. Ceppa Habermas. Le radici religiose del moderno Morcelliana, Brescia, 2017
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Avvertenze
1) Programma da 6 CFU:
a) per gli studenti che assicurano una frequenza attiva, lo studio può essere limitato a due dei testi obbligatori:
a1) uno di Habemas, a scelta tra "Teoria della morale" e "L'inclusione dell'altro"
a2) uno a scelta tra S. Petrucciani, "Introduzione a Habermas" e L. Ceppa, "Il diritto della modernità"
b) chi partecipa a un'attività seminariale, con la produzione di un testo scritto, è esonerato dall'opera a scelta di cui al punto a2)
c) i testi consigliati offrono ulteriori opportunità di approfondimento, accreditabili previo accordo con il docente;
d) agli studenti non frequentanti o con debiti di frequenza saranno proporzionatamente assegnati, previo accordo con il docente, percorsi di studio integrativo.
2) Programma da 9 CFU: ai due testi obbligatori deve essere aggiunto un terzo libro, scelto tra a1) e a2)

Metodi didattici
  • - Lezioni frontali dialogate e partecipate
    - Approfondimento seminariale e gruppi di discussione
    - Possibilità di produrre di testi scritti
Modalità di valutazione
  • La prova è orale, con possibilità di valutazione di testi scritti, ed è volta ad accertare:
    - per il 30%: quantità e qualità delle conoscenze;
    - per il 30%: capacità di analisi, organizzazione e argomentazione logica;
    - per il 20%: competenze comunicative e abilità relazionali manifestate negli approfondimenti seminariali e nei gruppi di discussione;
    - per il 20%: chiarezza e rigore espositivo nell'esposizione scritta e orale.