Seminario di filosofia della mente - Fisicalismo, emergentismo, dualismo

  • A.A. 2018/2019
  • CFU 3
  • Ore 21
  • Classe di laurea L-5
Michele Paolini Paoletti / Professore a contratto
Prerequisiti

Nessun prerequisito.

Obiettivi del corso

- Conoscenza delle principali opzioni filosofiche nel dibattito contemporaneo in metafisica della mente, degli argomenti a sostegno di ciascuna opzione e delle obiezioni più rilevanti.
- Capacità di ricostruire e valutare un argomento filosofico.
- Uso consapevole dei termini più significativi presenti nel suddetto dibattito.

Programma del corso

Nel seminario esamineremo i problemi filosofici espressi dalle seguenti domande:
(1) io sono distinto dal mio corpo? E dal mio cervello?
(2) In quale misura io dipendo dal mio corpo? E dal mio cervello?
(3) Gli stati mentali (es. desiderare che domani faccia bel tempo o pensare che domani farà bel tempo) sono identici a stati corporei - o neurali?
(4) In quale misura gli stati mentali dipendono dagli stati corporei - o neurali?
(5) E dunque: io potrei esistere e avere stati mentali, senza il mio corpo, il mio cervello, e senza alcun corpo né alcun cervello?

Focalizzandosi sulla metafisica della mente contemporanea, approfondiremo varie opzioni di risposta e valuteremo i principali argomenti a sostegno di ciascuna opzione e le obiezioni più rilevanti.

Da un lato, guarderemo anche ad alcune dottrine "classiche" della tradizione metafisica occidentale e, in particolare, alle tesi di Platone, Aristotele, Avicenna, Tommaso d'Aquino, Descartes, Spinoza, Leibniz, Locke, Hume, Berkeley. Dall'altro, richiameremo alcune recenti acquisizioni delle neuroscienze, riguardanti soprattutto la neuroplasticità.

I temi delle lezioni saranno i seguenti:
(i) breve introduzione alla metafisica della mente; comportamentismo e teoria dell'identità "classica";
(ii) formulare il fisicalismo; il problema della realizzabilità multipla degli stati mentali; le "nuove" teorie dell'identità e l'eliminativismo;
(iii) il fisicalismo non-riduzionista; uomini e robot; che cosa è fisico?
(iv) l'argomento dell'esclusione di Jaegwon Kim e altri problemi del fisicalismo non-riduzionista;
(v) motivare il dualismo; dualismo delle proprietà e dualismo parallelista;
(vi) il dualismo delle sostanze e le sue varietà;
(vii) oltre il dualismo e il fisicalismo: monismo, panpsichismo e idealismo;
(viii) emergentismo;
(ix) forma e materia: il "nuovo" ilomorfismo;
(x) e dunque: potrei esistere disincarnato? Il problema della mia immortalità.

Tutti gli studenti (frequentanti e non-frequentanti) sono tenuti allo studio del manuale adottato (vedi sotto) e delle slides del docente.
Gli studenti non-frequentanti dovranno anche studiare i capitoli IV e V (pp. 151-228) del libro "Fenomeni Mentali" di Tim Crane (Cortina, Milano 2003)

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Andrea Lavazza Filosofia della Mente La Scuola, Brescia, 2015
  • 2.  (C) William Jaworski Philosophy of Mind. A Comprehensive Introduction Wiley-Blackwell, Oxford, 2011
  • 3.  (C) John Heil Philosophy of Mind. A Contemporary Introduction Routledge, London-New York, 2013
  • 4.  (C) Michele Paolini Paoletti Materialismo e Fisicalismo. Questioni filosofiche contemporanee Carocci, Roma, 2015
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Tutti gli studenti (frequentanti e non-frequentanti) sono tenuti allo studio del manuale adottato (vedi sotto) e delle slides del docente.
Gli studenti non-frequentanti dovranno anche studiare i capitoli IV e V (pp. 151-228) del libro "Fenomeni Mentali" di Tim Crane (Cortina, Milano 2003)

Metodi didattici
  • Il docente introdurrà i temi, gli argomenti e le obiezioni. Gli studenti potranno intervenire con domande, obiezioni e valutazioni argomentate.
    Qualora i numeri lo consentissero, gli studenti potranno effettuare brevi presentazioni di testi e argomenti.
    Ogni lezione durerà 2 ore - ad eccezione dell'ultima lezione (3 ore).
Modalità di valutazione
  • Per conseguire i CFU previsti, il seminario prevede una valutazione di idoneità.
    L'idoneità sarà conseguita sulla base di un breve esame orale sui contenuti del corso, tenendo presenti sia il manuale adottato che le slides del docente. Per gli studenti frequentanti, si terrà conto anche della partecipazione attiva durante le lezioni. Inoltre, per gli studenti frequentanti, l'esame orale potrebbe essere sostituito da un test scritto. Per gli studenti non-frequentanti, l'esame orale verterà anche sui capitoli IV e V (pp. 151-228) del libro "Fenomeni Mentali" di Tim Crane (Cortina, Milano 2003).
    I criteri di valutazione saranno:
    - conoscenza dei temi trattati nel corso (60%);
    - capacità argomentativa (30%);
    - chiarezza espositiva e correttezza stilistica (10%).
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Inglese