Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Home Manuela Martellini Didattica 2016/2017 Filologia della letteratura italiana del rinascimento

Filologia della letteratura italiana del rinascimento

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-14,15
Manuela Martellini / Professore a contratto
Prerequisiti

Conoscenza della storia letteraria italiana rinascimentale

Obiettivi del corso

Il corso intende illustrare la svolta apportata in età umanistico-rinascimentale dalla nascita della filologia e le questioni inerenti alla filologia della copia, dei testi a stampa e d'autore. I risultati di apprendimento attesi consistono nella comprensione da parte dello studente delle questioni teoriche e applicative della disciplina in relazione agli autori e ai testi della letteratura italiana del Rinascimento, nell'acquisizione di un adeguato lessico filologico e della capacità di leggere, analizzare e interpretare un saggio critico di natura filologica.

Programma del corso

Il corso illustrerà le modalità di sviluppo della nuova filologia umanistico-rinascimentale e le grandi figure che ne hanno segnato le tappe. Si fornirà un quadro delle problematiche filologiche connesse all'introduzione della stampa, alle nuove tradizioni testuali che ne derivano, alla coesistenza di manoscritto e testo a stampa e alle singole scelte degli autori che privilegiano una sola delle due forme. In particolare saranno approfonditi i casi testuali e editoriali delle "Satire" e dell' "Orlando furioso" di Ludovico Ariosto e del "Galateo" di Giovanni Della Casa, quali modelli esemplificativi delle diverse scelte di trasmissione di un testo, anche da parte di uno stesso scrittore. Per illustrare le questioni relative all'allestimento degli apparati critici, al trattamento delle varianti e alla coesistenza di proposte plurime di ricostruzione testuale, si prenderà visione insieme agli studenti delle edizioni critiche delle suddette opere, attraverso la lettura e l'analisi delle rispettive Note al testo.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) C. Fahy Introduzione alla bibliografia testuale, in Id., Saggi di bibliografia testuale Antenore, Padova, 1988 » Pagine/Capitoli: pp. 33-63
  • 2.  (A) A.Stussi Filologia d'autore, in Fondamenti di critica testuale, a cura di A. Stussi il Mulino, Bologna, 2006 » Pagine/Capitoli: pp. 167-179
  • 3.  (A) C. Fahy L'autore in tipografia: le edizioni ferraresi dell' "Orlando furioso", in AA.VV., I libri di "Orlando innamorato" Panini, Modena, 1987 » Pagine/Capitoli: pp. 105-115
  • 4.  (A) L. Caretti Della Casa uomo pubblico e scrittore, in Id., Antichi e moderni Einaudi, Torino, 1976 » Pagine/Capitoli: pp. 135-150
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Studenti frequentanti: informazioni e indicazioni dettagliate sulla bibliografia e sulle Note al testo delle edizioni critiche che saranno oggetto di lettura e analisi si daranno all'inizio del corso.

Programma per studenti non frequentanti:
- C. Fahy, Saggi di bibliografia testuale, Padova, Antenore, 1988, capp. II (Introduzione alla bibliografia testuale, pp. 33-63) e XIII (L. Ariosto, «Orlando furioso», Ferrara, Francesco Rosso, 1532: profilo di una edizione, pp. 245-263)
- A. Stussi, Filologia d'autore, in Fondamenti di critica testuale, a cura di A. Stussi, Bologna, il Mulino, 2006, pp. 167-179
- C. Segre, Nota al testo, in L. Ariosto, Satire, a cura di C. Segre, Torino, Einaudi, 1987, pp. XV-XXIX
- L. Caretti, Ariosto e Tasso, Torino, Einaudi, 2001
- G. Baldassarri, Il sistema tassiano, in Di mano propria: gli autografi dei letterati italiani, Atti del Convegno internazionale di Forlì (24-27 novembre 2008), Roma, Salerno, pp. 423-448

Metodi didattici
  • Lezioni frontali e dialogate consistenti nell'illustrazione e spiegazione delle questioni e delle problematiche teoriche e applicative dei metodi filologici e nella lettura, analisi e interpretazione di saggi critici di natura filologica.
Modalità di valutazione
  • L'esame sarà orale e consisterà in una serie di domande sui contenuti del corso, con le quali si intende accertare la comprensione delle questioni e delle problematiche affrontate sia a lezione sia attraverso l'analisi di saggi critici, la capacità di esporle e di argomentarle, l'acquisizione della terminologia specifica della disciplina.