Letteratura italiana

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 26
  • Ore 164
  • Classe di laurea LM-85 bis
Marco Dondero / Professore di ruolo - II fascia / Letteratura italiana (L-FIL-LET/10)
Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo
Prerequisiti

Conoscenza, a livello scolastico, delle linee generali della storia della letteratura
italiana, e di alcuni dei nostri principali autori (Dante, Petrarca, Boccaccio, Machiavelli,
Tasso, Alfieri, Belli, Leopardi, Gozzano, Montale).

Obiettivi del corso

Il corso si propone di fornire agli studenti gli strumenti metodologici per interpretare
un testo della tradizione letteraria italiana, in versi e in prosa. Durante il percorso gli
studenti acquisiranno conoscenze relative alla struttura compositiva dei testi (prosodia,
metrica, retorica, etc.) e ai diversi metodi di approccio alle opere letterarie (filologia,
critica stilistica, critica tematica, critica psicanalitica, etc.). Al termine del corso gli
studenti dovranno essere in grado di leggere criticamente un testo della nostra
tradizione, valorizzandone il potenziale formativo.

Programma del corso

Durante il corso verranno proposte letture ravvicinate di testi letterari, seguendo le
rappresentazioni delle figure femminili in diverse opere della nostra tradizione, sia in
versi sia in prosa. In particolar modo, partendo dal Duecento per arrivare agli anni
Duemila si analizzeranno testi dei seguenti autori (le opere saranno disponibili nei
"Materiali didattici" presenti nella pagina docente):
Duecento: Dante
Trecento: Petrarca, Boccaccio
Cinquecento: Bembo, Berni, Tasso, Machiavelli
Seicento: Giovanetti, Sempronio, Tingoli, Paoli, Melosio, Della Valle, Errico, Basile
Settecento: Vittorelli, Bertola, Frugoni, Alfieri
Ottocento: Belli, Leopardi
Novecento: Gozzano, Montale, Caproni, Brancati
Duemila: De Luca, Magrelli

Nel corso del Laboratorio, dopo una introduzione del docente gli studenti saranno
direttamente chiamati a produrre dei testi scritti (riassunti, parafrasi, commenti, saggi
brevi).

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) G. Ferroni Prima lezione di letteratura italiana Laterza, Roma-Bari, 2010 » Pagine/Capitoli: pp. 182
  • 2.  (A) C. Vecce Piccola storia della letteratura italiana Liguori, Napoli, 2009 » Pagine/Capitoli: Un capitolo, a scelta
  • 3.  (A) L. Serianni Italiani scritti Il Mulino, Bologna, 2007 » Pagine/Capitoli: pp. 200
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Oltre ai Testi Adottati e alle opere analizzate a lezione (presenti nei "Materiali didattici" nella pagina dell'insegnamento), ciascuno studente dovrà studiare un'opera letteraria (compresi l'introduzione e l'eventuale commento) più il relativo testo di critica, a scelta fra i dieci 'pacchetti' elencati qui sotto. Ad ogni 'pacchetto' si dovrà aggiungere lo studio del secolo relativo (Vita nova = Duecento, Canzoniere = Trecento, etc.) nel manuale di Vecce.

Dante
1a D. Alighieri, Vita nova, BUR Rizzoli, 2009, pp. 193
1b S. Carrai, Dante elegiaco. Una chiave di lettura per la "Vita nova", Olschki, 2006, pp. 121

Petrarca
2a F. Petrarca, Canzoniere, Einaudi Tascabili, 1992, Liriche da selezionare
2b G. Bertone, Il volto di Dio, il volto di Laura. La questione del ritratto. Petrarca "Rvf" XVI, LXXVII, LXXVIII, il nuovo melangolo, 2008, pp. 73

Machiavelli
3a N. Machiavelli, Mandragola, Oscar Mondadori, 2011, pp. 169
3b M.C. Figorilli, Machiavelli moralista. Ricerche su fonti, lessico e fortuna, Liguori, 2006, pp. 143

Alfieri
4a V. Alfieri, Vita scritta da esso, BUR Rizzoli, 2007, pp. 356
4b S. Costa, Lo specchio di Narciso. Autoritratto di un "homme de lettres". Su Alfieri autobiografo, Bulzoni, 1983, pp. 149

Leopardi 1
5a G. Leopardi, Canti, Newton Compton, 2007, pp. 310
5b N. Bellucci, Il "gener frale". Saggi leopardiani, Marsilio, 2010, pp. 190

Leopardi 2
6a G. Leopardi, Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl'Italiani, BUR Rizzoli, 2012, pp. 138
6b M. Dondero, Leopardi e gli italiani. Ricerche sul "Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl'Italiani", Liguori, 2000, pp. 142

De Roberto
7a F. De Roberto, I Viceré, I grandi libri Garzanti, 2004, pp. 651
7b D. De Liso, Percorsi derobertiani. Politica donne spazio, Loffredo, 2012, capp. 1 e 2

Montale
8a E. Montale, Ossi di seppia, Mondadori Oscar poesia del '900, 2003, pp. 268
8b G. Contini, Una lunga fedeltà. Scritti su Eugenio Montale, Einaudi, 2002, pp. 115

Brancati
9a V. Brancati, Il bell'Antonio, Oscar Mondadori, 2011, pp. 269
9b S. Verhulst, Vitaliano Brancati, una fantasia diabolica, Carocci, 2016, pp. 208

Pasolini
10a P.P. Pasolini, Ragazzi di vita, Garzanti, 2009, pp. 254
10b E. Golino, Pasolini il sogno di una cosa. Pedagogia, Eros, Letteratura dal mito del popolo alla società di massa, Tascabili Bompiani, 2005, pp. 291

PROGRAMMA PER IL CORSO IN SFP (V.O.);
Oltre alle opere analizzate a lezione (presenti nei "Materiali didattici" nella pagina dell'insegnamento), ciascuno studente dovrà studiare un'opera letteraria (compresi l'introduzione e l'eventuale commento) più il relativo testo di critica, a scelta fra i dieci 'pacchetti' elencati sopra.

NOTA: Si avverte in via preliminare che naturalmente leggere un testo letterario non corrisponde a studiare le pagine di un manuale. Nel confezionare i 'pacchetti' si è cercato dunque di tener conto di un criterio di giustizia: la lettura (consapevole) di un sonetto o di una canzone della "Vita nova" è più complessa della lettura di un brano di un romanzo novecentesco: pertanto i testi di critica che riguardano gli autori a noi prossimi sono generalmente più ampi, e il numero delle pagine complessive dei 'pacchetti' tende progressivamente a salire.

Metodi didattici
  • - Lezioni frontali dialogate
    - Esercitazioni pratiche di scrittura

Modalità di valutazione
  • L'esame sarà orale per quanto riguarda il corso, e volta a verificare in particolar
    modo la capacità di leggere criticamente i testi letterari(quelli esaminati a lezione e
    quelli scelti dai singoli studenti).
    Saranno accertate le capacità di riconoscere le strutture compositive dei testi, di
    analizzare le opere all'interno della poetica degli autori e di contestualizzarle nel
    periodo storico-letterario. Si terrà conto anche della chiarezza espositiva e della
    capacità di rielaborare in modo originale le nozioni ricavate dalla bibliografia critica.
    Per il Laboratorio, la verifica consisterà in prove scritte di carattere semi-strutturato
    e a basso livello di strutturazione che saranno effettuate in classe.
    Nella valutazione delle prove si terrà conto (oltre che della correttezza ortografica,
    sintattica e stilistica) dell'originalità e della pertinenza delle argomentazioni e della
    capacità di rielaborazione critica delle conoscenze apprese.