Storia della letteratura greca - Mod.b

  • Letteratura greca Classe: L-11
  • A.A. 2016/2017
  • CFU 6, 6(m)
  • Ore 30, 30(m)
  • Classe di laurea L-10, L-11(m)
Marco Fantuzzi / Professore di ruolo - I fascia / Lingua e letteratura greca (L-FIL-LET/02)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Conoscenza delle nozioni basilari della grammatica del greco.

Obiettivi del corso

Gli studenti saranno guidati attraverso la lettura di testi esemplari (brani dalla tragedia attica del V sec. e dalla poesia di Callimaco, Teocrito, e Apollonio Rodio} a comprendere le essenziali caratteristiche formali e contenutistiche del dramma attico classico e della poesia ellenistica.
Particolare attenzione sarà dedicata alla problematica dell' "impegno" sociale ed etico, vs politico stricto sensu, della tragedia e, specularmente, al ludico "disimpegno" e all'enfasi sulla ricercatezza formale della poesia ellenistica. Tra gli obiettivi frmativi saranno anche nozioni di retorica e stilistica, ed elementi di metrica e critica filologica del testo.

Programma del corso

Il corso si articola su DUE moduli, che saranno tenuti rispettivamente da prof. Ferrini
((poesia arcaica) nel Febbraio 2017 e Fantuzzi (poesia classica e ellenistica) nel
Marzo 2017. Il secondo modulo consistera' in una lettura antologica della tragedia
"Ecuba" di Euripide e dell' "Inno ad Apollo" di Callimaco.

Il programma per non frequentanti sarà identico a quello per frequentanti, ma i non frequentanti leggeranno tutta la tragedia "Baccanti" per intero, con l'aiuto del commento di Susanetti già indicato nel programma generale del corso, mentre i frequentanti saranno tenuti a essere preparati solo su versi letti in classe.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) M. Fantuzzi - R. Hunter Muse e modelli Laterza, Bari, 2002
  • 2.  (A) L. Battezzato Euripide, Ecuba Rizzoli, Milano, 2010
  • 3.  (A) G.B. D'alessio Callimaco Rizzoli, Milano, 2007 » Pagine/Capitoli: sezione sull' "Inno ad Apollo"
Metodi didattici
  • Lezione dialogata, discussioni seminariali, lezione frontale.
Modalità di valutazione
  • Esame orale finale.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

greco antico (una conoscenza basilare dell'inglese è raccomandabile ma non obbligatoria, per l'eventuale approfondimento della bibliografioa secondaria)

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Greco antico