Filologia greca

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-14,15
Maria Fernanda Ferrini / Professore di ruolo - II fascia / Lingua e letteratura greca (L-FIL-LET/02)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Buona conoscenza della lingua greca

Obiettivi del corso

Approfondimento delle conoscenze linguistiche. Acquisizione di specifiche capacità di
analisi filologica, e di un maturo metodo di studio e di indagine, attraverso la
puntuale esegesi del testo, nella complessità dei suoi aspetti.






Programma del corso

- L'epiprepeia e le associazioni analogiche nella seconda parte dei
Physiognomonica appartenenti al Corpus Aristotelicum.
- Testi di fisiognomica nelle tradizioni greco-latina e arabo-islamica
- I Physiognomonica del C.A. e la traduzione araba di Hunayn Ibn Ishaq.
- Le osservazioni filologiche di Giovan Battista Della Porta.
- La tradizione manoscritta dei Physiognomonica del Corpus Aristotelicum e
l'edizione di Richard Förster.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) M.F. Ferrini (a c. di) Aristotele, Fisiognomica Introduzione, traduzione, note e apparati Bompiani (Testi a fronte, 103), Milano, 2007
  • 2.  (A) M.F. Ferrini Per il testo dei Physiognomonica del Corpus Aristotelicum. Osservazioni in margine all'edizione di Richard Förster «Accademia Marchigiana di Scienze, Lettere ed Arti» Istituto culturale europeo, Ancona, 2009
  • 3.  (A) M.F. Ferrini "Animi a corporis motibus non sunt impassibiles" I Physiognomonica del Corpus Aristotelicum nel De Humana Physiognomonia di Giovan Battista Della Porta «Rivista di Cultura Classica e Medioevale» 54, 2 (2012) pp. 333-361, Pisa-Roma, 2012 » Pagine/Capitoli: pp. 333-361
Metodi didattici
  • Lezioni frontali dialogate, basate sulla lettura diretta e sul commento dei testi greci
    oggetto del corso.
Modalità di valutazione
  • Si valutano la capacità di comprensione e di analisi dei testi greci, esaminati durante
    le lezioni, e la maturità dell'esposizione.