Informazioni
» Vai all'elenco delle AULE TEAMS dei docenti

Civilta' dell'italia preromana

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 9, 6(m)
  • Ore 45, 30(m)
  • Classe di laurea LM-84, LM-14,15(m)
Maria Antonietta Rizzo / Professoressa di ruolo - II fascia / Etruscologia e antichità italiche (L-ANT/06)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

nozioni di storia antica, letteratura e archeologia greca e romana. Conoscenza della lingua inglese

Obiettivi del corso

Risultati di apprendimento: lo studente dovrà essere in grado di procedere ad un'analisi critica delle opere d'arte o di artigianato artistico sulla base di quanto affrontato a lezione e di muoversi all'interno delle situazioni storiche dell'Italia antica, cogliendo analogie, differenze, interconnessioni tra le culture artistiche delle varie popolazioni dell'Italia antica

Competenze e capacità attese
conoscenza dei lineamenti delle storia delle diverse popolazioni dell'Italia antica; capacità di analisi critica; proprietà di linguaggio, anche quello più specifico in ambito archeologico-artistico, capacità di analisi critica degli eventi storici, storico -artistici e culturali anche rispetto al contemporaneo mondo greco e romano

Programma del corso

Il corso intende dare un quadro della ceramografia e della pittura parietale etrusca in età orientalizzante (VII sec. a.C.) attraverso l'analisi delle produzioni artistiche ed artigianali più significative, sia attraverso l'esame delle opere dei maggiori ceramografi operanti soprattutto a Veio e Cerveteri (a cominciare dal Pittore delle Gru, Pittore di Amsterdam, Pittore dell'Eptacordo) per finire alle produzioni più correnti e "industralizzate" delle officine etrusco-corinzie, sia attraverso lo studio delle pitture parietali presenti solo in due centri dell'Etruria meridionale (Cerveteri e Veio)
Si analizzeranno anche i rapporti tra ceramografia e pittura soprattutto in relazione al mito greco, a partire dalle prime manifestazioni del primo quarto del VII secolo fino all'inizio dell'età arcaica.

CFU 6
La ceramografia orientalizzante. Le tombe orientalizzanti di Veio e Cerveteri.
I rapporti con le aree del mondo vicino-orientale.

CFU 9
La ceramografia orientalizzante. Le tombe orientalizzanti di Veio e Cerveteri.
I rapporti con le aree del mondo vicino-orientale. la trasmissione del mito greco in Etruria attraverso la documentazione ceramografica e attraverso le fonti letterarie antiche.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) AA.VV. Catalogo ragionato della pittura etrusca Jaca Book, Milano, 1985
  • 2.  (A) AA.VV. Pittura etrusca al Museo di Villa Giulia De Luca, Roma, 1988
  • 3.  (A) B. d'Agostino L'immagine, la pittura e la tomba nell'Etruria arcaica, in Prospettiva 32 --, Firenze, 1983 » Pagine/Capitoli: pp. 2-12
  • 4.  (A) M. Cristofani Storia dell'arte e acculturazione: le pitture tombali arcaiche di Tarquinia, in Prospettiva 7 --, Firenze, 1976 » Pagine/Capitoli: pp. 2-10
  • 5.  (A) G. Bartoloni Introduzione all'etruscologia Hoepli, Milano, 2012
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

PROGRAMMA da 6 CFU: testi 2, 3, 4
PROGRAMMA da 6 CFU non frequentanti: testi 2,3,4 più l'articolo: M. Cristofani-F. Zevi, La tomba Campana di Veio, in Archeologia Classica 17, 1965

PROGRAMMA da 9 CFU: testi 1,2,3,5 ( solo pp.343-394)
PROGRAMMA da 9CFU non frequentanti: testi 1,2,3,5 pp. 343-394), più l'articolo di B. d'Agostino, Achille e Troilo: immagini, testi, assonanze, in Annali Istituto Orientale di Napoli 7, 1985

I testi 3 e 4 saranno e gli articoli indicati in aggiunta per i non frequentanti saranno forniti in fotocopia dal docente.

Metodi didattici
  • Oltre alle lezioni frontali che avverranno attraverso l'ausilio di mezzi informatici, video, ricostruzioni 3D dei principali monumenti presentati ( tombe) si terranno delle visite al principale museo italiano di antichità etrusche, quello di Villa Giulia a Roma, e al museo nazionale di Cerveteri e di Tarquinia.
    Saranno forniti nel corso delle lezioni materiali audiovisivi e saranno svolte esercitazioni con la partecipazione diretta degli studenti al fine di indirizzarli criticamente all'esame di materiali e di problemi di natura storica, anche attraverso la redazione di una tesina su argomento concordato con lo studente sulla base di personali interessi.
Modalità di valutazione
  • Si terrà conto, durante l'esame orale, oltre che delle specifiche conoscenze della tematica monografica , anche della complessiva conoscenza della civiltà etrusca nelle sue molteplici manifestazioni, della proprietà del linguaggio, della capacità di analisi critica degli eventi. Sarà inoltre illustrata la tesina, concordata con lo studente, elaborata nel corso dell'anno.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

inglese per i documentari che verranno presentati e discussi