Informazioni
» Vai all'elenco delle AULE TEAMS dei docenti

Filologia classica

  • A.A. 2018/2019
  • CFU 9
  • Ore 45
  • Classe di laurea L-10
Maria Grazia Moroni / Professoressa di ruolo - II fascia / Letteratura cristiana antica (L-FIL-LET/06)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Conoscenza del greco e del latino.

Obiettivi del corso

Conoscenza della storia della filologia classica al fine di favorire l'acquisizione di
consapevolezza delle problematiche relative alla trasmissione dei testi e alla critica
testuale; capacità di autonoma lettura e valutazione di testi classici in edizione critica.

Programma del corso

Trasmissione dei testi classici e critica testuale.

Il corso intende illustrare:
- modalità e problemi della trasmissione
dei testi classici;
- l'attività dei filologi che più hanno contribuito al progresso della critica testuale in
ambito greco e latino;
-gli strumenti digitali della filologia classica.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) L.G. Reynolds - N.G. Wilson Copisti e filologi. La tradizione dei classici dall'antichità ai tempi moderni Editrice Antenore, Padova, 2016 » Pagine/Capitoli: 1-214
  • 2.  (A) P. Chiesa Elementi di critica testuale Pàtron editore, Bologna, 2012 » Pagine/Capitoli: 11-179
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Fotocopie con i testi presi in esame saranno distribuite durante le lezioni.

Gli studenti non frequentanti sostituiranno il contenuto delle lezioni con lo studio del seguente testo:
S. Timpanaro, La genesi del metodo del Lachmann. Con una Presentazione e una Postilla di E. Montanari, Torino 2003, Utet, pp. 13-110.

Metodi didattici
  • Lezione frontale dialogata con analisi di testi latini e greci.
Modalità di valutazione
  • Prova orale. Il colloquio prevede: a) domande sulla storia della filologia classica
    (periodi ed autori più significativi), sulla modalità di trasmissione dei testi e sui
    metodi di edizione; b) traduzione e commento di alcuni testi presentati a lezione.
    Il voto sarà assegnato sulla base dei seguenti criteri: conoscenza dei contenuti della
    disciplina; capacità critica e di organizzazione logica del discorso; correttezza
    espositiva.