Informazioni
» Vai all'elenco delle AULE TEAMS dei docenti

Sociologia dei fenomeni migratori

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 8
  • Ore 40
  • Classe di laurea L-36
Maria Letizia Zanier / Ricercatrice / Sociologia giuridica, della devianza e mutamento sociale (SPS/12)
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
Prerequisiti

I concetti di base trattati nel corso di Sociologia.

Obiettivi del corso

Conoscere le coordinate teoriche e i processi fondamentali dei fenomeni migratori, analizzare il
ruolo giocato dagli attori emergenti nel campo del lavoro (lavoro indipendente) e della famiglia
(donne migranti e famiglie transnazionali; seconde generazioni); mettere a fuoco la dimensione
politica (regolazione dell'immigrazione; politiche per gli immigrati); individuare alcune tematiche
relative ad aree probelmatiche legate all'immigrazione (devianza, pregiudizio).
Per quanto riguarda i risultati di apprendimento, ci si attende che lo studente sia in grado di
ricostruire un quadro di base delle principali tematiche, dei concetti e degli approcci teorici della
disciplina.

Programma del corso

(il programma è uguale per gli studenti frequentanti e non)

PROGRAMMA DA 8 CREDITI:
Le principali caratteristiche delle migrazioni e dei migranti in epoca contemporanea.
Contesti, tendenze e fasi dell'immigrazione.
Le spiegazioni macrosociologiche del fenomeno: i fattori di spinta e di attrazione.
Le spiegazioni microsociologiche del fenomeno: scelte individuali e strategie familiari.
Le spiegazioni a livello meso: reti sociali e istituzioni migratorie.
Immigrati e mercato del lavoro nei paesi di destinazione. Le particolarità del caso italiano.
Le funzioni delle reti sociali nel campo del lavoro e nell'inserimento nella società di arrivo.
Gli attori emergenti: lavoro autonomo e imprenditoria immigrata; donne migranti (concentrazione
nel lavoro di cura) e famiglie transnazionali (divisioni e ricongiungimenti; nuove identità); gli
immigrati di seconda generazione.
Le politiche dell'immigrazione (controllo; chiusura; sanatorie) e le politiche per gli immigrati
(inclusione; cittadinanza; diritti).
Le aree problematiche legate al fenomeno: la devianza degli immigrati e contro gli immigrati;
pregiudizio e discriminazione; rifugiati, migranti forzati e minoranze senza territorio.
Approfondimento monografico sul tema del rapporto tra immigrazione irregolare e lavoro di cura
attraverso le frontiere.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) M. Ambrosini Sociologia delle migrazioni, seconda ed. il Mulino, Bologna, 2011 » Pagine/Capitoli: tutto
  • 2.  (A) M. Ambrosini Immigrazione irregolare e welfare invisibile il Mulino, Bologna, 2013 » Pagine/Capitoli: tutto
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

PROGRAMMA DA 8 CREDITI: M. Ambrosini, "Sociologia delle migrazioni", tutto; M. Ambrosini "Immigrazione irregolare e welfare invisibile", tutto.

Metodi didattici
  • Ci si avvale di lezioni frontali nell'ambito delle quali, oltre alla trattazione dei concetti e degli
    approcci teorici propri della disciplina, vengono affrontate tematiche inerenti agli argomenti oggetto
    del corso ed emergenti in occasione della discussione con gli studenti. Vengono altresì utilizzati
    lavori di gruppo in aula finalizzati all'approfondimento di alcuni aspetti della ricerca tematica.
Modalità di valutazione
  • La valutazione avviene attraverso prova orale. L'effettiva acquisizione dei risultati di apprendimento
    viene accertata attraverso la discussione dei concetti di base e delle relative articolazioni in
    relazione alla letteratura di riferimento.