Medicina legale

  • A.A. 2017/2018
  • CFU 8
  • Ore 40
  • Classe di laurea LMG/01
Mariano Cingolani / Professore di ruolo - I fascia / Medicina legale (MED/43)
Dipartimento di Giurisprudenza
Prerequisiti

Nessuna

Obiettivi del corso

Obiettivi formativi: Conoscere la specificità della medicina legale come disciplina
medica nei suoi elementi peculiari di metodo e di applicazione. Conoscere le
applicazioni delle conoscenze medico-legali nell'ambito del diritto penale, civile,
assicurativo-sociale e della asistenza sociale. Saper organizzare una adeguata
collaborazione tra il commitente giurista ed il medico-legale, sia come consulente di
parte che come consulente o perito dell'ufficio.
Risultati attesi: essere capaci di identificare quando occorre al giurista la
collaborazione del medico-legale, sapere scegliere il collaboratore, sapere formulare
un quesito al collaboratore, sapere interpretarne le risposte.

Programma del corso

1. La medicina legale come disciplina medica. La medicina giuridica e la medicina
forense.
2. Il contributo della medicina legale nella formazione del giurista: la metodologia
medico-legale
3. La medicina forense: la consulenza tecnica e la perizia.
4. La medicina legale nella applicazione del codice penale:
4.1. l'analisi della capacità del reo e dell'imputato;
4.2. la medicina legale nei delitti contro la vita e l'incolumità individuale:
tanatologia,
traumatologia ed asfissiologia;
4.3. la medicina legale nei delitti contro la persona: i delitti sessuali (aspetti
generali);
4.4. la medicina legale nei delitti contro la famiglia: i maltrattamenti (aspetti
generali);
4.5. la medicina legale nei delitti colposi: la colpa degli operatori sanitari e la
loro
responsabilità;
5. La medicina legale nella applicazione del codice civile:
5.1. la valutazione della capacità: l'interdizione, la inabilitazione, lo stato di
incapacità
naturale, l'amministrazione di sostegno;
5.2. la valutazione medico-legale del danno alla persona in responsabilità civile;
5.3. la medicina legale nel diritto di famiglia.
6. La medicina legale nella applicazione della normativa assicurativo-sociale:
6.1. infortunio sul lavoro, malattia professionale;
6.2. invalidità pensionabile;
7. La medicina legale nella assistenza sociale e nella tutela degli stati di bisogno:
7.1. l'invalidità civile;
7.2. lo stato di handicap.
8. La medicina legale nelle situazioni di confine:
8.1. le problematiche relative alla vita nascente e la tutela del prodotto del
concepimento
(interruzione volontaria della gravidanza e delitti contro la maternità);
8.2. le problematiche relative alla vita morente, i trapianti d'organo e la
eutanasia;

Studenti non frequentanti
Oltre agli argomenti citati in precedenza i seguenti:

9. La riservatezza ed i problemi connessi con gli obblighi di segretezza:
9.1. il segreto professionale ed il segreto d'ufficio;
9.2 l'obbligo del segreto dal punto di vista deontologico;
9.3 il trattamento dei dati personali in ambito sanitario.
10. I doveri di informativa:
10.1. il referto all'autorità giudiziaria
10.2. la denuncia di reato

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (C) Puccini C. Istituzioni di medicina legale Ambrosiana, Milano, 2003
  • 2.  (C) Macchiarelli C., Arbarello P., Cave Bondi G., Di Luca N.M., Feola T., Compendio di medicina legale Minerva Medica, Torino, 2003
  • 3.  (C) Cazzaniga A., Cattabeni C.M., Luvoni R., Compendio di medicina legale Utet, Torino, 1999
  • 4.  (C) Gerin C., Antoniotti F., Merli S., Medicina legale e delle assicurazioni SEU, Roma, 1997
  • 5.  (C) F. De Ferrari, L. Palmieri Manuale di Medicina Legale Giuffre, Milano, 2007
  • 6.  (C) N.M. Di Luca, T. Feola Manuale di Medicina Legale Minerva Medica, Torino, 2017
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Copie dei supporti visivi utilizzati per le lezioni (diapositive) sia per i frequentanti che per i non frequentanti.

Metodi didattici
  • Lezioni frontali con esposizione degli aspetti teorici e di metodo degli argomenti,
    proposizione esemplificativa dei quesiti, utilizzando supporti multimediali (iconografia,
    PowerPoint). Quindi discussione e lezione dialogata su un caso concreto che richiami
    l'argomento trattato in maniera teorica, con intervento diretto degli studenti.
Modalità di valutazione
  • La prova di esame sarà orale. Gli aspetti di carattere teorico saranno valutati sulla
    base di domande a risposta aperta; gli aspetti di carattere applicativo saranno
    valutati con domande a scelta aperta su casi concreti esemplificativi. Per superare
    l'esame il candidato deve saper esporre in modo logico e coerente gli argomenti del
    corso dando prova di aver maturato un adeguato livello di conoscenza della materia,
    di reale comprensione delle problematiche ad essa sottese nonché di autonomia di
    giudizio e di capacità critica.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Nessuna

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Nessuna