Filologia romanza

  • Filologia romanza Classe: L-10
  • A.A. 2015/2016
  • CFU 6, 9, 9(m)
  • Ore 30, 45, 45(m)
  • Classe di laurea L-11, L-10(m)
Massimo Bonafin / Professore di ruolo - I fascia / Filologia e linguistica romanza (L-FIL-LET/09)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Perfetta padronanza della lingua italiana parlata e scritta; abililità allo studio individuale; esercizio alla comprensione della letteratura critica. Nozioni fondamentali di storia medievale, linguistica, critica letteraria, civiltà classica.

Obiettivi del corso

Conoscenza delle origini romanze della cultura europea e dei principali generi in cui si è articolato il discorso letterario medievale, attraverso un contatto diretto con le opere originali. Consapevolezza degli aspetti storici, filologici e critici dei testi della letteratura medievale in volgare.

Programma del corso

Contenuti / Programma: Introduzione alla filologia e all'interpretazione dei testi letterari del Medioevo romanzo, della loro forma linguistica e delle loro tradizioni culturali. Argomenti: la produzione, trasmissione, diffusione e ricezione del testo in volgare; la parodia sacra attraverso alcuni testi esemplari.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Stefano Asperti Origini romanze Viella, Roma, 2006 » Pagine/Capitoli: 300pp.
  • 2.  (C) Erich Auerbach Mimesis. Il realismo nella letteratura occidentale Einaudi, Torino, 1956 » Pagine/Capitoli: I vol.
  • 3.  (C) Henry J. Chaytor Dal manoscritto alla stampa Donzelli, Roma, 2008
  • 4.  (A) Mario Mancini (a cura di) La letteratura francese medievale Carocci, Roma, 2014 » Pagine/Capitoli: Introduzione e specialmente capp. II, III, IV, VI
  • 5.  (C) Massimo Bonafin Contesti della parodia Utet, Torino, 2001
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

I frequentanti studieranno gli argomenti e i testi letterari illustrati nelle lezioni nonché i manuali adottati nel programma.
I non frequentanti studieranno (in ogni caso previo accordo col docente), oltre ai manuali adottati, tre testi letterari a scelta (da un elenco fornito a parte) oppure due testi letterari e uno dei saggi consigliati.

Metodi didattici
  • Lezioni frontali dialogate. Esercitazioni individuali e/o di piccoli gruppi ove possibile. Uso di supporti multimediali ove disponibili.
Modalità di valutazione
  • L'esame di svolge in forma di colloquio orale. Allo studente vengono poste domande sui contenuti del corso volte ad accertarne le conoscenze raggiunte, la capacità di esporre con appropriatezza linguistica e coerenza argomentativa, la padronanza metodologica e il sicuro orientamento critico.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

latino, antico francese, antico provenzale (per le fonti); francese, inglese, tedesco (per la letteratura critica)