Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Home Michela Soverchia Didattica 2020/2021 Programmazione e controllo e analisi dei costi
Informazioni
» Vai all'elenco delle AULE TEAMS dei docenti

Programmazione e controllo e analisi dei costi - Programmazione e controllo e analisi dei costi - mod. b

  • A.A. 2020/2021
  • CFU 9
  • Ore 60
  • Classe di laurea L-18
Michela Soverchia / Professoressa di ruolo - II fascia / Economia aziendale (SECS-P/07)
Dipartimento di Economia e Diritto
Prerequisiti

Aver superato gli esami di Economia Aziendale e Ragioneria, come previsto dal Regolamento didattico del corso di studio EBAM (L-18).

Obiettivi del corso

Il corso si pone l'obiettivo di approfondire la programmazione ed il controllo di gestione delle aziende, analizzandone le principali componenti in una logica sistemica. Dopo aver brevemente trattato la pianificazione strategica, ci si soffermerà sulla programmazione e il controllo di gestione attraverso lo studio del budget e del processo di analisi degli scostamenti. Saranno quindi analizzate le principali logiche di misurazione dei costi di prodotto/processo, in relazione ai diversi fabbisogni informativi che possono richiederne l'utilizzo. Le tematiche saranno sviluppate con un approccio teorico ed applicativo. Verranno osservate le criticità e descritti gli ambiti operativi di utilizzo dei diversi strumenti analizzati.
Gli studenti acquisiranno conoscenze finalizzate a sviluppare competenze adeguate alla soluzione di problemi operativi inerenti la programmazione ed il controllo della gestione di aziende di produzione e di servizi.

Programma del corso

Il programma del corso prevede i seguenti temi di studio:
- il controllo di gestione: definizioni e caratteri;
- i sistemi di controllo di gestione nei vari tipi di aziende;
- la pianificazione strategica;
- il budget: definizioni e caratteri;
- il budget commerciale;
- il budget della produzione;
- il budget degli investimenti e dei finanziamenti;
- il master budget;
- il reporting: definizioni e caratteri;
- l'analisi degli scostamenti;
- introduzione ai sistemi di valutazione delle performance;
- la contabilità direzionale e i costi;
- l'analisi costi-volumi-risultati e la leva operativa;
- i costi per le decisioni di breve periodo: direct costing e analisi differenziale;
- i sistemi di calcolo del costo di prodotto;
- la contabilità per centri di costo;
- il calcolo dei costi basato sulle attività (activity based costing).

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Luigi Brusa Sistemi manageriali di programmazione e controllo Giuffrè, Milano, seconda edizione, 2012
  • 2.  (A) Lino Cinquini Cost Management. Volume I Giappichelli, Torino, 2017
  • 3.  (C) Luciano Marchi, Stefano Marasca, Maria Serena Chiucchi (a cura di) Controllo di gestione Giappichelli, Torino, 2018
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Il corso è articolato in due moduli, le cui lezioni sono tenute da due docenti: prof.ssa Francesca Bartolacci (modulo A, 20 ore) e prof.ssa Michela Soverchia (modulo B, 60 ore). Tuttavia l'insegnamento è unico e indivisibile: il superamento del relativo esame, secondo le modalità sotto descritte, permette l'acquisizione di 12 CFU non frazionabili.
In aula saranno usati diapositive ed altri materiali didattici che le docenti renderanno disponibili agli studenti. Specifiche indicazioni a tale riguardo saranno fornite a lezione e nella pagina web del corso.

Metodi didattici
  • Il corso avrà un taglio sia teorico (lezioni frontali) che operativo/applicativo (esercitazioni, analisi di casi aziendali, discussioni guidate dalle docenti, applicazione delle metodologie con l'ausilio di fogli elettronici).
    A lezione le docenti si avvarranno di diapositive ed altro materiale didattico multimediale, allo scopo di agevolare gli studenti nel seguire efficacemente lezioni ed esercitazioni.
Modalità di valutazione
  • L'esame è costituito da una prova scritta tesa ad accertare l'acquisizione sia delle competenze
    teoriche (con domande a risposta aperta e/o chiusa) che di quelle applicative (con esercizi sugli argomenti del corso). Gli studenti che conseguono una valutazione sufficiente nella prova scritta possono richiedere una prova orale. In alcuni casi la prova orale può essere consigliata dalle docenti qualora ne ravvisino la necessità. Il voto finale è dato dalla media dei voti riportati nelle prove sostenute.
    Negli appelli invernali gli studenti hanno la possibilità di sostenere l'esame relativo alle prime 40 ore di lezione, erogate nel primo semestre (6 cfu); in tal caso la seconda parte dell'esame relativa alle 40 ore del secondo semestre (6 cfu) potrà essere sostenuta negli appelli successivi. Coloro che non si avvalgono di questa possibilità effettueranno l'esame su tutto il programma del corso (12 cfu) in un unico appello, a partire dalla sessione estiva.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Inglese