Diritto fallimentare - Mod. c

  • A.A. 2015/2016
  • CFU 3
  • Ore 20
  • Classe di laurea LM-77
Miria Ricci / Ricercatore / Diritto commerciale (IUS/04)
Dipartimento di Economia e Diritto
Prerequisiti

Diritto commerciale.

Obiettivi del corso

Il corso intende fornire la padronanza degli elementi basilari del diritto fallimentare
e la conoscenza dei principali orientamenti giurisprudenziali in materia,
addestrando lo studente ad una consapevole utilizzo delle nozioni apprese
nell'argomentazione e nell'inquadramento di casi pratici.

Programma del corso

1) I presupposti soggettivi ed oggettivi del fallimento.
2) L'istruttoria prefallimentare ed i possibili esiti.
3) Gli organi della procedura fallimentare.
4) Gli effetti del fallimento: per il fallito, per i creditori, sui rapporti giuridici
preesistenti.
5) L' accertamento del passivo e dei diritti reali dei terzi.
6) L'esercizio provvisorio e la liquidazione dell'attivo.
7) La ripartizione dell' attivo.
8) La cessazione della procedura e la chiusura del fallimento.
9) Il concordato fallimentare.
10) L'esdebitazione.
11) Il fallimento delle società.
12) Il sovraindebitamento "civile".
13) Il concordato preventivo.
14) Gli accordi di ristrutturazione e la composizione stragiudiziale della crisi
d'impresa.
15) La liquidazione coatta amministrativa.
16) L'amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi.
17) L'insolvenza transfrontaliera.


Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Aa. Vv. (a cura di M. Cian) Diritto commerciale I Giappichelli, Torino, 2013 » Pagine/Capitoli: vol. I - sez. 7 "La crisi di impresa" - di M. Sciuto - pagine 220 circa.
  • 2.  (C) A. Nigro - D. Vattermoli Diritto della crisi delle imprese Il Mulino, Bologna, 2012
  • 3.  (C) Aa. Vv. Diritto fallimentare. Manuale breve. Giuffrè, Milano, 2013
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Materiali giurisprudenziali relativi a procedure concorsuali.

Metodi didattici
  • Lezioni frontali.
    Analisi di casi giurisprudenziali.
    Esercitazioni scritte.
Modalità di valutazione
  • Esame orale.
    Nel corso dell'esame si valuterà tanto la padronanza dei concetti centrali e degli istituti
    del diritto fallimentare, quanto la capacità a farne applicazione pratica rispetto a
    quesiti formulati in termini casistici.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Nessuna.

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Nessuna.