Analisi del linguaggio politico

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 8
  • Ore 40
  • Classe di laurea LM-62
Natascia Mattucci / Professore di ruolo - II fascia / Filosofia politica (SPS/01)
Dipartimento di Scienze politiche, della comunicazione e delle relazioni internazionali
Prerequisiti

Alcuni concetti base di filosofia politica

Obiettivi del corso

Il corso intende analizzare la genesi storico-filosofica di alcuni dei paradigmi politici che strutturano il nostro orizzonte concettuale, in particolare democrazia e rappresentanza politica, per coglierne aspetti critici e valutarne una possibile trasformazione. A tal fine si porrà al centro l'analisi del discorso politico come area di intersezione tra società e politica. Inoltre, muovendo dalla sfiducia contemporanea nei confronti del sistema politico e dalla funzione dell'antipolitica, si discuteranno i cambiamenti che riguardano le modalità di partecipazione e controllo esercitabili da parte dei cittadini in forma di potere negativo. Al termine del corso lo studente potrà acquisire le capacità di: analizzare lo stretto e complesso rapporto tra linguaggio e politica, sviluppare un pensare per concetti che consenta di mettere in prospettiva le questioni analizzate al fine di cogliere i mutamenti che interessano la concettualità politica moderna.

Programma del corso

(Il programma è uguale per studenti frequentanti e non)

Il corso analizzerà il complesso rapporto tra linguaggio e politico con il supporto degli studi politolinguistici. In questa prospettiva, si rifletterà su come la politica costituisca una costruzione linguistico-simbolica nella quale si fa esperienza del linguaggio sugli eventi politici. Ad una prima parte metodologica di analisi del linguaggio politico seguirà una ricostruzione della logica della rappresentanza politica moderna con il supporto delle riflessioni critiche fornite da alcuni classici della filosofia politica e da un'analisi della storia e delle basi concettuali della democrazia. Questa analisi sarà messa in prospettiva con l'idea di partecipazione, rinviando alla vitalità della sfera pubblica e alla rappresentatività. La seconda parte del corso sarà dedicata a un'analisi contemporanea della sfiducia dei cittadini rispetto al sistema politico e a una discussione critica del lessico impiegato per descrivere questo sentimento. A tal fine si approfondirà l'impiego di termini quali antipolitica, populismo, controdemocrazia.
Gli argomenti affrontati in dettaglio saranno:
Analisi del discorso politico
Le categoria della politolinguistica
Logica del paradigma rappresentativo
La rappresentanza impolitica
Rappresentatività e rappresentazione
Democrazia "in diretta"
Ruolo dell'opinione pubblica e dei media
Orizzonte temporale della crisi
Crisi della politica?
Controdemocrazia e potere negativo dei cittadini
Antipolitica e populismi
Cultura e immaginazione politica

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Nadia Urbinati Democrazia in diretta. Le nuove sfide della rappresentanza Feltrinelli 2013
  • 2.  (A) Pierre Rosanvallon Controdemocrazia. La politica nell'era della sfiducia Castelvecchi 2012
  • 3.  (A) Natascia Mattucci, Gianluca Vagnarelli (a cura di) Crisi della politica? Antipolitica, movimenti, rappresentanza Aracne 2014
  • 4.  (A) Lorella Cedroni Politolinguistica. L'analisi del discorso politico Carocci 2014
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Programma per 8 Cfu:

N. Urbinati, Democrazia in diretta. Le nuove sfide della rappresentanza, Feltrinelli, Milano, 2013.
P. Rosanvallon, Controdemocrazia. La politica nell'era della sfiducia, Castelvecchi, Roma, 2012.
2 saggi a scelta all'interno del volume N. Mattucci, G. Vagnarelli (a cura di), Crisi della politica? Antipolitica, movimenti, rappresentanza , Roma, Aracne, 2013.
L. Cedroni, Politolinguistica. L'analisi del discorso politico, Carocci, Roma, 2014.

Metodi didattici
  • Il corso prevede l'utilizzo di alcuni testi classici della filosofia politica, la discussione delle analisi fornite da alcuni pensatori contemporanei, la ricostruzione del quadro storico di riferimento al fine di cogliere i cambiamenti semantici delle categorie prese in esame, la riflessione sulla metodologia offerta dalla politolinguistica per analizzare esempi significativi di comunicazione politica nella contemporaneità. le lezioni chiameranno gli studenti al dialogo e alla partecipazione attiva al fine di sviulppare capacità argomentativa e prospettiva critico-riflessiva. gli studenti dovranno mettere alla prova i contenuti appresi nel corso discutendo casi legati alla crisi delle forme di rappresentanza nel panorama politico contemporaneo e all'analisi della comunicazione politica con il supporto dei materiali forniti nel corso delle lezioni.
Modalità di valutazione
  • La modalità di valutazione sarà orale e accerterà, attraverso domande, la conoscenza degli argomenti trattati durante il corso, l'autonomia di giudizio, la capacità argomentativa e l'abilità comunicativa.
    gli studenti frequentanti potranno altresì essere valutati attraverso la discussione di un elaborato scritto sullo studio di un caso al fine di verificare la capacità di applicare metodologia e conoscenze apprese.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

inglese, francese