Informazioni
» Vai all'elenco delle AULE TEAMS dei docenti

Storia della filosofia i (modulare) - Mod. 3 (moderna)

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 3
  • Ore 20
  • Classe di laurea L-5
Omero Proietti / Professore di ruolo - II fascia / Storia della filosofia (M-FIL/06)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Nessuno.

Obiettivi del corso

Il corso si propone di introdurre, in prospettiva storica e con ampi riferimenti bibliografici, alla conoscenza delle principali correnti filosofiche dell'età moderna (da Valla a Kant). Gli studenti dovranno acquisire una solida preparazione di base, capace di coniugare il sapere storico-filologico, la competenza logico-filosofica e la conoscenza delle principali strategie retorico-persuasive.

Programma del corso

Le lezioni saranno dedicate all'approfondimento dei dieci temi seguenti (2 ore per ciascun tema):

1. La filosofia del Quattrocento (Cusano, Ficino, Pico)
2. La filosofia del Cinquecento (Pomponazzi, Telesio, Bruno, Campanella)
3. Religione e politica nel Cinquecento (Lutero, Calvino, Machiavelli, Guicciardini)
4. La rivoluzione scientifica moderna (Copernico, Keplero, Galilei, Bacone)
5. Descartes e i cartesiani
6. Spinoza, Hobbes e il giusnaturalismo
7. Empiristi e razionalisti (Locke, Leibniz)
8. Newton, Hume e la filosofia inglese del Settecento
9. Vico e l'illuminismo italiano. L'illuminismo francese e tedesco
10. Le tre Critiche di Kant.

Il testo consigliato (previo accordo con il docente) potrà essere sostituito con un qualsiasi altro buon manuale di storia della filosofia moderna.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (C) M. Mori Storia della filosofia moderna Laterza, Roma-Bari, 2005 » Pagine/Capitoli: Autori indicati nel programma
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Il testo consigliato (previo accordo con il docente) potrà essere sostituito con un qualsiasi altro buon manuale di storia della filosofia contemporanea.

Metodi didattici
  • Lezioni frontali dialogate.
Modalità di valutazione
  • La prova di accertamento è orale. Prevede una serie di domande, di difficoltà crescente, tese ad accertare la perfetta conoscenza del programma svolto.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Nessuna.

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Nessuna.