Psicologia dello sviluppo

  • A.A. 2017/2018
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-5
Paola Nicolini / Professoressa di ruolo - II fascia / Psicologia dello sviluppo e psicologia dell'educazione (M-PSI/04)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Nozioni di base di Psicologia generale

Obiettivi del corso

Obiettivi: fornire una panoramica dei diversi modelli di sviluppo adottati nei principali orientamenti teorici della disciplina; presentare le principali linee evolutive per quanto riguarda i processi di percezione, pensiero, linguaggio, socializzazione e affettività, con particolare attenzione al tema dell'intelligenza; il ruolo dei contesti nello sviluppo umano.

Risultati di apprendimento attesi: conoscenza dei principali orientamenti teorici che caratterizzano la disciplina; adozione di una prospettiva di analisi di tipo multicausale e multifattoriale della crescita umana; conoscenza dei processi di percezione, pensiero, linguaggio, socializzazione e affettività; concezione plurale dell'intelligenza umana; uso coerente del linguaggio specifico in relazione alle diverse prospettive teoriche

Programma del corso

Il corso si propone di fornire in primo luogo una panoramica dei diversi modelli di sviluppo adottati nei principali orientamenti teorici della disciplina.
In secondo luogo, nel quadro di una visione multicausale e multifattoriale della crescita umana, si intende presentare le principali linee evolutive per quanto riguarda i processi di percezione, pensiero, linguaggio, socializzazione e affettività, con particolare attenzione al tema dell'intelligenza e al ruolo dei contesti nello sviluppo umano.

La psicologia dello sviluppo: aspetti cognitivi, affettivi e sociali
. Lineamenti storici e principali concezioni teoriche
. I metodi
. I problemi e le questioni aperte
. Le teorie sull'intelligenza e le principali ricadute sulla vita sociale
. Modelli di mente, modelli di mondo: il ruolo dei contesti nella crescita umana (modulo interdisciplinare in collaborazione con l'insegnamento di Filosofia dell'abitare).

In particolare, per quanto riguarda l'ultimo argomento, si intende avviare un momento di riflessione e di ricerca attiva che parta dallo studio dei contesti di vita atti a supportare la crescita umana in diverse fasi, con particolare riferimento agli anni della scolarità. A tal proposito sarà avviata un'indagine cerca che connetta i principali modelli di mente sia ai più diffusi modelli di educazione e di interazione insegnamento-apprendimento, sia a quelli più di recente emergenti nel panorama nazionale e internazionale.
Lo scopo ultimo è quello di identificare un catalogo di contesti educativi, formativi e didattici, che rispondano con coerenza ai modelli di mente ai quali sono connessi, effettuando altresì una ricognizione sul campo che favorisca una partecipazione attiva e una vera e propria attività di ricerca da parte degli studenti.





Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Fonzi A. Manuale di psicologia dello sviluppo Giunti, Firenze, 2000
  • 2.  (C) P. Nicolini (a cura di) La teoria delle intelligenze multiple: riflessioni teoriche e buone pratiche Junior/Spaggiari, Bergamo, 2013
  • 3.  (C) Mottana P., Campagnoli G. La città educante. Manifesto dell'educazione diffusa Asterios, Trieste, 2017 » Pagine/Capitoli: Integralmente
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

I frequentanti affronteranno la preparazione con lo studio della prima parte del Manuale (3 cfu) e di uno dei due testi consigliati per intero (3 cfu). La partecipazione attiva ai lavori di gruppo e alle attività interdisciplinari sostituiscono in parte la preparazione sui testi consigliati tramite attività di rilevazione sul campo e di conduzione di attività dirette a bambine e bambini.
I non frequentanti dovranno utilizzare entrambi i testi per la preparazione all'esame, di natura orale (6 cfu).

Metodi didattici
  • Lezioni partecipate, lavori in piccolo gruppo, presentazioni dialogate, attività laboratoriali e interdisciplinari
Modalità di valutazione
  • La valutazione orale avrà come riferimenti: la conoscenza dei principali concetti teorici presenti nei testi e illustrati nelle lezioni, l'adeguatezza del linguaggio tecnico connesso alle diverse prospettive teoriche, il riferimento ai più importanti esponenti degli approcci teorici, la capacità di fare collegamenti tra diverse concezioni teoriche, l'esposizione di posizioni critiche rispetto alle diverse concezioni teoriche sullo sviluppo umano.

    Il lavoro di gruppo e le attività interdisciplinari saranno valutati sia in itinere attraverso le presentazioni in aula e i compiti connessi, sia alla conclusione del corso tramite la produzione di dossier e report contenenti i presupposti teorici, le attività progettate, le esperienze realizzate, i risultati raggiunti
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

inglese, spagnolo

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

inglese, spagnolo