Psicologia dell'educazione

  • A.A. 2019/2020
  • CFU 9
  • Ore 58
  • Classe di laurea LM-85 bis
Paola Nicolini / Professoressa di ruolo - II fascia / Psicologia dello sviluppo e psicologia dell'educazione (M-PSI/04)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

"Ai fini della comprensione dei contenuti del corso si raccomanda di essere in possesso delle conoscenze di base circa le principali teorie relative alla crescita psicologica umana con riferimento sia all'area dei processi cognitivi che di quelli affettivi e sociali, pertanto si sottolinea l'opportunità di sostenere l'esame di Psicologia dello Sviluppo"

Obiettivi del corso

Fornire i fondamentali riferimenti teorici e le principali letture di carattere psicologico rispetto all'analisi dei fattori in gioco a livello individuale e sociale nei processi di insegnamento-apprendimento.
Ci si attende la conoscenza dei principali modelli teorici, dei loro fondamenti concettuali e delle ricadute all'interno degli ambienti di apprendimento

Programma del corso

La psicologia dell'educazione e i processi di insegnamento-apprendimento
. Lineamenti storici e principali concezioni teoriche
. I processi di insegnamento-apprendimento, le teorie ingenue e il cambiamento concettuale
. L'interazione verbale in classe e le dinamiche della classe come gruppo
. Interazione tra pari e la negoziazione dei significati
. Linguaggio, narrazione, interazioni sociali e apprendimento
. La relazione insegnante-alunno, la relazione insegnante-gruppo classe
. Le interazioni ambiente-apprendimento (in collaborazione con l'insegnamento di Filosofia dell'abitare - Prof.ssa Carla Danani)

L'interazione tra pari nei processi di apprendimento
. Il ruolo delle teorie ingenue nei processi di apprendimento
. Il ruolo dei pari nei processi di apprendimento
. Il ruolo del conflitto socio-cognitivo nei processi di apprendimento
. La negoziazione e la co-costruzione dei significati nella elaborazione delle conoscenze
. Bullismo, cyberbullismo

LABORATORIO Le attività saranno condotte in piccolo gruppo e prevedono l'applicazione dei concetti teorici al campo educativo e didattico, tenendo conto dell'articolazione in scuola dell'infanzia e scuola primaria.
Saranno altresì offerti momenti di interazione sul campo, in concomitanza di eventi offerti dal territorio.




Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Anita Woolfolk Psicologia dell' educazione - Teorie, metodi, strumenti Pearson, Bergamo, 2016 » Pagine/Capitoli: Integralmente (pagg 300 circa)
  • 2.  (A) Paola Cosolo Marangon Fai della Natura la tua Maestra. La relazione bambino-natura per crescere fuori e crescere dentro Erikson-Live, Trento, 2018 » Pagine/Capitoli: Integralmente (pagg 160 circa)
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Non sono previste differenziazioni nei testi di studio per studenti frequentanti e non.
Per quanto riguarda la parte laboratoriale del corso, la frequenza è obbligatoria. Eventuali attività di recupero saranno suggerite a studenti che per seri motivi non avranno raggiunto il numero di ore richieste per la sua validità.
I frequentanti avranno a disposizione momenti interattivi durante il ciclo di lezioni e la possibilità di applicare i concetti teorici sia all'interno di lavori di piccolo gruppo, sia durante la parte laboratoriale.

Metodi didattici
  • Lezione partecipata, attività progettuali, lavoro collaborativo in piccolo e grande gruppo, progettazione di interventi didattico-educativi, utilizzo di materiali audio e video durante le lezioni, analisi e studio di casi, individuazione di buone pratiche.
    Visite guidate sul campo, se sarà possibile, in base alle opportunità offerte dal territorio durante il periodo delle lezioni
Modalità di valutazione
  • Saranno utilizzate prove a basso livello di strutturazione, di carattere orale, scritto e pratico.
    Saranno inoltre richieste soluzioni a problemi teorico-pratici connessi alla progettazione e pianificazione nonché, quando possibile, alla realizzazione di progetti didattico-educativi, con forme di autovalutazione e valutazione finale orale.
    Saranno presi come indicatori per la valutazione:
    - la conoscenza dei principali concetti teorici e degli autori da cui derivano;
    - la capacità di diversificare il linguaggio tecnico adottato, con riferimento alle diverse teorie;
    - la capacità di operare collegamenti tra approcci, teorie, concetti e autori;
    - la capacità di commentare criticamente le informazioni apprese;
    - la capacità di trasporre le conoscenze nella progettazione didattico-educativa;
    - la qualità delle produzioni derivanti dai lavori di gruppo (contenuti, risultati, presentazione).
    La valutazione finale prenderà in considerazione gli esiti di tutte le attività svolte
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

inglese, spagnolo

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

inglese, spagnolo