Museologia

  • A.A. 2015/2016
  • CFU 4
  • Ore 20
  • Classe di laurea SAB-5203
Patrizia Dragoni / Professoressa di ruolo - II fascia / Museologia e critica artistica e del restauro (L-ART/04)
Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo
Prerequisiti

Conoscenza della storia, dell'evoluzione e dell'organizzazione dei musei.
Conoscenza della legislazione dei beni culturali.

Obiettivi del corso

Il corso intende offrire elementi di approfondimento della storia dell'istituzione
museale, al fine di fornire agli studenti strumenti e metodi di ricerca della
storiografia
e della legislazione in materia di gestione museale, attraverso la conoscenza delle
fonti. Intende inoltre sviluppare abilità di applicazione, valutazione e miglioramento
dei
servizi museali attraverso l'analisi degli strumenti di autovalutazione in uso sia in
Italia
che nei principali paesi dell'unione Europea.

Programma del corso

Il corso, articolato in due moduli, intende affrontare la storia della valorizzazione
museale dall'Unità d'Italia all'Atto di indirizzo sui criteri tecnico-scientifici e sugli
standard di funzionamento e sviluppo dei musei (DM 10 maggio 2001). La prima
parte analizza, attraverso l'evoluzione dell'istituzione museale, la storia della
valorizzazione, intesa come necessità di ampliare i servizi al pubblico, migliorare la
comunicazione e incentivare la didattica museale, rapportare gli oggetti al contesto
territoriale di riferimento, dalla fine del XIX secolo agli anni'90 del Novecento.
Una seconda parte esaminerà l'evoluzione della cultura della gestione del museo
sia in
Italia che in campo internazionale, per giungere all'esame dettagliato del
documento
sugli standard museali del 2001, che sancisce per tutti i musei italiani una comune
cultura della gestione e fornisce elementi oggettivi e standardizzati di dotazione e
prestazione. Verranno approfonditi soprattutto gli aspetti legati a: mission, assetto
finanziario, sedi e strutture, personale, safety e security, gestione e cura delle
collezioni, rapporti del museo con il pubblico e relativi servizi servizi,
comunicazione,
carta dei servizio, rapporti con il territorio.
Verrà infine analizzata la Lettera circolare sulla funzione pastorale dei musei
ecclesiastici in Italia (15 agosto 2001), che disciplina struttura e gestione dei musei
appartenenti alla Chiesa.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) P.DRAGONI Processo al museo Edifir, Firenze, 2010 » Pagine/Capitoli: pp. 39-174
  • 2.  (C) AA.VV. Per la salvezza dei Beni culturali in Italia Colombo, Roma, 1967 » Pagine/Capitoli: pp.3-18;507-566
  • 3.  (A) M. V. Marini Clarelli Il museo nel mondo contemporaneo Carocci, Roma, 2011
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Copie fotostatiche e altri materiali forniti dal docente. D.M. 10 maggio 2001 "Atto di indirizzo sui criteri tecnico-scientifici e sugli standard di funzionamento e sviluppo dei musei". Lettera Circolare Pontificia sulla funzione pastorale dei musei ecclesiastici in Italia, 15 agosto 2001 Scheda di autovalutazione per i musei, i parchi archeologici e gli ecomusei.

Metodi didattici
  • - Lezioni frontali dialogate
    - Esercitazioni in piccolo e medio gruppo
    - Visione di materiali audio-video
    - Analisi di casi di studio
Modalità di valutazione
  • La valutazione avverà sulla base dell'esame di un elaborato scritto consistente nella
    redazione della scheda di autovalutazione di un museo a scelta, da compilare sulla
    base delle abilità acquisite durante il corso.
    Seguirà poi un'interrogazione, volta a verificare l'acquisizione delle competenze
    teoriche.
    Saranno oggetto di valutazione: qualità e quantità dei contenuti; proprietà di
    linguaggio, soprattutto tecnico-settoriale; capacità di rielaborazione critica.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

francese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Nessuna