Storia e civilta' dell' estremo oriente

  • A.A. 2015/2016
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-11
Pierfrancesco Fedi / Professore a contratto
Prerequisiti

Conoscenza dei principali eventi storici dell'Occidente.

Obiettivi del corso

Conoscenza e capacità di argomentazione dei principali eventi storici cinesi dal
Neolitico alle due Guerre dell'oppio. Individuazione e analisi degli aspetti salienti e degli
avvenimenti storici emblematici della Civiltà cinese dalle origini alla metà del XIX
secolo. Approfondimento di alcune tra le principali figure storiche a partire dalla
nascita dell'Impero dei Qin nel 221 a.C. alla decadenza dei Qing durante il XIX secolo.
Capacità e dimostrazione di sapere interpretare gli eventi in relazione a cause
economiche, culturali oltre che politiche. Competenze comunicative elevate
nell'affrontare l'esame e la discussione degli argomenti trattati nel corso.

Programma del corso

Programma da svolgersi nell'ambito di 6 CFU:
Il Neolitico in Cina: le prime culture del Nord, del Nord-Est e del Sud tra VII e III
millennio a.C.; le prime dinastie nell'Età del Bronzo: Xia, Shang e Zhou dal II millennio
al I millennio a.C.; le fasi "Primavere e Autunni" e "Stati Combattenti" tra V e III secolo
a.C.; l'unificazione dei Qin e la nascita dell'Impero nel 221 a.C.; la dinastia Han e il
completamento dell'unificazione politica e culturale in Cina dal III secolo a.C. al III
secolo d.C.; la divisione territoriale nel periodo dei Tre Regni e in quello delle Dinastie
del Nord e del Sud dal III al VI secolo; la riunificazione dei Sui e l'apogeo dei Tang dal
VI al IX secolo; le "Cinque Dinastie" e i "Dieci Regni" nel X secolo; I liao, i Xixia e i Jin
dal X al XIII secolo; i Song Settentrionali e i Song Meridionali dal X al XIII secolo. la
"pax mongolica" degli Yuan tra XIII e XIV secolo; i Ming e l'arrivo degli europei nel XVI
secolo; la conquista mancese e il consolidamento del potere dei Qing dalla prima metà
del XVII alla seconda metà del XVIII secolo; decadenza dei Qing e i difficili rapporti
con le potenze occidentali tra la fine del XVIII e la metà del XIX secolo.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Roberts J.A.G. Storia della Cina Newton Compton, Roma, 2002 » Pagine/Capitoli: pp. 15-338
  • 2.  (C) Sabattini M., Santangelo P. Storia della Cina Laterza, Bari, 2004
  • 3.  (C) Corradini P. Cina. Popoli e società in cinque millenni di storia Giunti, Firenze, 1996 » Pagine/Capitoli: pp. 5-319
  • 4.  (C) Roberts J.A.G. Storia della Cina Il Mulino, Bologna, 2013 » Pagine/Capitoli: pp. 7-226
Metodi didattici
  • Il percorso didattico si articolerà con lezioni frontali alle quali si potranno aggiungere
    dei seminari di approfondimento su argomenti specifici. Il taglio didattico adottato si
    articolerà nella presentazione delle principali nozioni teoriche e applicative formulate
    dagli storici per l'interpretazione degli eventi della Storia della Cina antica, con
    l'adozione di un punto di vista tanto sincronico quanto diacronico in relazione ai diversi
    angoli di visuale storica. La natura del materiale didattico distribuito prevede
    essenzialmente, mappe e piantine storiche ed eventuali tabelle e tavole cronologiche
    su supporto cartaceo fornite dal docente.
Modalità di valutazione
  • Attraverso una prova orale gli esaminandi dovranno dimostrare di avere compreso
    e di sapere discutere i caratteri principali che contraddistinguono la storia cinese
    dalle origini alla II Guerra dell'oppio; di sapere inquadrare in un più ampio contesto
    i singoli avvenimenti storici e di conoscere e le principali figure legate alla storia
    cinese. La prova prevede tre parti: a. di illustrare in maniera esaustiva uno o più
    eventi, personaggi del periodo storico affrontato (due o più domande su eventi
    svoltisi in momenti diversi dell'arco temporale affrontato); b. l'analisi delle
    interconnessioni tra temperie culturale e eventi storici; c. la determinazione di
    analogie, differenze, interconnessioni, influenze tra eventi storici. Il voto sarà
    assegnato considerando la corretta conoscenza degli eventi, la capacità di metterli
    in relazione tra di loro, un'idonea proprietà di linguaggio e la capacità di
    argomentare un'analisi critica appropriata.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

-Inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

-