Lingua inglese per la comunicazione

  • A.A. 2019/2020
  • CFU 8
  • Ore 40
  • Classe di laurea LM-19
Raffaela Merlini / Professoressa di ruolo - II fascia / Lingua e traduzione - lingua inglese (L-LIN/12)
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
Prerequisiti

Il corso potrà essere seguito con profitto se si possiede una competenza iniziale nella lingua inglese di livello B1.

Obiettivi del corso

Il corso è finalizzato a sviluppare una padronanza (di livello B2) delle strutture morfo-sintattiche, lessicali e stilistiche della lingua inglese nel campo della comunicazione mediatica. Dal punto di vista teorico si esploreranno in particolare la funzione persuasiva del discorso mediatico e concetti quali l'etica dell'intrattenimento e la conversazione-spettacolo. Attraverso le esercitazioni pratiche gli studenti acquisiranno competenze nella produzione scritta di una varietà di testi, dall'articolo giornalistico alla storyline di un film. Parallelamente impareranno a condurre interviste in lingua inglese con personaggi del mondo del cinema e ad interpretare interviste cinematografiche tra l'italiano e l'inglese.

Programma del corso

Il programma consta di una parte teorico-analitica e di una parte pratica.

Agli studenti sarà dapprima presentata una panoramica della lingua dei media, con specifico riferimento alle caratteristiche sintattiche, testuali, lessicali e retoriche dell'inglese usato nella comunicazione giornalistica e televisiva. Con particolare riferimento a quest'ultima, saranno esplorati i concetti di etica dell'intrattenimento, carnevalizzazione e funzione ludica della conversazione-spettacolo. Gli studenti analizzeranno testi autentici tratti dalla stampa e da programmi televisivi in lingua inglese.

Durante le esercitazioni pratiche, che si svolgeranno sia nelle lezioni frontali sia nelle ore di lettorato, saranno forniti agli studenti gli strumenti e le competenze necessarie per comprendere, riformulare, riassumere e produrre testi scritti e orali in lingua inglese appartenenti a una varietà di generi mediatici. Le competenze di produzione orale saranno sviluppate attraverso la conduzione di interviste in lingua inglese con personaggi del mondo del cinema o la loro interpretazione tra l'italiano e l'inglese. A tal fine sarà dato ampio spazio ad attività di role-play per le quali si prevede la partecipazione di un lettore madrelingua.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Ceramella, N. & Lee, E. Cambridge English for the media CUP, Cambridge, 2008
  • 2.  (A) Durant, A. & Lambrou, M. Language and media Routledge, London, 2009
  • 3.  (A) Katan, D. & Straniero Sergio, F. Look Who's Talking. The Ethics of Entertainment and Talkshow Interpreting The Translator, 7 (2), 2001 » Pagine/Capitoli: pp. 213-237
  • 4.  (A) Merlini, R. Training for flexibility: The challenges of interpreting for film festivals. In L. Cirillo & N. Niemants (eds) Teaching Dialogue Interpreting. Research-based proposals for higher education John Benjamins, Amsterdam/Philadelphia, 2017 » Pagine/Capitoli: pp.137-157
  • 5.  (C) Straniero Sergio, F. Talkshow interpreting. La mediazione linguistica nella conversazione-spettacolo EUT, Trieste, 2007
  • 6.  (C) Marshall, J. & Werndly, A. The language of television Routledge, London, 2005
  • 7.  (C) Reah, D. The language of newspapers Routledge, London, 2008
Metodi didattici
  • - Lezioni frontali durante le quali si illustreranno le nozioni teoriche del corso
    - Analisi e discussione di testi autentici, come ad esempio articoli di giornale, notiziari televisivi, talkshows, ecc.
    - Esercitazioni pratiche di comprensione e produzione testuale in lingua inglese
    - Role-plays di interviste cinematografiche
Modalità di valutazione
  • L'esame finale consta di due parti, una scritta e una orale. L'ammissione alla prova orale è subordinata al superamento di quella scritta.

    La prova scritta prevede la produzione di un testo in lingua inglese appartenente a uno dei generi mediatici studiati durante il corso.

    La prova orale consiste nella discussione delle nozioni teoriche e in un'interpretazione tra l'italiano e l'inglese di un'intervista a un personaggio del mondo del cinema.

    Nella valutazione sarà dato egual peso alla padronanza dei contenuti teorici, alla correttezza grammaticale, alla proprietà espressiva, e alla capacità di applicare le strategie comunicative e retoriche dei generi testuali trattati.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

INGLESE

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

INGLESE