Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Home Raffaella Niro Didattica 2018/2019 Costituzione economica e governo pubblico dell'economia

Costituzione economica e governo pubblico dell'economia

  • A.A. 2018/2019
  • CFU 8
  • Ore 60
  • Classe di laurea LM-62
Raffaella Niro / Professoressa di ruolo - II fascia / Istituzioni di diritto pubblico (IUS/09)
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
Prerequisiti

Sono prerequisiti necessari la conoscenza dei tratti caratterizzanti della Costituzione
italiana e dei
lineamenti essenziali del diritto pubblico

Obiettivi del corso

OBIETTIVI:
il corso mira a fornire agli studenti gli strumenti per conoscere i principi fondamentali
che
stanno
alla base del governo pubblico dell'economia, muovendo dall'individuazione dei
principi della
Costituzione economica italiana e passando attraverso le significative modifiche
apportate
dall'integrazione europea.
RISULTATI ATTESI:
Ci si attende che gli studenti riescano ad avere una visione generale delle svariate
forme di
disciplina pubblicistica dell'attività economica, nel quadro dei principi costituzionali e
dei
principi
dell'ordinamento dell'Unione europea. Attraverso l'integrazione delle competenze
giuridiche
acquisite durante il triennio, gli studenti saranno in grado di comprendere ed
interpretare i
caratteri della nuova "governance economica".

Programma del corso

Programma da 8 CFU:
Ci si occuperà dell'evoluzione dei rapporti fra Stato e mercato nell'esperienza italiana. Si
muoverà
dall'analisi della disciplina dell'economia contenuta nella Costituzione, per individuare
quale fosse
il
modello modello originario e quali siano stati gli "sviluppi" successivi. Si terrà conto in
particolare
dell'impatto del diritto dell'Unione europea sul diritto pubblico dell'economia e dei
recenti
sviluppi
connessi alla stipulazione di accordi e trattati. Particolare attenzione sarà dedicata ai
seguenti
temi:
- la tutela della concorrenza e del mercato;
- finanza pubblica ed equilibrio di bilancio a seguito della riforma costituzionale del 2012;
- politica monetaria e politica economica fra diritto interno e diritto UE;
- le autorità indipendenti;
- le privatizzazioni;
- la tutela del lavoro

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (C) Ferrari Diritto pubblico dell'economia Egea, Milano, 2013 » Pagine/Capitoli: capitoli: 1-11; 13, 15, 16, 18
  • 2.  (C) Di Gaspare Diritto dell'economia e dinamiche istituzionali CEDAM, Padova, 2015 » Pagine/Capitoli: dalla pag. 69 alla fine
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Programma da 8 CFU:
Ferrari : capitoli : 1-11; 13, 15, 16, 18.
Di Gaspare: da pag. 69 alla fine

Per gli studenti frequentanti il programma sarà concordato direttamente durante il corso.

Metodi didattici
  • Il corso si svolgerà attraverso lezioni realizzate secondo una modalità seminariale di
    presentazione
    e disamina dei temi mediante l'ausilio di slides e la successiva distribuzione di
    materiali
    normativi e
    giurisprudenziali per la discussione dei casi.

    Nell'ambito del corso alcune lezioni saranno svolte congiuntamente con quelle del
    corso di
    Economia
    dell'Unione europea su temi comuni essenzialmente inerenti alle politiche economiche
    dell'Unione
    europea ed in particolare delle politiche monetarie. Saranno, inoltre, esaminati alcuni
    "casi
    esemplari" (come, ad es. quello dell'Ilva e dell'Alitalia) grazie
    anche al contributo di docenti di altre discipline connesse.
Modalità di valutazione
  • Le modalità di valutazione saranno costituite essenzialmente da un colloquio orale.
    Per gli studenti frequentanti saranno individuate forme di verifica intermedia di
    apprendimento
    mediante la
    discussione e l'approfondimento di singoli casi e temi, nonché tramite specifiche
    presentazioni
    affidate, durante il
    corso, ai medesimi studenti.

    Le domande saranno tese ad accertare il livello di conoscenza e di approfondimento
    dei
    contenuti
    del corso, la capacità di analisi e di critica, l'acquisizione della terminologia tecnica e
    la
    chiarezza
    espositiva.