Raffaella Perna

Raffaella Perna

INFO
Cessato rapporto di lavoro con l'Ateneo
 

Nel 2014 ottiene il titolo di Dottore di ricerca in Storia dell'arte presso l'Università di Roma La Sapienza. Nel 2015 è assegnista di ricerca presso la stessa università. Dal 2016 è professore a contratto di Storia dell'arte contemporanea all'Università di Macerata. In data 1/12/2017 ha conseguito l'Abilitazione Scientifica Nazionale, II fascia. I suoi studi si sono concentrati sui legami tra arte e fotografia nel XIX e XX secolo, sui rapporti tra arte e femminismo in Italia e in Nord America e sulla pittura a Roma dalla fine degli anni Cinquanta ai Settanta. A questi argomenti ha dedicato saggi, conferenze e i libri: Piero Manzoni e Roma (Electa, Collana Pesci Rossi, 2017), Arte, fotografia e femminismo in Italia negli anni Settanta (2013), Wilhelm von Gloeden (2013), In forma di fotografia. Ricerche artistiche in Italia tra il 1960 e il 1970 (2009). Tra i saggi recenti: Landscapes in Music: Luigi Ghirri and Record Covers, in Luigi Ghirri and the Photography of Place: Interdisciplinary Perspectives (Peter Lang, Oxford, 2017, atti del convegno Università di Leicester), Il potere del secondo sesso: il corpo della donna e il culto della Dea nell’arte femminista degli anni Settanta (catalogo della mostra La Grande Madre, a cura di M. Gioni, Palazzo Reale, Milano 2015); Mostre al femminile: Romana Loda e l’arte delle donne nell’Italia degli anni Settanta (in Ricerche di S/confine, 2015). Questioni legate all'acquisizione, la conservazione, la promozione e la valorizzazione della fotografia sono state al centro dei due convegni "Per un museo della fotografia a Roma" (2011) e "Quale museo della fotografia per Roma?"(2013), curati insieme a Ilaria Schiaffini, rispettivamente presso la Facoltà di Architettura di Roma Tre e la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università La Sapienza. È inoltre curatrice dei volumi: Ketty La Rocca. Nuovi studi (con F. Gallo, 2015); Etica e fotografia. Potere, ideologia e violenza dell’immagine fotografica (con I. Schiaffini, 2015); Il gesto femminista. La rivolta delle donne: nel corpo, nel lavoro, nell’arte (con I. Bussoni, 2014) e Le polaroid di Moro (con S. Bianchi, 2012). Tra le mostre: L'altro sguardo. Fotografe italiane 1965-2018 (Palazzo delle Esposizioni, Roma e Triennale, Milano, cat. Silvana Editoriale), Grandi fotografi a 33 giri e Synchronicity. Record Covers by Artists (Auditorium Parco della Musica di Roma), dedicate alle cover realizzate da fotografi e artisti internazionali dagli anni Cinquanta a oggi.

Informazione non pervenuta
Informazione non pervenuta
Informazione non pervenuta
Informazione non pervenuta
Informazione non pervenuta
Informazione non pervenuta
  • Informazione non pervenuta
Informazione non pervenuta
  • Informazione non pervenuta
  • Informazione non pervenuta