Storia del pensiero politico medievale

  • A.A. 2019/2020
  • CFU 9
  • Ore 45
  • Classe di laurea LM-84
Roberto Lambertini / Professore di ruolo - I fascia / Storia medievale (M-STO/01)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Conoscenza delle linee fondamentali delle vicende che caratterizzano il medioevo occidentale (a livello di quanto fornito da una preparazione di triennio universitario)

Obiettivi del corso

Padronanza cognitiva del contesto storico di produzione e dei contenuti della Monarchia di Dante Alighieri, nonché delle principali linee di interpretazione storiografica della stessa. Capacità di affrontare e risolvere problemi di conessione tra teoria e condizioni storiche, sviluppando così abilità argomentative e dimostrative elevate. Il corso si ripromette inoltre di promuovere lo sviluppo di capacità di comunicative di livello alto.

Programma del corso

La Monarchia di Dante come fonte per la storia del pensiero politico medievale

Il corso avrà come oggetto il terzo libro della Monarchia di Dante. Gli studenti verranno a conoscenza del contesto storico e del dibattito pubblicistico in cui si inserisce l'opera dantesca, in particolare per quello che riguarda il problema della miglior forma costituzionale e quello der rapporto tra potere secolare e potere ecclesiastico.

Testi di riferimento:

Dante, Monarchia, edizione commentata a cura di D. Quaglioni, Milano, Mondadori 2015, pp. V-XCIII, e pp. 318-517.

R. Lambertini - M. Conetti, Il Potere al plurale. Un profilo di storia del pensiero politico medievale, , pp. 109-173.


NOTA BENE: il prerequisito per la frequenza a questo corso è la conoscenza, a livello universitario, della storia medievale, accertata dal superamento di un esame di Storia medievale nel corso triennale.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) R. Lambertini - M. Conetti Il potere al plurale. Un profilo si storia del pensiero politico medievale Editoriale Jouvence, Milano, 2019 » Pagine/Capitoli: pp. 109-173
  • 2.  (A) Dante Alighieri Monarchia Ed. commentata a cura di D. Quaglioni Mondadori, Milano, 2015 » Pagine/Capitoli: pp. v-xcviii pp. 318-517
Metodi didattici
  • Le prime lezioni saranno di carattere frontale, cui faranno seguito lezioni partecipate di lettura e commento critico delle fonti; gli studenti saranno inoltre invitati a compiere interventi programmati sotto la supervisione del docente. Si farà uso di materiale audiovisivo in forma di diapositivo per facilitare l'orientamento nel contesto storico.
Modalità di valutazione
  • La prova sarà orale e consisterà essenzialmente nella analisi critica di pagine della Monarchia di Dante discusse durante le lezioni. Lo studente dovrà dimostrare:
    a) di saper contestualizzare il brano in oggetto in primo luogo all'interno dell'opera,
    b) di saperlo contestualizza in riferimento i temi portanti del dibattito politico in corso durante il periodo della redazione dell'opera
    c) di saperlo contestualizzare in relazione ai principali eventi politici contemporanei.
    I tre fattori sopra elencati concorreranno nella misura, ripettivamente del 40%, del 30% e del 30% alla determinazione del voto.
    Per raggiungere una valutazione sufficiente lo studente dovrà mostrare di possedere conoscenze sicure del contesto storico e una capacità di correlare i singoli testi al dibattito nel suo complesso. Una valutazione ottima ha come precondizione il possesso di competenze comunicative elevate, in particolare di padronanza del linguaggio settoriale specifico.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

inglese, tedesco (se necessario)

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

inglese, tedesco (se necessario)