Filosofia teoretica

  • Filosofia teoretica Classe: L-11
  • A.A. 2019/2020
  • CFU 6, 6(m)
  • Ore 30, 30(m)
  • Classe di laurea L-5, L-11(m)
Roberto Mancini / Professore di ruolo - I fascia / Filosofia teoretica (M-FIL/01)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

La conoscenza basilare di concetti, temi e metodologie della filosofia teoretica.

Obiettivi del corso

Il corso si propone di sviluppare la competenza degli studenti nella conoscenza delle principali
analisi critiche del problema della modernità. In particolare il corso punta a sviluppare la
capacità di comprensione dei concetti-chiave della tematica indagata e della loro connessione, la
capacità argomentativa a riguardo, la capacità di interpretazione dei testi filosofici pertinenti, la
capacità della loro contestualizzazione e la capacità della discussione critica su di essi.
Inoltre il corso punta allo sviluppo della capacità di rielaborazione teoretica originale e personale
correlando tale rielaborazione con le principali posizioni del dibattito attuale.

Programma del corso

Il programma, che s'intitola "Sui due volti della modernità. La contraddizione tra società e storia nel pensiero di Hegel", affronta la questione della critica della società dell'astrazione sulla base del metodo filosofico hegeliano.
Il corso si sviluppa attraverso l'approfondimento
dei seguenti nuclei tematici:
a. origine e caratteristiche della modernità;
b. fenomenologia degli sviluppi attuali della modernità nel mondo globalizzato;
c. conseguenze sociali e politiche di tali sviluppi;
d. vie e possibilità del pensiero critico oggi.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) G. W. F. Hegel Primi scritti critici Mursia, Milano, 2014
  • 2.  (A) R. Mancini La fragilità dello Spirito. Leggere Hegel per comprendere il mondo globale Franco Angeli editore, Milano, 2019 » Pagine/Capitoli: per intero
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Mutuato da Filosofia teoretica della CdL in Filosofia ODU 2014.

Metodi didattici
  • La metodologia didattica sarà proposta attraverso la correlazione tra i seguenti approcci:
    l'esposizione ricostruttiva dei temi indicati, la presentazione filologica ed ermeneutica del testo
    studiato, il confronto con le tesi della letteratura secondaria, gli interventi programmati degli
    studenti, il dialogo finalizzato al confronto intersoggettivo e all'appropriazione critica dei nuclei del
    corso da parte degli studenti stessi.
Modalità di valutazione
  • Orale.
    La prova orale prevede tre parti:
    a. l'illustrazione dei contenuti del corso b. l'analisi critica delle questioni e delle indicazioni
    teoretiche
    emerse c. la capacità di argomentazione Il voto sarà assegnato sulla base dei seguenti criteri:
    conoscenza dei contenuti del corso e proprietà di linguaggio 30 %; capacità di analisi critica e
    argomentativa 40 %; capacità euristica di individuare le soluzioni più adeguate ai problemi
    teoretici
    emergenti: 30 %.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

inglese, francese, tedesco