Istituzioni di diritto romano

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-14
Roberto Pesaresi / Ricercatore / Diritto romano e diritti dell'antichità (IUS/18)
Dipartimento di Giurisprudenza
Prerequisiti

Trattandosi di un insegnamento formativo di base non sono previsti né prerequisti né propedeuticità.

Obiettivi del corso

Obiettivi: Il corso è rivolto a completare il profilo culturale del laureato in Scienze Giuridiche Applicate consentendogli di comprendere, interpretare e valutare i fenomeni giuridici nella loro portata storica. Durante il corso sono pertanto tratteggiati i lineamenti del diritto romano dalle origini alla compilazione giustinianea e ne viene posta in luce l'eredità nei sistemi giuridici di diritto privato dei principali stati europei.

Risultati attesi: Il corso si ripromette di consentire agli studenti di acquisire le conoscenze e competenze necessarie per comprendere gli istituti del diritto positivo nella prospettiva della loro evoluzione storica.

Programma del corso

A) Profilo storico costituzionale. Il diritto romano nella varie fasi del suo sviluppo storico. Le fonti di produzione del diritto. Ius civile e ius honorarium. La giurisprudenza e il corpus iuris civilis.

B) Profilo storico del diritto privato romano. I rapporti giuridici di famiglia. La proprietà e gli iura in re aliena. Le obbligazioni e i contratti. Le successioni ereditarie. Il processo privato.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) A. CORBINO Diritto privato romano Cedam, Padova, 2012 » Pagine/Capitoli: Per intero.
Metodi didattici
  • Didattica frontale.
Modalità di valutazione
  • La prova di esame è orale. Per superare l'esame il candidato deve saper esporre in modo logico e coerente gli argomenti del corso dando prova di aver maturato un adeguato livello di conoscenza della materia, di reale comprensione delle problematiche ad essa sottese nonché di autonomia di giudizio e di capacità critica.