Istituzioni di diritto romano

  • A.A. 2019/2020
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-14
Roberto Pesaresi / Ricercatore / Diritto romano e diritti dell'antichità (IUS/18)
Dipartimento di Giurisprudenza
Prerequisiti

Trattandosi di insegnamento formativo di base non sono previsti prerequisiti o propedeuticità.

Obiettivi del corso

Obiettivi: Il corso è rivolto a completare il profilo culturale del laureato in Scienze Giuridiche Applicate consentendogli di comprendere, interpretare e valutare i fenomeni giuridici nella loro portata storica. Durante il corso sono pertanto tratteggiati i lineamenti del diritto romano dalle origini alla compilazione giustinianea e ne viene posta in luce l'eredità nei sistemi giuridici di diritto privato dei principali stati europei.

Risultati attesi: Il corso si ripromette di consentire agli studenti di acquisire le conoscenze e competenze necessarie per comprendere gli istituti del diritto positivo nella prospettiva della loro evoluzione storica.

Programma del corso

Il diritto romano e le varie fasi del suo sviluppo. Le XII tavole e l'editto del pretore. La compilazione di Giustiniano.
I soggetti del diritto (persone fisiche e giuridiche). Il processo privato (Legis actiones, processo formulare, cognitio extra ordinem). La proprietà e i diritti reali. Il possesso e la sua tutela. Le obbligazioni e i contratti. Gli atti illeciti. I rapporti giuridici di famiglia. Le successioni.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) V. Arangio Ruiz Istituzioni di diritto romano Jovene, Napoli, 1991
Metodi didattici
  • Lezione frontale
Modalità di valutazione
  • La prova di esame è orale. Per superare l'esame il candidato deve saper esporre in modo logico e coerente gli argomenti del corso dando prova di aver maturato un adeguato livello di conoscenza della materia, di reale comprensione delle problematiche ad essa sottese nonché di autonomia di giudizio e di capacità critica.