Diritto processuale civile 2

  • A.A. 2015/2016
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LMG/01
Romolo Donzelli / Professore di ruolo - II fascia / Diritto processuale civile (IUS/15)
Dipartimento di Giurisprudenza
Prerequisiti

aver superato l'esame di diritto processuale civile 1

Obiettivi del corso

Il corso ha lo scopo di assicurare una elevata conoscenza dei diversi riti
processuali speciali con cui il nostro ordinamento garantisce la tutela dichiarativa
di particolari tipologie di diritti soggettivi. Il corso si propone, inoltre di far
apprendere agli studenti le diverse tecniche di risoluzione stragiudiziale delle
controversie civili.

Programma del corso

Programma A
- I procedimenti sommari decisori, cautelari, possessori e camerali
- I procedimenti di cognizione speciali non sommari
- Il processo del lavoro e le sue diverse applicazioni
- L'efficacia e l'esecutorietà delle sentenze e degli atti stranieri
- L'arbitrato
- La mediazione

Programma B
(per chi ha sostenuto l'esame di DPC 1 con il programma dell'a.a. 2010-2011,
comprendente i procedimenti sommari decisori, cautelari, possessori e camerali)
- I procedimenti di cognizione speciali non sommari
- Il processo del lavoro e le sue diverse applicazioni
- L'efficacia e l'esecutorietà delle sentenze e degli atti stranieri
- L'arbitrato
- La mediazione


Ulteriori indicazioni:
- Chi ha sostenuto l'esame di diritto processuale civile 1 con il programma
dell'a.a. 2010-2011 (più esteso dell'attuale) deve sostenere l'esame di diritto
processuale civile 2 con il programma contrassegnato dalla lettera B, cioè, come
indicato sopra, senza i procedimenti sommari decisori, cautelari, possessori e
camerali.
- Per ulteriori informazioni, consultare la pagina docente

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (C) Mandrioli Carratta Diritto processuale civile Giappichelli, Torino, 2015
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Parti da studiare del manuale consigliato per il programma A
MANDRIOLI, C.-CARRATTA, A., Diritto processuale civile, Torino, 2015, volume III per intero, volume IV capp. VII e VIII.

Parti da studiare per il manuale consigliato per il programma B
MANDRIOLI, C.-CARRATTA, A., Diritto processuale civile, Torino, 2015, volume III dal cap. IV al cap. IX.

Ulteriori indicazioni
- Il corso di lezioni prevede l'utilizzo di ulteriori strumenti di supporto alla didattica (schemi e altro materiale di approfondimento) ed il programma per i frequentanti è concordato a lezione con il docente.
- Per ulteriori indicazioni, anche per i programmi del biennio, triennio e quadriennio, consultare la pagina docente

Metodi didattici
  • lezioni frontali;
    presentazione e redazione di atti;
    esercitazioni e gruppi di lavoro;
    seminari di approfondimento;
    studio di casi e approfondimento di questioni giuridiche di attualità.
Modalità di valutazione
  • La prova d'esame è orale (in lingua italiana) ed è diretta a verificare la preparazione
    del candidato con riguardo agli argomenti oggetto di programma. Saranno più in
    particolare valutati: la comprensione sistematica dei diversi istituti, la memorizzazione
    dei necessari riferimenti normativi, la chiarezza e l'organicità dell'esposizione.
    I seminari organizzati durante il corso potranno essere oggetto di separata
    valutazione di idoneità mediante apposita prova scritta, con quesiti a risposta
    multipla.