Informazioni
» Vai all'elenco delle AULE TEAMS dei docenti

Storia del libro e dell'editoria

  • A.A. 2018/2019
  • CFU 6, 9, 6, 9(m)
  • Ore 30, 45, 30, 45(m)
  • Classe di laurea LM-84, LM-14,15(m)
Rosa Marisa Borraccini / Professoressa di ruolo - I fascia / Archivistica, bibliografia e biblioteconomia (M-STO/08)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Nessuno

Obiettivi del corso

Ripercorrendo la storia del manufatto e le strategie editoriali adottate dai professionisti del libro, il corso si propone di rendere gli studenti consapevoli delle strette connessioni della produzione libraria con le dinamiche culturali, sociali ed economiche che nel tempo l'hanno promossa e condizionata. Gli studenti acquisiranno le conoscenze teoriche e le competenze necessarie per riconoscere e valutare le ragioni delle trasformazioni del libro - dal volumen al codex, dal libro a stampa a quello elettronico e digitale - nonché la valenza di esso come medium a lungo egemonico nella trasmissione, sincronica e diacronica, della cultura scritta.

Programma del corso

Contenuti:
Forme e modi di produzione, circolazione e ricezione dei testi attraverso le manifestazioni del "medium" privilegiato di trasmissione della cultura scritta. Si punterà l'attenzione sull'analisi delle forme materiali del supporto fisico del testo evitando la prospettiva astratta che induce a considerare il contenuto in sé, senza considerare che i testi diventano libri grazie al lavoro di professionisti diversi: autori, copisti, librai-editori, stampatori, compositori, correttori. A corollario si indagheranno l'incidenza indotta dalle innovazioni tecnologiche dei materiali e degli strumenti di scrittura, l'influenza delle forme dei supporti sulla ricezione dei testi, i condizionamenti delle dinamiche politiche, sociali, religiose e culturali in genere sulla produzione e circolazione del libro.

Programma del corso:
Strategie editoriali dall'antichità ad oggi: i materiali e le tecniche di produzione; i protagonisti dell'attività editoriale e le figure professionali; la produzione libraria tra promozione e controllo; le trasformazioni del libro e delle pratiche di lettura dal manoscritto al libro a stampa e digitale; i dispositivi paratestuali della scrittura e della comunicazione dei testi; l'editoria italiana dall'Unità a oggi.

Gli studenti non frequentanti, che non potranno seguire le esercitazioni pratiche di analisi diretta dei manufatti, avranno a disposizione dispense appositamente preparate e fornite loro attraverso le pagine web della disciplina. Integreranno inoltre la preparazione con ulteriori letture mirate, tenendo conto del loro percorso di studio.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Giorgio Montecchi Storia del libro e della lettura, I: Dalle origini ad Aldo Manuzio Mimesis Edizioni, Milano-Udine, 2015
  • 2.  (A) Alberto Cadioli-Giuliano Vigini Storia dell'editoria italiana dall'Unità ad oggi. Un profilo introduttivo Editrice Bibliografica, Milano, 2012
  • 3.  (C) Gian Carlo Ferretti Storia dell'editoria letteraria in Italia, 1945-2003 Einaudi , Torino, 2014
  • 4.  (C) Alberto Cadioli Letterati editori, attività editoriale e modelli letterari del Novecento Il Saggiatore , Milano, 2017
  • 5.  (C) Mario Infelise I padroni dei libri: il controllo sulla stampa nella prima età moderna Laterza, Roma-Bari, 2014
  • 6.  (C) Marco Cursi Le forme del libro. Dalla tavoletta cerata all'e-book Il Mulino , Bologna , 2016
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

I libri adottati (nn. 1-2) sono obbligatori per tutti, insieme ai materiali di studio messi a disposizione dalla docente nella pagina web della disciplina (6 cfu).

Gli studenti che seguono l'insegnamento accreditato di 9 cfu aggiungeranno lo studio di un libro a scelta tra quelli indicati, tenendo conto della specificità del loro percorso formativo: agli studenti di Ricerca storica e risorse della memoria si consiglia il n. 5; agli studenti di Filologia moderna i nn. 3 o 4; agli studenti di Filologia classica il n. 6.

Gli studenti che optano per la disciplina accreditata di 12 cfu aggiungeranno lo studio di un altro libro a scelta tra quelli suggeriti.

Gli studenti non frequentanti - per qualunque numero di cfu - aggiungeranno ai testi e ai materiali d'obbligo lo studio di un altro libro a loro scelta tra quelli indicati o da concordare con la docente.

Metodi didattici
  • Durante le lezioni verranno presentate e discusse, secondo un excursus diacronico, le problematiche connesse alla produzione libraria inserite nei diversificati contesti storico-politici, culturali, religiosi, economici e tecnologici. Le lezioni saranno supportate da esercitazioni che contemplano l'analisi diretta delle tipologie di manufatti - manoscritti e libri a stampa antichi e moderni - e da visite in biblioteca. Casi di studio di editori contemporanei verranno proposti e analazzati in appositi gruppi di studio o con ricerche personali in cui gli studenti si cimenteranno con l'esame dei cataloghi storici e dei siti web delle case editrici.
Modalità di valutazione
  • La prova di accertamento è orale e si articolerà in una serie di domande tese a verificare le conoscenze acquisite sulla problematica generale rappresentata e discussa durante le lezioni. Richiederà inoltre l'analisi e la descrizione di uno o più manufatti librari secondo la metodologia adottata nelle esercitazioni pratiche svolte durante il corso o, per i non frequentanti, la relazione su un caso di studio specificamente individuato.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Francese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Francese