Lingua e traduzione francese iii

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-11
Sabrina Alessandrini / Professore a contratto
Prerequisiti

Si auspicano livelli di competenza linguistica di ingresso pari o superiori ad A2 per la produzione
scritta e B1 per la comprensione scritta e la produzione orale del Quadro Europeo Comune di
Riferimento. Si rende necessario il superamento dell'esame di Lingua e traduzione francese II.

Obiettivi del corso

Gli obiettivi cardinali del corso consistono nell'approfondimento di elementi teorici di traduttologia
e nel perfezionamento di capacità traduttive di testi narrativi, descrittivi, argomentativi e dialogici
dall'italiano al francese.
Il corso mira altresì al potenziamento delle seguenti competenze e abilità:
- approfondimento delle strutture fonologiche, fonetiche, morfo-sintattiche e testuali-pragmatiche
del francese e delle sue varietà, con particolare riferimento alla padronanza delle quattro abilità
scritte e orali: comprensione scritta e orale; produzione scritta e orale; comunicazione e
interazione; riflessione metalinguistica;
- ampliamento della conoscenza e della padronanza di aspetti linguistici, extralinguistici, socio -
culturali legati alle due lingue-culture (italiano e francese).
- approfondimento di alcuni concetti che caratterizzano la comunicazione e l'interazione linguistica
nel mondo globale, quali ad esempio multilinguismo, plurilinguismo, plur

Programma del corso

Il corso mira a fornire un approfondimento teorico relativo agli elementi di traduttologia studiati
nelle due precedenti annualità, in particolare a questioni legate alle modalità di restituire, nel testo di
arrivo (texte - cible), gli aspetti linguistici, extralinguistici e socioculturali del testo di partenza (texte
- source).

Verranno svolte esercitazioni pratiche di traduzione dall'italiano al francese al fine di consentire allo
studente di applicare le competenze teoriche acquisite.

Sono inoltre previste esercitazioni nell'uso delle risorse informatiche per l'acquisizione e
l'ampliamento di competenze legate a fenomeni linguistici (variazioni linguistiche, giochi di parole e
metalinguaggio), extralinguisici e culturali.

Gli stessi contenuti verranno richiesti allo studente non frequentante.

I materiali proposti verranno di volta in volta raccolti in una dispensa messa a disposizione degli
studenti.
Essi comprendono:
a. Documenti di riferimento relativi alla parte teorica
c. Brani tradotti a lezione
È prevista la partecipazione a seminari attraverso verifiche di apprendimento.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) J.Podeur Jeux de traduction Liguori, Napoli, 2008
  • 2.  (A) J.Podeur La pratica della traduzione Liguori, Napoli, 2002
  • 3.  (A) Bertazzoli R. La Traduzione. Teorie e metodi Carocci, Roma, 2006
  • 4.  (A) U. Eco Dire quasi la stessa cosa Rcs libri , Milano, 2003
  • 5.  (A) Ricoeur P. Sur la traduction Bayard, Paris, 2004
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

I materiali proposti verranno di volta in volta raccolti in una dispensa messa a disposizione degli studenti.
Essi comprendono:
a. Documenti di riferimento relativi alla parte teorica
c. Brani tradotti a lezione
È prevista la partecipazione a seminari attraverso verifiche di apprendimento.

Metodi didattici
  • L'approccio metodologico prevede lezioni frontali dialogate, esercizi di pratica della traduzione,
    utilizzo di materiale audio - video.
    Il corso alternerà lezioni teoriche frontali a lezioni interattive volte alla traduzione e all'analisi di
    diverse tipologie di testi e ad una riflessione sulle scelte traduttive degli stessi, in particolare sulla
    base delle nozioni teoriche apprese.
    Per questo motivo, è auspicabile una regolare frequenza e una regolare esercitazione sui brani
    proposti nel corso delle lezioni.
Modalità di valutazione
  • Studenti frequentanti:
    - prova scritta di traduzione dall'italiano al francese, dettato, test di comprensione scritta
    - colloquio orale comprensivo di due parti:
    a. Parte teorica: colloquio sui contenuti teorici appresi
    b. Traduzione orale dei brani trattati a lezione (di cui verranno richiesti uno o più estratti).
    c. Traduzione orale di nuovi brani proposti dal docente
    I criteri di valutazione si basano sull'acquisizione dei contenuti disciplinari, sulla competenza nella
    traduzione di testi, sull'argomentazione e giustificazione di particolari scelte traduttive, sulla
    fluidità e correttezza espositiva.
    Le stesse competenze verranno richieste allo studente non frequentante.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

francese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

francese