Filosofia morale i - Lettorato 2 su classici: kant, critica della ragion pratica

  • A.A. 2018/2019
  • CFU 3
  • Ore 21
  • Classe di laurea L-5
Silvia Pierosara / Ricercatrice T.D. / Filosofia morale (M-FIL/03)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Nessuno

Obiettivi del corso

Gli studenti acquisiranno una preparazione che consentirà loro di collocare il pensiero morale
kantiano, così come esso emerge nella "Critica della ragion pratica", all'interno della storia della
filosofia morale e della sua specifica concettualità. Attraverso l'analisi di un testo filosofico, gli
studenti eserciteranno e rafforzeranno la capacità di riconoscere una particolare tipologia di
scrittura filosofica e alcune tecniche argomentative, ricostruendone i passaggi fondamentali,
cogliendo le implicazioni del testo e le sue connessioni interne. Lo sviluppo di competenze di
analisi, comprensione e argomentazione costituirà un valido strumento da utilizzare in contesti
dialogici e pubblici anche al di là degli specifici contenuti legati alla disciplina.

Programma del corso

1) Genesi e struttura della Critica della Ragion pratica nel contesto filosofico del tardo Settecento,
all'interno del criticismo kantiano e nell'ambito degli scritti morali dell'autore;
2) La ragion pura pratica: il significato e la sua distinzione dalla ragione pratica;
3) Leggi e massime; la legge fondamentale della ragion pura pratica e il fatto della ragione;
4) Legge morale e libertà;
5) Principi, oggetti e moventi della ragion pratica;
6) Sommo bene, bene supremo, bene perfetto, felicità e virtù;
7) Autonomia, formalismo e deontologia: cenni alla storia degli effetti dell'opera.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Immanuel Kant Critica della ragion pratica Laterza, Roma-Bari, 2017
  • 2.  (A) F. Gonnelli Guida alla lettura della Critica della ragion pratica Laterza, Roma-Bari, 2008
  • 3.  (C) A. Guerra Introduzione a Kant Laterza, Roma-Bari, 2010
  • 4.  (C) S. Landucci La Critica della ragion pratica di Kant. Introduzione alla lettura Carocci, Roma, 2010
  • 5.  (C) Christine M. Korsgaard Le origini della normatività ETS, Pisa, 2014 » Pagine/Capitoli: 128-145
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Durante il corso saranno forniti slides e materiali di supporto alla lettura e all'analisi dell'opera. Saranno inoltre fornite dispense utili per l'inquadramento della sua ricezione in epoca contemporanea.

Metodi didattici
  • Lezione frontale, dialogata, partecipata, seminari, gruppi di lavoro sull'analisi del testo. Le lezioni
    alterneranno momenti teorici di contestualizzazione del testo nello sviluppo del pensiero
    dell'autore a momenti di lettura e analisi diretta del'opera. Durante il corso saranno fornite alcune
    dispense che contribuiranno a chiarire il ruolo dell'opera analizzata nella produzione dell'autore e
    a comprendere alcuni momenti della storia degli effetti dell'opera stessa.
Modalità di valutazione
  • La prova di accertamento finale è orale. Essa si strutturerà in quattro quesiti.
    1) Contestualizzazione dell'opera rispetto al contesto culturale dell'autore e all'interno del suo
    pensiero morale;
    2) Ricostruzione della struttura dell'opera, delle sue finalità e dei suoi obiettivi;
    3) Analisi di un brano tratto dall'opera, commento e contestualizzazione all'interno dell'opera;
    4) Capacità di valutazione critica di alcune questioni che l'opera pone.
    I criteri di valutazione sono i seguenti: conoscenza dei contenuti e delle principali questioni poste
    dall'opera; capacità di analisi, ricostruzione dei nessi impliciti e sintesi; capacità di elaborare
    criticamente i contenuti.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Tedesco

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Nessuna