Teorie della giustizia

  • A.A. 2019/2020
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-78
Silvia Pierosara / Ricercatrice T.D. / Filosofia morale (M-FIL/03)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Conoscenza completa della Storia della filosofia e possesso delle nozioni fondamentali della Filosofia morale. Capacità di analisi del testo filosofico e di collegamento tra testi, concetti e problemi.

Obiettivi del corso

Al termine del corso lo studente conosce il percorso filosofico di Axel Honneth, il significato della teoria del riconoscimento e sue problematiche relazioni con le teorie della giustiza. Lo studente sa inoltre ricostruire la storia del concetto di riconoscimento e il suo confronto dialettico con il paradigma redistributivo.

Programma del corso

Axel Honneth: riconoscimento e giustizia
Il corso si propone di rileggere il tema del riconoscimento in Axel Honneth alla luce dei suoi più recenti sviluppi e in stretta connessione con le contemporanee teorie della giustizia.

1) Riconoscimento: storia di un concetto
a) riconoscimento dagli altri e riconoscimento da sé
b) riconoscimento e controllo
c) riconoscimento e libertà

2) Riconoscimento e giustizia
a) Ridistribuzione o riconoscimento?
b) Riconoscimento come ideologia
c) L'Io e il Noi

Ai sensi del Regolamento didattico di ateneo, concernente la "possibilità di autorizzare (soprattutto per i corsi di laurea magistrale e di formazione avanzata) progetti di sperimentazione, ispirati a principi di innovazione didattica, che prevedano anche attività svolte in forme interdisciplinari e cooperative, sulla base di un coinvolgimento collegiale di più docenti" (art. 6, come 6, lett. C), la collaborazione fra gli insegnamenti di "Teorie della giustizia" ed "Etica fondamentale" mod. II, "Etica pubblica" (Prof. Luigi Alici) concorre allo sviluppo di un modulo interdisciplinare sul tema: "Giustizia sociale e giustizia ambientale". Il modulo, di cui verranno concordate con gli studenti forme e modalità, intende sviluppare attitudini cooperative, flessibilità cognitiva, capacità di articolare e coordinare temi e problemi in prospettiva interdisciplinare, favorendo il confronto di categorie e metodologie a partire da diversi ambiti del sapere e lo sviluppo di paradigmi argomentativi plurali. NON si richiede che gli studenti frequentino obbligatoriamente i due corsi.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Axel Honneth Riconoscimento. Storia di un'idea europea Feltrinelli , Milano, 2019 » Pagine/Capitoli: per intero
  • 2.  (A) Axel Honneth La libertà negli altri. Saggi di filosofia sociale il Mulino, Bologna , 2017 » Pagine/Capitoli: prima e seconda parte
  • 3.  (C) Axel Honneth Lotta per il riconoscimento Il Saggiatore, Milano, 2002
  • 4.  (C) Axel Honneth Riconoscimento e disprezzo. Sui fondamenti di un'etica post-tradizionale Rubbettino, Soveria Mannelli, 1993
  • 5.  (C) B. van der Brink, D. Owen Recognition and Power. Axel Honneth and the Traditon of of Critical Social Theory Cambridge University Press, Cambridge, 2007
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Non ci sono differenziazioni tra studenti frequentanti e non frequentanti.

Metodi didattici
  • Lezione frontale partecipata e dialogata.
Modalità di valutazione
  • La prova è orale ed accerta conoscenze, capacità e chiarezza espositiva nella seguente modalità:
    - per il 40%: quantità e qualità delle conoscenze;
    - per il 30%: capacità di analisi, organizzazione e argomentazione logica;
    - per il 30%: chiarezza e rigore espositivo nell'esposizione scritta e orale.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Nessuna

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Nessuna