Filologia cinese

  • Filologia cinese m Classe: LM-37
  • A.A. 2016/2017
  • CFU 6, 9, 6, 9(m)
  • Ore 30, 45, 30, 45(m)
  • Classe di laurea L-11, LM-37(m)
Selusi Ambrogio / Professore a contratto
Prerequisiti

Triennale
Una conoscenza di base del cinese moderno è di ausilio allo studente nello studio
della lingua classica, anche in vista di confronti linguistici tra le diverse fasi. La
conoscenza della letteratura cinese I è consigliata.
Magistrale
Una conoscenza di base del cinese classico e una avanzata di quello
moderno sono da considerarsi preferibili, affinché lo studente possa confrontarsi
anche in maniera autonoma con i testi di diverse epoche.

Obiettivi del corso

Triennale
Lo studente imparerà a confrontarsi con testi della traduzione cinese sia dal punto di
vista linguistico, apprendendo le basi del wenyan, sia dal punto di vista letterario e
culturale.
Magistrale
Lo studente avrà occasione di approfondire aspetti relativi al cinese classico di epoca
imperiale, potendo in tal modo approfondire aspetti letterari e culturali che
normalmente si svolgono in traduzione durante il primo anno della triennale.

Programma del corso

Triennale 9cfu
1. Contestualizzazione storica e culturale della formazione scritta della lingua cinese
classica in epoca pre-Qin (2h).
2. Discussione del concetto di filologia nelle diverse epoche cinesi (4h), con
connessioni alla teoria della critica poetica.
3. Gli elementi linguistici di base verranno appresi contestualmente alla traduzione di
brevi passi scelti.
Saranno oggetto di studio estratti dai seguenti testi:
- pre-imperiali (24h): Zuozhuan, Mengzi, Zhuangzi, Han Feizi e Laozi.
- imperiali (15h): prose e poesie di paesaggio di epoca Tang e Song.
Triennale 6cfu
Lo stesso programma dei 9cfu esclusi i testi imperiali.

Magistrale 9cfu
Gli studenti saranno tenuti a seguire le prime lezioni relative alla contestualizzazione
e discussione del concetto di filologia (circa 6h). Gli studenti riprenderanno a seguire
le lezioni nel passaggio ai testi di periodo imperiale (circa 15h). Per le ore mancanti
che riguardano le lezioni di avviamento alla lingua classica e lo studio dei testi del
periodo pre-imperiale, gli studenti sono tenuti a concordare la traduzione di passi da
svolgere come studio autonomo, che possono anche essere i testi di epoca imperiale
che gli studenti poi potranno presentare durante le lezioni.
Chiaramente gli studenti di magistrale che nel loro percorso pregresso non dovessero
aver mai svolto un corso di cinese classico o di filologia cinese, potranno portare il
programma della triennale con una piccola integrazione.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Maurizio Scarpari Avviamento allo studio del cinese classico Cafoscarina, Venezia, 1995
  • 2.  (C) Wang Li Gudai hanyu Zhonghua shuju, Beijing, 2008
  • 3.  (C) Pulleyblank Edwin George Outline of Classical Chinese Grammar Ubc Press, Vancouver, 1995
  • 4.  (C) Aa.Vv. Hanyu dazidian (6 voll) Sichuan cishu chubanshe, Chengdu, 1990
  • 5.  (C) Aa.Vv. Gudai hanyu cidian Shangwu yinshuguan, Beijing, 2014
  • 6.  (C) Paul W. Kroll A Student's Dictionary of Classical and Medieval Chinese Brill, Leiden-Boston, 2015
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Gli studenti non frequentanti sia di triennale (6 o 9cfu) sia di magistrale (9cfu) sono tenuti a concordare un percorso specifico col docente.

Metodi didattici
  • Lezioni frontali dialogate.
    Traduzione guidata dei testi pre-imperiali e imperiali.
    Traduzione seminariale con studenti di magistrale dei testi imperiali.
Modalità di valutazione
  • La prova orale consiste in quattro fasi: a. e b. lettura di una fonte di prosa e di
    una di poesia tradotte in classe (uno pre-imperiale e uno imperiale),
    inquadramento storico-culturale e traduzione commentata; c. domande di sintassi
    relative o meno ai passi tradotti; d. una domanda connessa alla rilevanza del
    problema filologico nei diversi contesti culturali cinesi.
    Il voto sarà assegnato in base ai seguenti criteri: capacità di tradurre
    correttamente e di argomentare le proprie scelte (30%); conoscenza della lingua
    cinese classica dal punto di vista sintattico (30%); capacità critica (20%);
    capacità argomentativa e proprietà di linguaggio (10%); capacità di effettuare
    confronti coerenti con altri contesti linguistici o altri fenomeni della lingua cinese
    moderna (10%).
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

cinese, inglese e francese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

cinese