Informazioni
» Vai all'elenco delle AULE TEAMS dei docenti

Lingua e traduzione cinese iii (MZ) - Mod. b "interpretazione per l'impresa internazionale"

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-12
Selusi Ambrogio / Professore a contratto
Prerequisiti

Aver sostenuto positivamente gli esami della seconda annualità di Lingua cinese: il
corso quindi richiede una conoscenza media della lingua cinese scritta (almeno 800
vocaboli); preferibilmente lo studente dovrebbe aver seguito il mod. a della stessa
annualità; lo studente dovrà inoltre già essere in grado di utilizzare dizionari e altre
fonti terminologiche bilingui e monolingui cartacee e altri strumenti informatici per lo
studio della lingua. La conoscenza dell'inglese deve essere avanzata.

Obiettivi del corso

Il corso ha l'obiettivo di portare lo studente ad una competenza in cinese pari al
livello 4 del certificato di conoscenza del cinese HSK. Pertanto alla fine del corso si
prevede che lo studente abbia una conoscenza di almeno 1.600 vocaboli e che
sappia impiegare tutte le strutture grammaticali principali della lingua cinese. Il
corso si propone di rafforzare le competenze nel cinese parlato, guidando lo
studente verso una competenza nell'interpretazione di dialoghi semplici,
soprattutto dal cinese all'italiano. Gli argomenti trattati riguarderanno il cinese
commerciale e di impresa.
Alla fine dei due moduli (a e b), lo studente raggiungerà un livello adeguato a
superare il primo livello della prova Business Chinese Test (BCT A).

Programma del corso

Il corso sarà articolato su questi binari principali:
- studio del cinese parlato e delle sue peculiarità (xiyu, chengyu,...);
- studio di sintassi avanzata e di alcuni rilevanti tongyici (sinonimi);
- studio del lessico commerciale cinese attraverso il manuale;
- comprensione e interpretazione di dialoghi ascoltati in aula a cui deve seguire uno studio dello studente delle strutture e del lessico, prevalentemente cinese-italiano;
- traduzione di articoli di ambito socio-politico.

Sono da considerarsi come parte integrante e imprescindibile le lezioni tenute dal
lettore madrelingua.

Alla fine dei due moduli (a e b), lo studente raggiungerà un livello adeguato a
superare il primo livello della prova Business Chinese Test (BCT A).

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Barbara Leonesi Cinese & affari. Manuale pratico di cinese commerciale. Hoepli, Milano, 2012
  • 2.  (A) Casacchia Giorgio, Bai Yukun Dizionario cinese-italiano Cafoscarina, Venezia, 2013
  • 3.  (C) Aa.Vv. Xiandai hanyu cidian Shangwu yinshuguan, Beijing, 2012
  • 4.  (C) Aa.Vv. Chengyu da cidian Shangwu yinshuguan, Beijing, 2014
  • 5.  (C) Bao Wenying Shiyong shangwu hanyu Huadong shifandaxue chubanshe, Shanghai, 2007
  • 6.  (C) Huang Weizhi, Yang Tingzhi Zhongguo quanjing. Shangmao hanyu. Yuwen chubanshe, Beijing, 2006
  • 7.  (C) Wang Xiaojun Jichu shangwu hanyu. Huihua yu yingyong, v. I, II Beijingyuyandaxue chubanshe, Beijing, 2010
  • 8.  (C) Aa.Vv. Shangwu hanyu yibentong Gaodeng jiaoyu chubanshe, Beijing, 2010
  • 9.  (C) Chen Jianhua Hanyu kouyu xiguan yongyu jiaocheng Beijingyuyandaxue chubanshe, Beijing, 2011
  • 10.  (A) Chiara Romagnoli Grammatica cinese. Le parole vuote del cinese moderno. Hoepli, Milano, 2012
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

I testi ascoltati in aula saranno forniti dal docente in trascrizione nelle lezioni successive e messi a disposizione a fine corso in copisteria.
Gli studenti non frequentanti sono tenuti a concordare uno specifico programma.

Metodi didattici
  • Lezioni frontali di grammatica e lessico.
    Laboratorio di ascolto e conversazione.
Modalità di valutazione
  • Lo studente dovrà superare una prova scritta (50%) e una prova orale (50%).
    La prova scritta è così composta: 1. dettato (40%); 2. elaborato scritto in cinese o tema (60%).
    La prova orale è così composta: 1. conversazione avanzata con il lettore (40%) e 2. ascolto e/o lettura di dialoghi similari a quelli studiati a lezione o dati in dispensa e relativa interpretazione col docente italiano (60%), verrà valutata sia la pronuncia sia la competenza lessicale.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

cinese e inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

cinese