Giustizia amministrativa

  • A.A. 2017/2018
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-63
Sergio De Santis / Professore a contratto
Prerequisiti

Si consiglia una buona preparazione di base sugli istituti di diritto pubblico.

Obiettivi del corso

Gli studenti acquisiranno una preparazione sui riferimenti storici e sui principi
costituzionali attinenti al sistema di tutela giurisdizionale, fino ai singoli istituti da
ultimo delineati con il codice del processo amministrativo. Nelle prime lezioni gli
studenti dovranno dimostrare di avere appreso i principali passaggi evolutivi del
sistema di giustizia amministrativa dalla legge n. 2248/1865 allegato E sino alla legge
di riforma della giustizia amministrativa (n. 205/00). Al termine della seconda parte
dovranno padroneggiare gli istituti per come codificati con il D.LGS. n. 104/2010,
tenendo conto delle innovazioni introdotte dal nuovo codice dei contratti pubblici
(d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50) e dalla disciplina del c.d. accesso civico (d.lgs. 25
maggio 2016, n. 97) fino ad arrivare, con la discussione di casi pratici, alle modalità di
redazione di atti e/o memorie di udienza ivi inclusi notificazione, attestazione e
deposito come da PAT.

Programma del corso

1) le origini del nostro sistema di giustizia amministrativa;
la giustizia amministrativa nel Regno di Sardegna
il declino dei tribunali del contenzioso amministrativo
la legge 20 marzo 1865, n. 2248
il bilancio dell'allegato E nei primi anni successivi al 1865
la legge sui conflitti del 1877
2) l'affermazione di una giurisdizione amministrativa;
l'istituzione della Quarta sezione
la riforma del 1907
la riforma del 1923 e l'istituzione della giurisdizione esclusiva
l'entrata in vigore della Costituzione e l'istituzione dei Tar
le innovazioni recenti e il 'codice del processo amministrativo'
alcuni problemi aperti
3) l'interesse legittimo;
il dialogo con il 'potere' dell'amministrazione
l'interesse legittimo come posizione soggettiva differenziata e qualificata
l'interesse legittimo come posizione di diritto sostanziale
l'identificazione del 'bene della vita'
interessi legittimi e diritti soggettivi
interessi legittimi e risarcimento del danno
interessi legittimi e interessi semplici
4) i principi costituzionali sulla tutela giurisdizionale del cittadino nei confronti della
pubblica amministrazione;
principi dei Trattati UE e della CEDU
i principi costituzionali in generale
i principi sul giudice
i principi sull'azione
i principi sull'assetto della giurisdizione amministrativa
5) la giurisdizione ordinaria nei confronti della pubblica amministrazione;
i criteri accolti per il riparto fra giurisdizione ordinaria e giurisdizione amministrativa
i limiti interni della giurisdizione ordinaria nel processo di cognizione
la disapplicazione degli atti amministrativi
il giudice ordinario e i procedimenti speciali nei confronti dell'amministrazione
le disposizioni processuali particolari per il giudizio in cui sia parte un'amministrazione
statale
il giudice ordinario e le controversie di lavoro dei dipendenti delle amministrazioni
l''esecuzione forzata nei confronti dell'amministrazione
6) i ricorsi amministrativi;
il ricorso gerarchico: procedimento e decisione
il ricorso gerarchico: il problema del 'silenzio'
il ricorso gerarchico improprio e il ricorso in opposizione
il ricorso straordinario
7) il quadro generale della giurisdizione amministrativa;
la giurisdizione di legittimità, la giurisdizione esclusiva e la giurisdizione estesa al
merito
8) l'azione nel processo amministrativo;
le condizioni generali per l'azione nel processo amministrativo
la tipologia delle azioni nel processo amministrativo
l'azione di annullamento
l'azione di mero accertamento
l'azione di condanna
la tutela nei confronti del silenzio; l'azione di adempimento; la tutela del diritto
d'accesso
l'azione per l'efficienza dell'amministrazione
9) il giudizio di primo grado;
l'introduzione del giudizio
i motivi aggiunti
la costituzione delle altre parti e il ricorso incidentale
l'istruttoria
gli incidenti del giudizio
la decisione
il rito camerale
10) la tutela cautelare;
i caratteri generali della tutela cautelare nel processo amministrativo
la tipologia e i contenuti delle misure cautelari
la procedura 'ordinaria'
la tutela cautelare nei casi di particolare urgenza
i rimedi ammessi nei confronti delle ordinanze cautelari
l'esecuzione delle ordinanze cautelari
11) la sentenza e le impugnazioni;
la sentenza;
gli effetti della sentenza di annullamento
le impugnazioni (in generale)
l'appello al Consiglio di Stato
la revocazione
l'opposizione di terzo
il ricorso per cassazione per motivi di giurisdizione
12) i riti speciali;
il giudizio in materia di accesso
il giudizio nei confronti del 'silenzio'
il decreto ingiuntivo
il rito abbreviato
il giudizio sulle procedure contrattuali
il contenzioso elettorale
il giudizio per l'efficienza dell'amministrazione
13) il giudicato amministrativo e l'esecuzione della sentenza
il giudicato amministrativo
l'esecuzione della sentenza (in generale)
il giudizio di ottemperanza
il commissario ad acta
14) il PAT

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Aldo Travi Lezioni di giustizia amministrativa Giappichelli, Torino, 2016 » Pagine/Capitoli: 391
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

I materiali utilizzati nel corso delle lezioni verranno comunque messi a disposizione sulla pagina del docente. I frequentanti che intendono preparare il programma da 6 CFU potranno omettere lo studio del manuale relativamente alla parte storica che verrà approfondita e sintetizzata nel nel corso delle lezioni e limitarsi pertanto allo studio dei capitoli dal IX al XV (per un totale di pagine 198). Per i non frequentanti che intendono preparare il programma da 6 CFU è previsto lo studio del manuale nella sua interezza (pag. 1-391)

Metodi didattici
  • Verranno tenute lezioni frontali dialogate con proiezione di slides in power point e
    pubblicazione del materiale di volta in volta rassegnato nella pagina riservata?
    all'occorrenza verranno discussi singoli casi e commentante le sentenze di pregio, quindi
    richiesta l'elaborazione, previsa se del caso scomposizione in singoli di gruppi, di
    modalità di risoluzione di casi pratici anche mediante redazione di atti e memorie e/o
    simulazioni di attività di udienza
Modalità di valutazione
  • La prova di accertamento è orale. Gli studenti che risulteranno aver frequentato le lezioni
    saranno ammessi a sostenere una prova strutturata di metà corso? la prova, che
    riguarderà gli argomenti sino a quel momento trattati, sarà nella forma del test a scelta
    multipla con un breve spazio a disposizione dello studente per la motivazione così da
    verificare il grado di conoscenza acquisita nel corso delle lezioni e la capacità di
    sintetizzare le relazioni tra gli argomenti trattati.