Metodologie di filosofia teoretica - Mod. 2 - teorie del metodo

  • Filosofia dei diritti e delle culture 2 Classe: LM-78
  • A.A. 2014/2015
  • CFU 6, 6(m)
  • Ore 30, 30(m)
  • Classe di laurea LM-78, LM-78(m)
Sergio Labate / Professore di ruolo - II fascia / Filosofia teoretica (M-FIL/01)
Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo
Prerequisiti

nessuno

Obiettivi del corso

Gli studenti acquisiranno una preparazione che consenta loro di muoversi e utilizzare
le principali teorie dialettiche classiche. Acquisiranno inoltre concetti fondamentali per
poter comprendere le metodologie filosofiche contemporanee e, in modo particolare,
acquisiranno la capacità di costruzione di un'analisi critico-teorica della filosofia
classica.

Programma del corso

Dialettica e speranza.

Il corso si muove da una precomprensione teoretica: che il novecento rende esplicito
ciò che era implicito e necessario nelle teorie dialettiche precedenti. Questo
presupposto reso esplicito consiste nel riconoscimento di un intreccio formalmente
ineludibile tra metodo dialettico e facoltà della speranza. Proprio per cogliere
plasticamente questo passaggio, il corso si occuperà in particolare dell'interpretazione
alla dialettica hegeliana da parte di Ernst Bloch, rintracciando in queste pagine la
speranza come contenuto formale della dialettica. Il corso sarà suddiviso in due
moduli.
Primo modulo (lezioni frontali):
a. una prima parte sarà dedicata all'interpretazione blochiana della dialettica
kantiana, attraverso un approfondimento di alcune parti dell'opera Spirito dell'utopia
e di La filosofia di Kant.
b. Una seconda parte, più estesa, sarà dedicata all'interpretazione della dialettica
hegeliana, attraverso la lettura di parti estese dell'opera Soggetto Oggetto.
Commento a Hegel.
c. Una terza parte, sarà dedicata all'approfondimento della dialettica di Marx
nell'interpretazione di Bloch, attraverso la lettura di alcuni saggi del volume Su Marx.

Secondo modulo (lezioni seminariali):
a. Una prima parte sarà dedicata alla lettura e all'analisi condivisa di alcune parti
de Il principio Speranza.
b. Una seconda parte sarà dedicata alla lettura di alcuni saggi recentissimi (anche
in lingua inglese) dedicati all'opera di Ernst Bloch.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) E. Bloch Soggetto - Oggetto. Commento a Hegel il Mulino, Bologna, 1982 » Pagine/Capitoli: 110-208; 395-545
  • 2.  (A) E. Bloch Spirito dell'utopia Sansoni, Milano, 2004 » Pagine/Capitoli: 224-240
  • 3.  (C) M. Bianco Dialettica e speranza. Bloch interprete di Hegel Franco Angeli, Milano, 2007
  • 4.  (C) G. Cunico Critica e ragione utopica. A confronto con Habermas e Bloch Marietti, Genova, 1988
  • 5.  (A) P.Thompson - S. Zizek (edd.) The Privatization of Hope: Ernst Bloch and the Future of Utopia Duke University, Durham, 2013 » Pagine/Capitoli: un saggio a scelta
  • 6.  (A) E. Bloch La filosofia di Kant Mimesis, Milano, 2010 » Pagine/Capitoli: parti scelte
  • 7.  (A) E. Bloch Per Marx il Mulino, Bologna, 1972 » Pagine/Capitoli: saggi scelti
  • 8.  (A) Ernst Bloch Il principio speranza Garzanti, Milano, 2005 » Pagine/Capitoli: passi scelti
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

- le parti scelte dai libri 2 e 6 sono in alternativa;
- la parti scelte dai libri 5 e 8 saranno oggetto di lavoro seminariale e soltanto una parte a scelta dello studente sarà poi oggetto del programma d'esame;
- le parti scelte del libro 7 saranno messe a disposizione dal docente, essendo il volume fuori commercio.

Metodi didattici
  • lezioni frontali
    gruppi di lavoro
    seminari
Modalità di valutazione
  • La prova di accertamento finale è orale. Conterrà una serie di domande tese ad
    accertare la conoscenza teorica sugli argomenti trattati a lezione, la capacità di
    sintesi; la capacità argomentativa; la capacità di rielaborazione dei contenuti appresi
    e di applicazione delle nozioni acquisite.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

inglese