Letteratura latina medievale e umanistica

  • A.A. 2017/2018
  • CFU 6, 9
  • Ore 30, 45
  • Classe di laurea LM-14,15
Silvia Fiaschi / Ricercatore / Letteratura latina medievale e umanistica (L-FIL-LET/08)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Conoscenza del latino, almeno a livello elementare



Obiettivi del corso

1) acquisizione di una metodologia di base per l'approccio critico ai testi mediolatini, con l'ausilio dei sussidi necessari per affrontare le problematiche ad essi connesse (repertori, bibliografie, lessici e dizionari, risorse informatiche specifiche).
2) conoscenze essenziali della letteratura latina medievale e umanistica, nelle sue peculiari connotazioni storiche, filologiche e testuali; della tradizione lessicografica nei secc. XIV-XV; di autori rappresentativi.

Programma del corso

«Lessicografia umanistica: Lorenzo Valla, Giovanni Tortelli et alii».

Il corso, che si propone come ideale prosecuzione di quello tenuto nell'a.a. 2016/17 (concentrato sui secc. IX-XIII), prenderà in esame la tradizione lessicografica umanistica, attraverso l'esame di voci tratte da alcuni dei testi più rappresentativi di questo genere, a partire da Lorenzo Valla e Giovanni Tortelli, ma includendo nell'analisi anche molte altre figure di rilievo. Si metterà in risalto la svolta, determinata nell'ambito di questa tradizione, dal ritorno del greco in Occidente, che incise in maniera inequivocabile sull'evoluzione della lingua latina nel periodo in esame. In base alle competenze e agli interessi degli studenti, si valuterà la possibilità di trattare anche aspetti legati alla lessicografia greca nel Quattrocento.
Le lezioni iniziali, che avranno carattere propedeutico alla disciplina, saranno dedicate ad illustrare gli aspetti più rilevanti della letteratura latina medievale e umanistica, i percorsi di trasmissione testuale, le principali questioni connesse con la filologia mediolatina e l'edizione dei testi mediolatini. Sono
previsti inoltre i seguenti seminari: presso la Biblioteca di Scienze storiche di Palazzo Ugolini, in cui si illustreranno i principali strumenti bibliografici e informatici di cui la disciplina attualmente dispone; presso la Biblioteca Comunale di Macerata, con illustrazione ed analisi di libri antichi (manoscritti e
incunaboli); durante le lezioni, con lavoro sul testo da parte degli studenti.

PROGRAMMA D'ESAME
a) MODULO COMPLETO DA 9 CFU
1. Argomenti trattati a lezione, comprensivi dei testi analizzati, distribuiti in dispensa.
2. Letteratura latina medievale (secoli VI-XV). Un manuale, a cura di C. Leonardi et alii, Firenze, Sismel-Edizioni del Galluzzo, 2003, solo i secc. XIV-XV.
3. Due saggi a scelta dai seguenti volumi:
- Les manuscrits des lexiques et glossaires de l'antiquité tardive à la fin du Moyen Âge : actes du Colloque international organisé par le Ettore Majorana centre for scientific culture : Erice, 23-30 septembre 1994 / édités par Jacqueline Hamesse, Louvain-La-Neuve : Fédération internationale des Instituts d'études médiévales, 1996.
- Glossaires et lexiques médiévaux inédits : bilan et perspectives : actes du colloque de Paris (7 mai 2010), édités par J. Hamesse et J. Meirinhos, Porto, FIDEM, 2011.

b) MODULO DA 6 CFU
Punti 1 (relativamente agli argomenti trattati nelle prime 30 ore del corso), 2 più 1 saggio a scelta dei volumi indicati al punto 3.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) MARTINELLI-P. DRONKE-P. C.JACOBSEN-M. LAPIDGE-E. PAOLI-G.POLARA (a cura di) Letteratura latina medievale. Un manuale Sismel-Edizioni del Galluzzo, Firenze, 2003 » Pagine/Capitoli: secoli XIV-XV
  • 2.  (A) J. Hamesse et J. Meirinhos Glossaires et lexiques médiévaux inédits : bilan et perspectives : actes du colloque de Paris (7 mai 2010) FIDEM, Porto, 2011 » Pagine/Capitoli: saggi a scelta
  • 3.  (A) J. Hamesse Les manuscrits des lexiques et glossaires de l'antiquité tardive à la fin du Moyen Âge Brepols, Louvain, 1996 » Pagine/Capitoli: saggi a scelta
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Note: 1. data la natura seminariale del corso, la frequenza è fortemente raccomandata. 2. gli studenti che intendono sostenere l'esame da non frequentanti devono concordare con il docente, possibilmente entro la fine del corso, un programma integrativo o sostitutivo. 3. il docente si riserva di apportare, durante le lezioni e in accordo con gli studenti, leggere modifiche alla bibliografia indicata, anche in relazione ad eventuali interessi sollecitati dalla classe o a interessi specifici.

Metodi didattici
  • - Lezioni frontali dialogate;
    - Esercitazioni di gruppo;
    - Seminari
Modalità di valutazione
  • La prova di valutazione si svolgerà in forma orale, e prevede almeno tre domande (aperte o chiuse), relative a ciascuna delle tre sezioni in cui è articolato il corso (parte introduttiva, parte monografica,
    strumenti di ricerca). Alla determinazione del giudizio concorreranno i seguenti indicatori:
    - Coerenza della risposta;
    - Capacità di orientamento nel tempo e nello spazio;
    - Correttezza e completezza delle informazioni;
    - Organizzazione logica dell'argomentazione;
    - Chiarezza espositiva.
    Saranno valorizzati gli approcci critici alla disciplina e alle tematiche trattate
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Latino, Greco antico, Francese, Inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Latino