Filologia umanistica

  • A.A. 2018/2019
  • CFU 6, 9
  • Ore 30, 45
  • Classe di laurea LM-14,15
Silvia Fiaschi / Professoressa di ruolo - II fascia / Letteratura latina medievale e umanistica (L-FIL-LET/08)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Interesse per la disciplina e per gli argomenti del corso. Attitudine allo studio.
Conoscenza del latino a livello elementare

Obiettivi del corso

1) acquisizione di una metodologia di base per l'approccio critico ai testi umanistici, con l'ausilio dei sussidi necessari per affrontare le problematiche ad essi connesse (repertori, bibliografie, lessici e dizionari, risorse informatiche specifiche).
2) conoscenze essenziali sul fenomeno dell'Umanesimo nella sua peculiare connotazione storica, filologica e letteraria; conoscenza di un autore essenziale nella storia della letteratura e della cultura europea.

Programma del corso

"ALLE RADICI DELL'UMANESIMO: LORENZO VALLA"

Il corso affronterà lo studio della personalità intellettuale e della produzione letteraria di Lorenzo Valla (1405 ca.-1457), esaminate nel contesto storico e culturale di riferimento, con attenzione per i diversi ambienti nei quali egli operò e si espresse il suo metodo filologico. In particolare saranno prese in esame le seguenti opere, delle quali saranno letti e commenti brani specifici: la 'Declamatio de falso credita et ementita Constantini donatione', le 'Elegantie', la 'Collatio Novi Testamenti', la 'Oratio in principio studii'.
In base alle competenze e agli interessi degli studenti, sarà valutata la possibilità di trattare altri testi della produzione valliana e di autori coevi.
Le lezioni iniziali, che avranno carattere propedeutico alla disciplina, saranno dedicate ad illustrare gli aspetti più rilevanti della letteratura latina medievale e umanistica, i percorsi di trasmissione testuale, le principali questioni connesse con la filologia mediolatina e umanistica.
Sono inoltre previsti i seguenti seminari: uno presso la Biblioteca Comunale di Macerata, con illustrazione ed analisi di libri antichi (manoscritti e incunaboli); seminari durante le lezioni, con lavoro sul testo da parte degli studenti, che saranno chiamati a svolgere su questo un piccolo approfondimento tematico in vista dell'esame, da preparare in forma scritta (circa 5/6 cartelle).

PROGRAMMA D'ESAME
a) MODULO COMPLETO DA 9 CFU
1. Argomenti trattati a lezione, comprensivi dei testi analizzati, distribuiti in dispensa.
2. M. BERTE' - M. PETOLETTI, La filologia medievale e umanistica, Bologna, Il Mulino, 2017.
3. Due saggi a scelta fra i seguenti:
- C. DIONISOTTI, Discorso sull'umanesimo italiano, in Id., Geografia e storia della letteratura italiana, Torino, Einaudi, 1967, pp. 145-161.
- M. FOIS, "Il pensiero cristiano di Lorenzo Valla nel quadro storico-culturale del suo ambiente", Roma, Università Gregoriana 1969, pp. 383-440.
- M. REGOLIOSI, Nel cantiere del Valla, Roma, Bulzoni, 1993, pp. 1-35.

b) MODULO DA 6 CFU
Punti 1 (relativamente agli argomenti trattati nelle prime 30 ore del corso), 2, più un saggio a scelta dei volumi indicati al punto 3.

PROGRAMMA PER I NON FREQUENTANTI
Coloro che non possono frequentare il corso, sono tenuti a concordare con la docente un programma sostitutivo o integrativo, anche in base ai loro interessi, alle loro competenze e ai loro percorsi di studio.






Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) M. BERTE' - M. PETOLETTI La filologia medievale e umanistica Il Mulino, Bologna, 2017
  • 2.  (A) C. DIONISOTTI Discorso sull'umanesimo italiano, in Id., Geografia e storia della letteratura italiana Einaudi, Torino, 1967 » Pagine/Capitoli: 145-161
  • 3.  (A) M. FOIS Il pensiero cristiano di Lorenzo Valla nel quadro storico-culturale del suo ambiente Università Gregoriana, Roma, 1969 » Pagine/Capitoli: 383-440
  • 4.  (A) M. REGOLIOSI Nel cantiere del Valla Bulzoni, Roma, 1993 » Pagine/Capitoli: 1-35
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

1. data la natura seminariale del corso, la frequenza è fortemente raccomandata; 2. il docente si riserva di apportare, durante le lezioni e in accordo con gli studenti, leggere modifiche alla bibliografia indicata, anche in relazione ad eventuali interessi sollecitati dalla classe o a interessi specifici; 3. la bibliografia indicata nel programma non deve essere necessariamente acquistata, anche perché alcuni materiali possono non essere più in commercio: tutto è comunque disponibile nelle biblioteche dell'Ateneo e la docente raccomanda fortemente il ricorso ai materiali presenti in biblioteca, anche da un punto di vista propedeutico e metodologico per le discipline letterarie in genere.

Metodi didattici
  • - Lezioni frontali dialogate
    - Esercitazioni di gruppo
    - Seminari
Modalità di valutazione
  • La prova di valutazione si svolgerà in forma orale, e prevede almeno tre domande (aperte o chiuse), relative a ciascuna delle tre sezioni in cui è articolato il corso (parte introduttiva, parte monografica,
    strumenti di ricerca); sarà inoltre discusso l'approfondimento svolto dallo studente relativamente alla parte monografica. Alla determinazione del giudizio concorreranno i seguenti indicatori:
    - Coerenza della risposta;
    - Capacità di orientamento nel tempo e nello spazio;
    - Correttezza e completezza delle informazioni;
    - Organizzazione logica dell'argomentazione;
    - Chiarezza espositiva.
    Saranno valorizzati gli approcci critici alla disciplina e alle tematiche trattate
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Latino, Inglese, Francese, Greco antico

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Italiano, Latino

  Torna alla scheda
Calendario
 Notizie
  Materiali didattici