Lingua e traduzione francese iii

  • A.A. 2014/2015
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-11
Silvia Vecchi / Professore a contratto
Prerequisiti

I livelli di competenza linguistica di ingresso si riferiscono al livello A2 (per la produzione scritta) e al B1 (per la comprensione dello scritto e la produzione orale) (rif. Quadro Europeo Comune di riferimento).
Si raccomanda la frequenza dei corsi di lettorato fin dal PRIMO SEMESTRE essendo parte integrante dell'insegnamento, per il raggiungimento delle competenze - di comprensione, produzione orale e scritta - necessarie ai fini del superamento dell'esame finale.

Obiettivi del corso

Attraverso l'analisi del discorso e l'analisi testuale, il corso si pone l'obiettivo di orientare gli studenti a:
- conoscere approfonditamente alcuni aspetti del francese stratificati nello spazio francofono con particolare attenzione a lessico e varietà di lingua;
- tematizzare i beni simbolici rappresentativi della lingua-cultura così come sono veicolati da istituzioni e pratiche;
- riconoscere gli aspetti significativi della pluralità di espressione francese, sociolinguisticamente e socioculturalmente intesa;
- potenziare capacità di analisi di testi dotati di un livello linguistico che corrisponda al concetto di lingua come pratica sociale;
- affinare conoscenze e capacità traduttive;
- perfezionare le competenze linguistiche e di analisi critica tramite l'utilizzo delle risorse informatiche;
- individuare le correlazioni fra contesti, rappresentazioni e discorsi sul francese

Programma del corso

PROGRAMMA DEL CORSO
Le français dans l'espace francophone et plurilinguisme: aspects linguistico-culturels, enjeux sociolinguistiques et approches du traducteur-médiateur.

"La difficoltà sta proprio in questo essere « entre deux langues » (tra due lingue). [.] Non si tratta di padroneggiare o meno una lingua, bensì di «appartenere» a una lingua"- Martella Marco (dal sito di Jacqueline Spaccini "Traduttore e traditore")

Nell'ambito di una riflessione sulla traduzione come atto di mediazione fra culture, il corso si propone di analizzare esempi di lingua "in situazione" privilegiando testi delle "Littératures des immigrations" (Bonn, 1995) e testi di comunicazione (Maingueneau 2002). Si tratterà di evidenziare, attraverso lo studio delle strategie linguistico-enunciative e discorsive, il legame tra uso della lingua e stratificazioni di senso sensibilizzando lo studente ad una riflessione sul processo di mediazione in contesto traduttivo.

Contenuti
Introduzione. Lingue e culture, Lingue/culture nella pluralità delle rappresentazioni, delle immagini e dei vissuti.

Modulo 1.
a. Le "Littératures des immigrations" (Bonn, 1995). Il romanzo "beur": Habiba Mahany, Kiffer sa race (2008); Soraya Nini, Ils disent que je suis une Beurette (2000).
b. La "Parole immigrée" (M. Micone, 1985). M. Micone, Migrances (2005); Wahmed Ben-Younes, Yemma (1999).
Modulo 2.
I testi di comunicazione (Maingueneau 2002): la pubblicità, le "mots-valises", i "palimpsestes verbo-culturels" (Galisson,1994).

Conclusione. Mediare lingue e culture, mediare "attraverso" le lingue e culture. Riflessione sulle ipotesi d'interesse del programma di insegnamento nell'ambito del corso di laurea in Lingue e culture moderne.


Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Cordonnier J.-L. « Aspects culturels de la traduction : quelques notions clés », in Meta, vol. 47, 1, http://id.erudit.org/iderudit/007990ar, 2002 » Pagine/Capitoli: 38-50.
  • 2.  (A) Eco U. Dire quasi la stessa cosa. Esperienze di traduzione Bompiani, Milano, 2003 » Pagine/Capitoli: pp. 225-253; pp.299-302.
  • 3.  (A) Podeur J., Jeux de traduction. Giochi di traduzione Liguori, Napoli, 2008 » Pagine/Capitoli: Capitoli 1,6
  • 4.  (C) Mejri S., Traduire la langue, traduire la culture Maisonneuve & Larose, Paris, 2003
  • 5.  (C) Batalha M.C. "Traduzione e modelli canonizzati: l'angoscia della disobbedienza", in R.M. Bollettieri Bosinelli e E. Di Giovanni (a cura di), Oltre l'Occidente. Traduzione e alterità culturale Bompiani, Milano, 2009 » Pagine/Capitoli: pp. 55-76
  • 6.  (C) Bensoussan A. "La traduzione: passerella tra culture", in R.M. Bollettieri e E. Di Giovanni (a cura di) Oltre l'Occidente. Traduzione e alterità Bompiani, Milano, 2009 » Pagine/Capitoli: pp. 429-456.
  • 7.  (A) Berman A. La traduction et la lettre, ou l'auberge du lointain Seuil, Paris, 1999
  • 8.  (A) Charaudeau P. Le discours d'information médiatique; la construction du miroir social Nathan, Paris, 1997
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

NOTE

1) All'inizio del corso verranno precisati i seguenti punti:
- Il lettorato
- I livelli di competenza linguistica richiesti e le competenze da raggiungere al termine del corso;
- L'articolazione dell'insegnamento (obiettivi formativi, approcci, contenuti);
- Le modalità di svolgimento dell'esame scritto e dell'esame orale;
- La bibliografia, le letture di approfondimento.

2) Ulteriore materiale utile per la preparazione dell'esame orale sarà fornito nel corso delle lezioni.

3) Al termine del corso, sarà messa a disposizione degli studenti una dispensa con i seguenti materiali di riferimento*:
a. Un corpus di documenti nella forma di estratti letterari, articoli di giornale unitamente a contributi specifici per l'approfondimento dell'argomento del corso
c. Estratti di testi di metodologia inerenti alla linguistica dell'enunciazione, all'analisi del discorso per lo studio dei corpora
d. Bibliografia e sitografia

*Per MATERIALE DI STUDIO si intende l'insieme dei riferimenti bibliografici (testi adottati e testi consigliati) e dei documenti presi in esame nel corso delle lezioni.

4) In alternativa al punto 4) dei testi adottati: Danica Seleskovitch, Marianne Lederer, Interpréter pour traduire, Paris, Didier, ultima edizione.

5) Per il riferimento della citazione di Martella Marco, v. il sito di Jacqueline Spaccini "Traduttore e traditore", http://traduttoreetraditore.blogspot.it/search/label/intervista%20a%20un%20traduttore

6) Dizionari
- Le Petit Robert o Larousse, u.e.
- Goudaillier J.-P. (1997), Comment tu tchatches ! Dictionnaire du français contemporain des cités, Paris, Maisonneuve & Larose.
- Cobra Le cynique, Le dictionnaire de la zone. Tout l'argot des banlieues, 2008.

7) Grammatiche
- Charaudeau Patrick, Grammaire du sens et de l'expression, Paris, Hachette, 1992.
- Bidaud Françoise, Grammaire du français pour italophones - seconda edizione, Novara, UTET, 2012.

Metodi didattici
  • - lezioni frontali dialogate
    - esercitazioni in piccolo e medio gruppo con consegne rivolte all'analisi linguistico-testuale nonché esercitazioni nell'utilizzo delle risorse informatiche per il perfezionamento delle competenze linguistiche e competenze di analisi critica (ad esempio, siti per la divulgazione della letteratura detta della migrazione, siti didattici per l'approfondimento dell'evoluzione delle scritture autobiografiche di autrici/autori francofoni, etc.);
    - ascolto/visione di materiali presenti in rete nei siti di divulgazione generale (ad esempio, www.ina.fr, http://www.tv5monde.com, etc.);
    - produzioni di elaborati attinenti alle tematiche oggetto di analisi linguistico-enunciativa e discorsiva.

Modalità di valutazione
  • Esame finale orale : presentazione in francese dei concetti, degli approcci e degli aspetti tematici affrontati durante il corso; analisi degli elementi testuali, linguistico-enunciativi e discorsivi presenti nei documenti presi in esame a lezione
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Francese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Francese