Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Home Silvia Vecchi Didattica 2018/2019 Lingua e cultura francese (livello avanzato)

Lingua e cultura francese (livello avanzato)

  • A.A. 2018/2019
  • CFU 5
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-85
Silvia Vecchi / Professoressa a contratto
Prerequisiti

Conoscenza della lingua francese pari al livello B1 del Quadro Europeo Comune di Riferimento per
le Lingue.

Obiettivi del corso

- Conseguire il livello B2 del Quadro Europeo Comune di Riferimento per le Lingue ;
- Conoscere il programma del corso, con particolare attenzione a lessico, registri linguistici e
strutture morfo-sintattiche dei testi studiati;
- Utilizzare le proprie conoscenze linguistiche per la comprensione scritta e per l’interazione
(leggere, tradurre ed esporre in francese con una riflessione orientata alla prospettiva
educativo-linguistica).
Si attende che gli studenti sviluppino capacità volte a favorire:
- l’apprendimento autonomo mediante strumenti di analisi linguistico-testuale e semiologico-
culturale, funzionali alla comprensione delle correlazioni tra valori formativi di una lingua-
cultura e il saper-interagire in contesti educativi;
- il riconoscimento della componente antropologica insita nei testi letterari in quanto chiave
interpretativa dell’espressione di una cultura;
- l'uso di risorse multimediali (Gallica BnF - Le Trésor de la Langue Française).

Programma del corso

Il testo letterario in prospettiva educativo-linguistica. Il senso del divenire in Le Petit Prince e
in Citadelle di Antoine de Saint-Exupéry.

Contenuti
Iscritto nelle dinamiche culturali della formazione ad una lingua, il corso propone lo studio di
due opere di Antoine de Saint-Exupéry (1900-1944) con lo scopo di evidenziare i rapporti che
intercorrono tra contesti, alla luce di un’antropologia della comunicazione, e finalità conoscitive
del mondo letterario in chiave educativa.
I contenuti sono orientati a delineare una metodologia di lettura e di riflessione basata su un
approccio sistemico di analisi (antropologico-contestuale, semiologico-testuale, linguistico-
enunciativo) del tema dell’educazione linguistica.
Si distinguono le seguenti aree tematiche:

1) La lingua : morfologia e sintassi;
2) La cultura: il valore antropologico della comunicazione;
3) Lingua e linguaggio nel testo letterario: narrazione, stilistica e linguistica;
4) La traduzione di un testo letterario.

Queste aree tematiche richiamano tre parti didattiche:
I. Parte tematica
II. Parte linguistica
III. Parte relativa all'analisi del testo

I. PARTE TEMATICA
A. de Saint-Exupéry, Le Petit Prince.
A.de Saint-Exupéry, Citadelle, « Préface », capp. I, XXV, XXX.

II. PARTE LINGUISTICA
A. La situazione nel tempo
B. La correlazione dei tempi
C. La localizzazione nello spazio
D. Le modalità enunciative

III. PARTE RELATIVA ALL'ANALISI DEL TESTO
1. La situazione dell’enunciazione
2. I piani dell’enunciazione
3. Il discorso diretto e il discorso indiretto
4. La “mise en relief”

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) ANTOINE DE SAINT-EXUPÉRY, Le Petit Prince Gallimard, Paris, 2017
  • 2.  (A) ANTOINE DE SAINT-EXUPÉRY, Citadelle Gallimard, Paris, 2000
  • 3.  (A) Charaudeau P., Grammaire du sens et de l’expression Hachette,, Paris,, 1992 » Pagine/Capitoli: 413-441 ; 443-459 ; 569-629 ; 711-716.
  • 4.  (A) Eco U., Dire quasi la stessa cosa Bompiani,, Milano,, 2003 » Pagine/Capitoli: 9-35.
  • 5.  (A) Maingueneau D., Linguistique pour le texte littéraire, Nathan,, Paris,, 2002 » Pagine/Capitoli: 1-43; 103-113.
  • 6.  (A) Ricœur P., Sur la traduction, Bayard,, Paris,, 2004
  • 7.  (A) Ricœur P., « L’identité narrative », in Esprit, , n. 140/141 (7/8), , 1988 » Pagine/Capitoli: 295-304.
  • 8.  (A) Yaguello M., « La grammaire », in Yaguello M. (sous la direction de), Le grand livre de la langue française, Seuil,, Paris, , 2003 » Pagine/Capitoli: 153-258.
  • 9.  (C) Benveniste É., Problèmes de linguistique générale, 1, Gallimard,, Paris,, 1996 » Pagine/Capitoli: 258-285
  • 10.  (C) Chiss J.-L., Filliolet J., Maingueneau D., Introduction à la linguistique française. Syntaxe, communication, poétique, Tome 2, Hachette,, Paris,, 2007
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

1. All’inizio del corso verranno precisati i seguenti punti:
- I livelli di competenza linguistica richiesti e le competenze da raggiungere al termine del corso;
- L’articolazione dell’insegnamento (obiettivi formativi, metodologia, contenuti disciplinari);
- La bibliografia, le letture di approfondimento, le risorse sitografiche;
- Il materiale didattico.

2. Lettorato
Il corso è affiancato dalle esercitazioni di lingua francese offerte dal Centro Linguistico di Ateneo (propedeutiche nel primo semestre e integrative nel secondo). Tali esercitazioni sono obbligatorie. Il materiale didattico fornito durante le esercitazioni è parte integrante del programma d’esame.

3. Per la parte corrispondente alla lingua:
- Bidaud Françoise, Grammaire du français pour italophones - seconda edizione, Novara, UTET, 2012.
- Bidaud Françoise, Exercices de grammaire française pour italophones - Seconda edizione, Novara, UTET, 2012.

4. Risorse bibliografiche supplementari:
Ulteriori risorse bibliografiche saranno segnalate nel corso delle lezioni.

Metodi didattici
  • Il corso è impartito in francese.
    Ogni lezione è strutturata in:
    - Presentazione frontale dialogata, supportata da un testo in formato “Power Point” o da testi
    di riferimento e documenti utili allo svolgimento delle attività, pertinenti agli obiettivi di
    ciascuna area tematica;
    - Dibattito guidato;
    - Visione e analisi di materiali audiovisivi;
    - Esercitazioni in piccoli gruppi dove sarà possibile lavorare alla lettura, alla traduzione dei
    brani proposti nonché alla produzione di brevi testi in base a consegne specifiche riferite agli
    obiettivi di ciascun tema affrontato.
Modalità di valutazione
  • La valutazione e l’accertamento dei risultati di apprendimento attesi sono affidati all'esame orale
    finale. L’esame orale finale, valutato in trentesimi, mira ad accertare la conoscenza dei temi e le
    competenze linguistico-comunicative, le capacità espositive, le capacità di elaborazione critica;
    consiste nella presentazione dei concetti e delle tematiche affrontate, nell'individuazione degli
    elementi testuali, linguistico-enunciativi specifici delle opere prese in esame.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Francese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Francese