Geografia politica ed economica

  • Geografia economico-politica Classe: L-11
  • A.A. 2015/2016
  • CFU 8, 6(m)
  • Ore 40, 30(m)
  • Classe di laurea L-36, L-11(m)
Simona Epasto / Ricercatore / Geografia economico-politica (M-GGR/02)
Dipartimento di Scienze politiche, della comunicazione e delle relazioni internazionali
Prerequisiti

E' fondamentale la conoscenza delle nozioni di base della Geografia e dunque è indispensabile preparare l'esame avvalendosi di un Atlante Geografico aggiornato

Obiettivi del corso

Il corso si prefigge di affrontare le problematiche e le dinamiche del sistema politico ed economico, i fenomeni ed i processi che presiedono alla crescente dialettica tra i quadri politico- istituzionali e sociali dello stato-nazione e quelli sovranazionali determinati dalla crescente globalizzazione, al fine di fornire allo studente le competenze essenziali per cogliere le connessioni tra politica, economia, ambiente e territorio, utilizzando come chiavi di lettura gli strumenti teorici conoscitivi della Geografia Politica ed Economica. A tal fine il corso si propone di fornire agli allievi gli strumenti interpretativi spaziali finalizzati alla comprensione dei soggetti che operano nel campo della politica e dell'economia per cogliere le interrelazioni e le complessità tra i diversi fenomeni geopolitici e geoeconomici, applicando, altresì, il quadro teorico a casi concreti di maggiore attualità ed interesse nelle diverse scale di analisi

Programma del corso

Il programma sarà articolato in 3 Unità Didattiche. La prima Unità Didattica è dedicata all'analisi
dei concetti e degli strumenti di base della Geografia Politica e delle problematiche più attuali
relative alla materia. La seconda Unità didattica è dedicata al quadro teorico e metodologico della
Geografia Economica ed alla analisi dei diversi settori dello spazio geoeconomico. La terza Unità
Didattica è finalizzata all'approfondimento di alcune tematiche ed all'applicazione dei quadri
teorici a casi di studio concreti

GLI STUDENTI CON 8 CFU SONO TENUTI ALLO STUDIO DI TUTTE LE 3 UNITA' DIDATTICHE

GLI STUDENTI CON 6 CFU SONO TENUTI ALLO STUDIO SOLO DELLE UNITA' DIDATTICHE 1 E
2

GLI STUDENTI FREQUENTANTI SONO, ALTRESI', INVITATI ALL'APPROFONDIMENTO
INDIVIDUALE DI TEMATICHE SPECIFICHE CONCORDATE A LEZIONE CON LA PRESENTAZIONE,
ALL'ATTO DELL'ESAME, DI UNA TESINA SCRITTA DA DISCUTERE ORALMENTE.


Unità Didattica 1: Fondamenti ed elementi di Geografia Politica

1. Politica, Geografia e Geografia Politica - 2. La formazione dello Stato - 3. Dal Welfare State al
Workfare State - 4. Democrazia, cittadinanza ed elezioni - 5. La politica e la città - 6. Politiche
dell'identità e movimenti sociali - 7. Nazionalismo e Regionalismo - 8. Imperialismo e post-
colonialismo - 9. Geopolitica ed antigeopolitica

Unità Didattica 2: Fondamenti ed elementi di Geografia Economica

1. Economia, Geografia e Geografia Economica - 2. Lo spazio geo-economico: territorio, regioni e
reti - 3.Il sistema mondo - 4 Economia e ambiente naturale - 5. Popolazione, lavoro, migrazioni,
società, culture - 6. Gli spazi agricoli - 7. La produzione mineraria ed energetica - 8. Le filiere
industriali - 9. I trasporti e le telecomunicazioni - 10. Gli spazi del turismo - 11. Le città, centri
dell'economia - 12. Le politiche dello sviluppo economico

Unità Didattica 3: Approfondimenti, temi e casi di studio di Geografia Politica e Economica

1. Il fenomeno etnico tra identità, Stato e conflittualità - 2 Crescita e sviluppo: evoluzione dei
modelli ed approcci disciplinari - 3. L'altra faccia dello sviluppo - 4. I numeri dello sviluppo - 5.
Geopolitica economica dello sviluppo - 6. Dall'uomo come misura dello sviluppo allo sviluppo a
misura d'uomo


Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Dansero E., Sommella R. (a cura di) Geografia Politica Utet università 2011 » Pagine/Capitoli: Premessa-Introduzione-Capitoli I-II-III-IV-V-VI-VII-VIII
  • 2.  (A) Dematteis G., Lanza C., Nano F., Vanolo A. Geografia dell'Economia Mondiale Utet università 2010
  • 3.  (A) Epasto S. Il fenomeno etnico tra identità, Stato e conflittualità, in Rivista Vega-Journal n. V, anno VII, numero 1, Aprile 2011 Università degli studi di perugia 2011
  • 4.  (A) Epasto S. Geografia e sviluppo globale. Itinerari e prospettive verso un approccio olistico e multidisciplinare Aracne editrice, collana "geografia economico-politica" diretta da d'aponte t. 2013
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

TESTI PER IL PROGRAMMA DA 8 CFU: TESTI N. 1-2-4 E ARTICOLO N.3

TESTI PER IL PROGRAMMA DA 6 CFU: TESTI N. 1 e 2

GLI STUDENTI FREQUENTANTI SONO, ALTRESI', INVITATI ALL'APPROFONDIMENTO
INDIVIDUALE DI TEMATICHE SPECIFICHE CONCORDATE A LEZIONE CON LA PRESENTAZIONE,
ALL'ATTO DELL'ESAME, DI UNA TESINA SCRITTA DA DISCUTERE ORALMENTE.

Gli studenti del Corso L-11 possono sostituire i testi con gli omologhi inglesi o con quelli consigliati in inglese e sostenere l'esame in lingua inglese

La frequenza alle lezioni e la partecipazione attiva vengono considerate in sede di valutazione

Gli articoli di VegaJournal sono scaricabili gratuitamente dal sito http://www.vegajournal.org/

Metodi didattici
  • La didattica sarà strutturata attraverso 3 unità didattiche ed organizzata in modalità blended, lezioni
    frontali, esercitazioni ed attività on-line.
    nel corso delle lezioni verrà fornito materiale didattico ed utilizzati strumenti informatici per
    esemplificare le tematiche.
    la partecipazione attiva degli studenti in aula viene valutata ai fini dell'esame e la frequenza è
    incoraggiata e considerata.

Modalità di valutazione
  • La verifica verrà effettuata secondo le modalità tipiche del colloquio orale strutturato: nell'esame
    finale viene richiesta la conoscenza dei concetti oggetto del programma, l'applicazione di tali
    concetti ed il loro collegamento e verrà valutata l'acquisizione da parte dello studente della
    capacità analitica ed interpretativa, in una prospettiva geografica, dei principali avvenimenti
    politici, economici e sociali del mondo contemporaneo.
    la frequenza e la partecipazione attiva vengono considerate in sede di valutazione.
    al fine di polarizzare l'attenzione sulle tematiche principali, di coglierne gli aspetti fondamentali, di
    sollecitare il confronto tra docente e discenti e tra discenti stessi finalizzato a stimolare
    l'approccio alle tematiche in senso critico ed incentivare un dibattito relazionale costruttivo tra gli
    allievi, e di verificare gli obiettivi raggiunti, nel corso delle lezioni verranno organizzati
    dibattimenti, tavole rotonde e prove in itinere.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Inglese