Arte e disegno

  • A.A. 2015/2016
  • CFU 9
  • Ore 58
  • Classe di laurea LM-85 bis
Stefano D'amico / Professore a contratto
Prerequisiti

Conoscenza minima dei principali movimenti artistici dall'antichità alla prima metà del
XX secolo.

Obiettivi del corso

Leggere, comprendere e interpretare testi di tipo iconico attraverso l'analisi del
linguaggio visivo (la grammatica e la sintassi) e le principali tecniche di produzione
(piane e tridimensionali). Saper utilizzare nella didattica il cosiddetto modello
"costruttivista" che, per un'efficace educazione ai linguaggi visivi, presuppone la messa in atto di un
processo ermeneutico capace di far interagire attivamente il soggetto con l'oggetto di studio
attraverso il fare laboratoriale. Conoscere le "Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola
dell'infanzia e del primo ciclo" relative ad Arte e Immagine (traguardi per lo sviluppo delle
competenze e obiettivi di apprendimento). Conoscere e analizzare le principali correnti artistiche dal
secondo dopoguerra ad oggi.

Programma del corso

1. Le teorie della percezione visiva
2. La comunicazione visiva e le sue funzioni
3. Gli elementi del linguaggio visivo: punto, linea, segno, piano, volume, forma,
superficie, texture
4. La grammatica visiva: colore, luce, ombra e spazio, composizione, posizione, direzione,
collocazione spaziale, peso e equilibrio visivo, simmetria e asimmetria, modulo e ritmo
5. Le tecniche dell'arte: tecniche grafiche, pittoriche, di stampa, plastiche
6. Leggere opere d'arte e immagini: architettura, pittura, scultura, fotografia, pubblicità,
immagini in movimento
7. Dalla conoscenza delle regole al processo ermeneutico: il funzionamento della
mente, le attività dell'espressione artistica e i pregiudizi, le stagioni della didattica dell'arte, le
produzioni "spontanee dei bambini e quelle "colte" degli adulti, le metafore visive, il primato del fare
e lo stupore, il laboratorio di educazione all'immagine
8. Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo dell'istruzione -
Arte e immagine
9. L'arte dal secondo dopoguerra ad oggi come principale strumento didattico (Espressionismo
astratto; Informale; Arte concreta, cinetica, programmatica e opticl; Happening; Neo Dada; Pop
Art; Minimalismo; Arte concettuale; Earth Works e Land art; Body art, Arte povera;
Transavanguardia; Graffitismo)
10. Per il laboratorio di Arte e immagine si lavorerà sul concetto di "Memoria" attraverso le opere di
Joseph Cornell e la realizzazione di una "Scatola della memoria".

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) E. Tornaghi La forza dell'immagine Loescher, Torino, 2009 » Pagine/Capitoli: solo volume A - Educazione visiva
  • 2.  (A) G. Staccioli (a cura) Immagini fatte ad arte. Idee ed esperienze per educare alla comunicazione visiva Carocci, Roma, 2012
  • 3.  (C) G. C. Argan L'arte moderna. Il secondo Novecento Sansoni, Firenze, 2003 » Pagine/Capitoli: solo le pagg. 4/76 - 124/143 - 155/182 - 192/199 - 209/218
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Per la storia dell'arte dal secondo dopoguerra ad oggi si possono utilizzare altri manuali. Saranno messi a disposizione i materiali delle lezioni.

Metodi didattici
  • - Lezioni frontali dialogate
    - Esercitazioni in piccolo e medio gruppo
    - Visione di materiali audio-video
    - Analisi di studi di caso
    - Nel laboratorio ogni studente produrrà un'opera grafico-tridimensionale (La scatola
    della memoria) in modo autonomo da discutere nella sessione d'esame.

Modalità di valutazione
  • - Prove strutturate (test a scelta multipla, testi a completamento) per la verifica di
    conoscenze e relazioni tra le stesse.
    - Prove semistrutturate (domande con risposta aperta)
    - Prove a basso livello di strutturazione (relazione sul lavoro laboratoriale - "La scatola
    della memoria" - e presentazione dello stesso)
    - Gli indicatori per la valutazione saranno: correttezza delle informazioni, completezza,
    conoscenze, correttezza sintattica e ortografica, organizzazione logica)