Consulenza educativa

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 10
  • Ore 60
  • Classe di laurea LM-85
Stefano Polenta / Professore di ruolo - II fascia / Pedagogia generale e sociale (M-PED/01)
Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo
Prerequisiti

Nessuna

Obiettivi del corso

Lo studente che frequenterà questo corso sarà in grado di conoscere i fondamenti della
consulenza educativa e delle abilità relazionali che ne costituiscono la base teorica e
applicativa.
Sarà inoltre capace di applicare le conoscenze acquisite per analizzare specifici contesti
educativi e per promuovere trasformazioni positive di persone e gruppi.
Sarà inoltre in grado di auto-analizzarsi per sviluppare una consapevolezza sui propri
modi di stare in relazione.

Programma del corso

Il corso approfondirà i fondamenti pratico-teorici della consulenza educativa, rifacendosi
in particolare all'approccio rogersiano.
Verrà messa in evidenza la prossimità della consulenza educativa con il "counseling" e
verrà enfatizzata la centralità della competenza relazionale nella comprensione e
nell'esercizio della consulenza educativa.
Verrà approfondita l'idea che l'essere umano è dotato di auto-organizzazione, cioè può
sempre contare su quella che Rogers chiamava "tendenza attualizzante", che lo rende
capace di accedere a dei livelli di funzionamento via via più elevati e integrati. Per tale
ragione, il consulente educativo deve essere deve possedere una spiccata vocazione e
fiducia nelle risorse della persona ed essere in grado di incoraggiarne la crescita.
Verranno inoltre approfondite anche le implicazioni etiche della consulenza educativa, il
suo non essere un mero strumento tecnico, ma il suo mirare allo sviluppo integrale della
persona e al miglioramento delle condizioni politico-sociali che impediscono alle persone,
ai gruppi e alle comunità il raggiungimento delle piene potenzialità umane.
Particolare attenzione verrà assegnata alle esercitazioni e interazioni in classe, che
permetteranno allo studente di confrontarsi anche sul piano dell'implicazione personale
di quanto verrà approfondito a livello teorico.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) C.R. Rogers Terapia centrata sul cliente La Meridiana, Molfetta (BA), 2007 » Pagine/Capitoli: pp. 414
  • 2.  (A) T. Gordon Genitori efficaci La Meridiana, Molfetta (BA), 1997
  • 3.  (A) R. Mucchielli Apprendere il counseling. Manuale di autoformazione al colloquio d'aiuto. Con CD-ROM Erickson, Trento, 2006
Metodi didattici
  • Durante le lezioni verranno approfonditi gli aspetti teorico-pratici della consulenza
    educativa, avendo cura di evidenziarne le matrici storiche e le prospettive future di
    sviluppo.
    Durante le lezioni verrà privilegiata una didattica interattiva e partecipata, con visione di
    filmati e analisi di casi da commentare in aula.

Modalità di valutazione
  • La prova finale è orale. Non è prevista la prova intermedia.
    Si chiede allo studente la conoscenza dei principali concetti trattati durante il corso. Si
    terrà conto del livello di approfondimento dei temi oggetto di studio, della chiarezza
    espositiva, dell'uso del linguaggio specifico della disciplina e della capacità di analisi. È
    fondamentale è che sia avvenuta la "maturazione" dei concetti tramite una riflessione
    critica sugli stessi e un loro inquadramento in una visione d'insieme. Lo studente deve
    giungere a una comprensione dei materiali proposti che gli consenta di sviluppare
    prospettive e ipotesi criticamente sorrette.
    Durante l'esame verrà approfondita la capacità di riferirsi a situazioni concrete e casi
    facenti capo all'esperienza (professionale o di tirocinio) o riferendosi a casi ed
    esercitazioni menzionati durante le lezioni.