Lingua e traduzione francese i/m

  • A.A. 2015/2016
  • CFU 9
  • Ore 45
  • Classe di laurea LM-37
Susi Pietri / Professore di ruolo - II fascia / Lingua e traduzione - lingua francese (L-LIN/04)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Competenze di buon livello nel campo della letteratura francese dell'Ottocento; buona conoscenza della lingua francese.

Obiettivi del corso

Consolidare le competenze traduttive nell'orizzonte teorico-pratico della traduzione letteraria. Sviluppare e potenziare competenze specialistiche nell'ambito della traduzione di testi del genere "fantastico" della letteratura francese dell'Ottocento.

Programma del corso

"Il fantastico": teorie e pratiche della traduzione. A) Nella prima sezione del corso si analizzeranno gli orizzonti critici di diverse poetiche del "fantastico" nel primo e secondo Ottocento correlate alla dimensione estetica e formale della traduzione letteraria. B) La seconda parte del corso prevede un laboratorio di traduzione dei testi di alcuni degli autori in esame. Si prevedono inoltre esercitazioni per il perfezionamento delle competenze linguistiche e telematiche.
Ulteriori materiali e indicazioni bibliografiche verranno forniti nel corso delle lezioni. Gli studenti non frequentanti dovranno integrare il programma indicato (integrale, compresi i testi consigliati) con: Michel Viegnes, Le Fantastique. Introduction, choix des textes, commentaires, Paris, Flammarion, 2006.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Sigmund Freud Il perturbante Theoria, Roma, 1990 » Pagine/Capitoli: (o in: S. Freud, Opere, vol. 2, Torino, Bollati Boringhieri
  • 2.  (A) Tzvetan Todorov La littérature fantastique Seuil, Paris, 1970 » Pagine/Capitoli: (tr. it.: La letteratura fantastica, Milano, Garzanti, 1977
  • 3.  (C) Roger Caillois Au coeur du fantastique Gallimard, Paris, 1965 » Pagine/Capitoli: (tr. it.: Nel cuore del fantastico, Milano, Feltrinelli, 1984 o Milano, Abscondita, 2004)
  • 4.  (C) Remo Ceserani Il fantastico Il Mulino, Bologna, 1996
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Ulteriori materiali e indicazioni bibliografiche verranno forniti nel corso delle lezioni.
Programma da 9 CFU: Sigmund Freud, Il perturbante, Roma, Theoria, 1990 (o in: S. Freud, Opere, vol. 2, Torino, Bollati Boringhieri); Tzvetan Todorov, La littérature fantastique, Paris, Seuil; trad. it.: La letteratura fantastica, Milano, Garzanti, 1977; Roger Caillois, Au coeur du fantastique, Paris, Gallimard, 1965; trad. it.: Nel cuore del fantastico, Milano, Feltrinelli, 1984 (o Milano, Abscondita, 2004); Remo Ceserani, Il fantastico, Bologna, Il Mulino, 1996.
Programma da 6 CFU: Sigmund Freud, Il perturbante, Roma, Theoria, 1990 (o in: S. Freud, Opere, vol. 2, Torino, Bollati Boringhieri); Tzvetan Todorov, La littérature fantastique, Paris, Seuil; trad. it.: La letteratura fantastica, Milano, Garzanti, 1977.
Gli studenti non frequentanti dovranno integrare il programma indicato (integrale, compresi i testi consigliati) con: Michel Viegnes, Le Fantastique. Introduction, choix des textes, commentaires, Paris, Flammarion, 2006.

Metodi didattici
  • Lezioni frontali; lezioni frontali dialogate; interventi programmati degli studenti sotto la supervisione del docente; esercitazioni in aula; traduzioni; attività laboratoriali; relazioni individuali.
Modalità di valutazione
  • Prova scritta, relazione orale, esame orale volti ad accertare: conoscenze linguistiche acquisite, competenze nell'ambito della letteratura francese e competenze traduttive. In particolare:
    La prova scritta prevede due parti: traduzione di un testo (dall'italiano al francese); comprensione e analisi di un testo dato.
    La prova orale prevede tre parti: l'analisi critica sulla base di quanto affrontato a lezione di un testo conosciuto; l'illustrazione e la presentazione critica di un movimento letterario, un genere letterario, un autore, un'opera letteraria; la relazione/discussione delle scelte traduttive operate nella traduzione di un testo.
    Il voto sarà assegnato sulla base dei seguenti criteri: conoscenza dei lineamenti della letteratura e della lingua (25% del voto); capacità di tradurre in maniera soddisfacente un testo (25% del voto); capacità di analisi critica (25% del voto); proprietà di linguaggio (25% del voto).
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Francese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Francese